UN CLICK PER VALUTARE LA SCUOLA

0

“Ritengo che un servizio pubblico abbia il dovere di richiedere l’opinione ai propri utenti”. Così afferma il Dirigente Scolastico del Liceo Sigonio di Modena,la prof.ssa Roberta Pinelli, in un’ottica di “customer care”, ovvero di analisi delle criticità e di possibilità di miglioramento delle attività e dell’organizzazione. Da questo presupposto nasce un’iniziativa interessante. È stato sottoposto alle famiglie e al personale (docenti, educatori, tutor, ATA) un questionario di valutazione della scuola, fruibile on line dal sito dell’istituto e facilmente compilabile. Il voto in un clic, dunque, come ci si aspetterebbe da un’istituzione, come quella scolastica, che ha tra le priorità una sempre maggiore digitalizzazione sia a livello didattico che gestionale.

Dal punto di vista informatico, l’operazione è stata portata avanti di concerto con IUNGOItalia, software house modenese che si occupa di snellire i processi aziendali attraverso piattaforme tecnologiche avanzate. IUNGOItalia ha dato gratuitamente il supporto nella realizzazione dell’infrastruttura che consente la trasmissione dei dati, in tempo reale, ad un data base interno, ma anche nella progettazione stessa dei questionari perché la compilazione on line potesse essere compatibile con le esigenze di feed back, e nella reportistica finale. Inoltre IUNGOItalia ha reso possibile l’accesso al questionario anche tramite QR Code, una modalità che incontra le esigenze di quanti utilizzano preferibilmente smartphone e tablet.

I questionari, di due tipologie (valutazione degli aspetti organizzativi, educativi e didattici della scuola da parte del personale e delle famiglie; monitoraggio del carico di lavoro dei docenti), hanno ottenuto un buon riscontro come numero di compilazioni (253 quelle delle famiglie, 56 quelle del personale, 57 quelle di monitoraggio), tenendo conto che, causa il terremoto, l’anno scolastico si è chiuso anticipatamente. Il dato più rilevante è però relativo alle valutazioni vere e proprie: si può affermare che in una scala da1 a4 la media dei voti si attesta su un bel 3 (discreto) con note che riguardano l’ambiente scolastico, la Presidenza, la segreteria, l’offerta formativa ecc. davvero preziose in un’ottica di ottimizzazione continua.

“Ho creduto fortemente nella validità di questo progetto. Lo scorso anno abbiamo presentato, prima istituzione scolastica in Emilia Romagna, il bilancio sociale che non ha solo una valenza economica ma è una riflessione anche sugli aspetti didattici ed organizzativi. I questionari in questo senso sono fondamentali ed in prospettiva desideriamo estenderli anche a tutti gli altri aspetti della vita scolastica non coinvolti in questa prima esperienza valutativa. La collaborazione con IUNGOItalia ci ha consentito di raccogliere facilmente i dati e di rielaborarli: è stato realizzato un sistema che garantisce la riservatezza e che risulta semplice dal punto di vista gestionale”, commentala prof.ssa Roberta Pinelli.

“Il nostro contributo al processo di miglioramento di un’istituzione scolastica ben si accorda con i nostri valori. IUNGOItalia ha da sempre riposto attenzione alle istanze provenienti dal territorio in cui è inserita, con iniziative volte a sensibilizzare dipendenti, fornitori e clienti al rispetto di regole ambientali e sociali. La collaborazione tra impresa ed ente pubblico è una modalità fruttuosa che dovrebbe entrare nelle prassi per l’innovazione”, dichiara Luca Mongiorgi, Direttore Commerciale e Marketing di IUNGOItalia.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook