CRISI AGRICOLTURA: DOMANI I SINDACI DAL PREFETTO

0
\"\"Si è tenuta questa sera presso la sala "Federico II" di  Palazzo di Città a Torremaggiore la riunione dei Sindaci dell\’Alto Tavoliere e dei Monti Dauni Settentrionali con l\’unità di crisi per l\’agricoltura costituitasi a Torremaggiore. Con la presidenza del Sindaco di Torremaggiore Alcide Di Pumpo, la riunione ha visto, tra  Sindaci e Assessori presenti, la partecipazione dei seguenti comuni: San Severo, Apricena, San Paolo di Civitate, Serracapriola, Chieuti, Lesina, Pietramontecorvino, Castelnuovo della Daunia, Casalvecchio di Puglia, Casalnuovo Monterotaro e l\’adesione ufficiosa di altri comuni tra i quali citiamo Lucera. Alla riunione era presente una folta rappresentanza del mondo agricolo e del comitato spontaneo nato a Torremaggiore, ma che a detta di molte amministratori comunali, si sta espandendo un pò in tutti i comuni. Intanto voci quasi certe fanno sapere che da domani incroceranno le braccia anche gli agricoltori  di altri comuni in solidarietà e sostegno a quelli di Torremaggiore. Una protesta che si estenderà a macchia d\’olio se dai governi nazionali e regionali non verranno risposte concrete come è già avvenuto in Francia o come sta già avvenendo in alcune regioni italiane quali l\’Abruzzo e il Molise.
Tutti gli amministratori convenuti hanno sottoscritto un documento con le rivendicazioni del mondo agricolo e hanno fissato per domani mattina alle 11,30 un incontro con il Prefetto affinchè accolga le istanze del mondo agricolo e si faccia portavoce di tali richieste e promotore, in tempi brevi, di un incontro con il Governo. La situazione è veramente grave e molte aziende agricole vivono sotto l\’incubo di possibili sequestri di mezzi per il macato pagamento di cartelle e contributi a causa della grave crisi che da anni ha colpito il mercato agricolo.
I Sindaci hanno anche fatto sapere che nel caso non venissero accolte le richieste di incontro immediato con il Governo e che non vengano comprese le ragioni degli agricoltori sono disposti, tutti insieme, anche a giungere a gesti estremi quali le dimissioni in blocco.
Le prossime novità dopo l\’incontro con il Prefetto. Intanto gli agricoltori hanno annunciato la prosecuzione della protesta ad oltranza.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook