Tre incontri per esplorare l’identità femminile

0

L’8 marzo è la Giornata internazionale della Donna, comunemente denominata “Festa della Donna”: si celebra in tutto il mondo per ricordare le conquiste sociali e politiche delle donne e per non dimenticare le discriminazioni e le violenze cui esse sono tuttora soggette.

L’energia, il talento e la forza delle donne rappresentano la più grande, e non ancora del tutto riconosciuta, risorsa del genere umano. Per l’occasione, l’Amministrazione Comunale di Ruvo di Puglia (BA) – assessore alle Politiche Sociali, Pubblica Istruzione e Pari Opportunità, Elisabetta Altamura – al fine di valorizzare il rafforzamento delle prerogative femminili, lancia una serie di importanti iniziative culturali.

Venerdì 8 Marzo alle ore 19:00, si terrà lo spettacolo teatrale Donne da Nobel di Claudia Lerro e Simona Oppedisano, presso l’ex convento dei Domenicani, presentato dall’associazione culturale Teatrificio22. Una produzione originale e inedita che vuole rendere merito a menti eccezionali che hanno messo da parte il proprio microcosmo individuale per occuparsi dell’umanità intera. Verranno raccontate le vite straordinarie di Jody Williams, Tony Marrison, Grazia Deledda e Rita Levi Montalcini.

Sabato 9 Marzo alle ore 18:00, presso l’ex convento dei Domenicani, l’associazione AEDE presenta il reading letterario basato sulla lettura di brani tratti dal libro Water di Bapsi Sidhwa. Un libro che mette a nudo le incrinature della società indù, dell’India e di tutte quelle popolazioni che ancora oggi soffrono per tradizioni che mettono a dura prova l’integrità della donna. A seguire è prevista la proiezione del film Water – Il Coraggio di amare, tratto dal medesimo libro, realizzato dalla regista canadese Deepa Mehta, a cura dell’associazione Cineclub In Ruvo.

 

Domenica 10 Marzo alle ore 19:00 si svolgerà il convegno “L’identità femminile allo specchio. L’inconscio si rivela” presso l’ex convento dei Domenicani.  Prenderanno parte la dott.ssa Porzia Quagliarella, psicologa e psicoterapeuta, referente del Centro Italiano Femminile, Francesca Palumbo, scrittrice, docente e referente progetto ‘Persone-libro’ e Lucia Schinzano, giornalista e docente. La figura della donna, nella sua sensibilità, si imbatte in quella dimensione psichica contenente pensieri, emozioni, istinti, rappresentazioni, modelli comportamentali, spesso alla base dell’agire umano ma di cui il soggetto non è assolutamente consapevole. 

 

Ad accompagnare la tre giorni di eventi, la mostra d’arte collettiva Donne&Muse curata dall’associazione culturale Cortile Industriale, un percorso artistico che va dall’esplorazione dell’identità femminile alla contemplazione della musa ispiratrice.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook