Biancofiore (Ance): l’internazionalizzazione delle PMI dell’edilizia deve essere priorità assoluta per far uscire il settore dalla crisi

0

caschettiedilizia“L’Ance ha posto tra le sue priorità assolute il traguardo di livelli più elevati di presenza all’estero delle sue Pmi. Anche in questo modo il settore potrà uscire dalla crisi. Negli ultimi anni il fatturato è aumentato soprattutto per l’espansione di poche eccellenti grandi realtà del settore. Con il programma articolato che abbiamo messo in campo, puntiamo a estendere questo trend anche alle realtà di minore dimensione”.

Saranno questi alcuni dei punti che il Presidente PMI Internazionale dell’ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili e Presidente di ANCE Foggia Gerardo Biancofiore affronterà giovedì 17  settembre a Ravenna nel corso del suo intervento al forum “L’internazionalizzazione delle imprese italiane nel settore delle costruzioni”.
La manifestazione, che si terrà al Palazzo dei Congressi, è promossa dall’Associazione italiana dei costruttori insieme al Comune di Ravenna, all’Università di Bologna, a primarie imprese del settore e ad altre associazioni imprenditoriali.
Biancofiore aprirà con il suo intervento una tre giorni a cui parteciperanno tra gli altri anche il presidente di Legacoop Mauro Lusetti, il presidente di Trevi spa Cesare Trevisani, il sottosegretario del ministero dell’Economia e delle Finanze  Paola De Micheli e il presidente dell’Abi Antonio Patuelli.
L’iniziativa si colloca nel solco di un’attività alla quale l’Associazione nazionale dei costruttori ha da tempo impresso una svolta.

“La tre giorni- sottolinea Biancofiore, -costituirà un’importante opportunità per approfondire il tema dell’internazionalizzazione delle Pmi di costruzioni italiane”.
Si tratta di un’attività diretta a sensibilizzare anche le imprese che non hanno mai varcato i confini nazionali. “E’ diretta proprio a loro, principalmente, la guida all’internazionalizzazione delle Pmi curata dall’Associazione”, spiega Biancofiore. “Un opuscolo snello e di agevole lettura in cui si fa tra l’altro una panoramica degli strumenti finanziari e assicurativi a sostegno dei progetti di internazionalizzazione, si illustra la disciplina comunitaria e nazionale in materia di appalti pubblici e si forniscono le informazioni più rilevanti per chi intenda partecipare ad appalti extra-Ue”.

L’organizzazione di momenti di approfondimento come quello di Ravenna e la cura di guide all’estero rappresentano solo alcuni degli interventi varati dall’Associazione. “Tra i must della nostra azione – conclude il Presidente del Comitato estero Pmi Ance – vi sono le missioni all’estero realizzate in quest’ultimo biennio, dagli Emirati Arabi a diversi paesi dell’est Europa, come Romania, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Albania. Tutte pianificate con attenzione, tenendo conto delle caratteristiche delle nostre imprese e, quindi, privilegiando destinazioni che offrivano le maggiori potenzialità. Proseguendo su questa strada, quella della programmazione e dell’assistenza puntuale ai nostri iscritti, contiamo presto di migliorare sensibilmente gli standard di internazionalizzazione delle nostre imprese di costruzioni”.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook