SI METTE IN MOTO LA MACCHINA DELLA #BIT 2013, ARRIVANO I PRIMI SI

0

Archiviata un’estate in chiaroscuro (in Italia, ad agosto, calo delle presenze contenuto in un -1,1% grazie al +2,1% dall’estero), l’industria del turismo guarda avanti. Iniziative come il Piano Strategico del Governo, in fase di avanzata definizione e che sta incontrando l’apprezzamento delle Regioni, o il bando “Gioielli d’Italia”, che valorizzerà le eccellenze tra le località “minori”, fanno sperare che il nostro Paese stia comprendendo l’importanza di sviluppare il turismo di qualità in un’ottica di sistema-paese.

In questo contesto il comparto fieristico è pronto a fare la sua parte. E in prima linea c’è Bit – Borsa Internazionale del Turismo, manifestazione leader nel settore in Italia e tra le primissime al mondo, con 2.000 espositori da 120 Paesi su 86 mila mq nell’edizione 2012.

Il nuovo concept di Bit 2013, da giovedì 14 a domenica 17 febbraio al quartiere fieramilano a Rho, è pensato per far incontrare il business con il business, facilitando gli accordi commerciali e la promozione turistica. E i riscontri dal mercato stanno già arrivando, con le prime adesioni di prestigio.

In arrivo paesi chiave e top player

Diversi enti del turismo hanno già confermato la loro presenza a Bit 2013.

Dall’Europa ecco l’Austria, mercato storico per il nostro incoming: prima destinazione estera degli austriaci (oltre il 21%), l’Italia ricava da oltre Brennero il 5% alle entrate valutarie turistiche (dati Banca d’Italia).

Ed ecco anche la Russia, mercato tra i più interessanti dei BRIC: i russi amano in particolare le città d’arte, la montagna d’inverno e la riviera adriatica, dove sono stati decisivi per la tenuta delle presenze in Emilia Romagna ad agosto, nonostante il calo degli italiani.

Altre conferme importanti giungono da un’area tradizionale, ma con ancora ampi margini di crescita, come il bacino del Mediterraneo: dal qui sono già arrivati negli uffici di Bit gli “yes” di Cipro, Israele, Tunisia e per la prima volta Malta.

Dall’Asia un’adesione di peso giunge dall’India, l’economia con la seconda crescita più alta al mondo: attualmente sono circa 400 mila le presenze indiane in Italia (dati ENIT), big spender appartenenti alle classi alte molto attratti dall’Italian lifestyle, con un’enorme potenziale di crescita: in India sono 5 milioni i “super-ricchi” (dati Camera di Commercio Italo-Indiana). E La “Incredibile India” è anche una meta outgoing che piace molto ai nostri connazionali.

Dalle Americhe hanno già detto “OK” gli Stati Uniti, insieme la meta extraeuropea più visitata dagli italiani e un’ origine consolidata di visitatori per le nostre città d’arte e le nostre riviere; la Repubblica Dominicana, tra le destinazioni caraibiche più amate degli italiani per il suo inconfondibile mix di spiagge bianche e acque cristalline con la cultura ispanica; e l’Argentina, che conquista gli italiani con tango, pampas e mate, la bevanda dei gauchos, unendo il fascino latinoamericano alla familiarità di un paese dove il 50% degli abitanti ha almeno un avo italiano.

Sul fronte dei player del settore, tra le compagnie aeree confermate Livingston Air e Air Dolomiti; tra i tour operator, Just Brazil specializzata nel gigante sudamericano.

Le novità di Bit 2013

Le novità che stanno richiamando l’attenzione degli operatori riguardano tutti i settori di Bit.

Il settore Italy ottimizza l’esperienza di visita, introducendo 4 macroaree di offerta: enogastronomica, culturale, naturalistica, sportiva.

E il Tourism Collection diventa un Business Village (pad. 2/4, accanto all’area The World) che sarà aperto solo agli operatori da giovedì 14 a sabato 16 febbraio per agevolare il contatto fra business affini: tour operator, crociere, catene alberghiere, vettori aerei, marittimi e ferroviari, noleggi, società di servizi e tecnologie.

Completano l’offerta gli eventi formativi e le sale ADUTEI, Destination e Travel Training, che hanno registrato un’affluenza di più di 2000 operatori nell’edizione 2012.

Novità anche per i due storici workshop di Bit, Bit Buyitaly e Bit Buy Club.

A Bit Buyitaly (43% di nuovi Buyer e 18 mila appuntamenti nel 2012) le giornate saranno suddivise in Leisure, Culturale/Enogastronomico, Lusso, MICE/Business Travel.

Primo giorno dedicato agli appuntamenti prefissati agli stand (per le regioni con stand superiore ai 200 mq) e i successivi dedicati a quelli all’interno di Buyitaly. La tessera Seller, inoltre, non è più vincolata alla partecipazione come Co-espositore.

Un’area dedicata alle OLTA (On Line Travel Agencies) consentirà di incontrare i più importanti attori del settore.

Attesi 700 buyer selezionati da oltre 60 Paesi, con un “occhio di riguardo” per quelli in più forte sviluppo: BRIC (Brasile, Russia India e Cina) e Paesi dell’Est Europa.

Bit Buy Club dedica un’intera giornata agli operatori dell’associazionismo, con 150 Seller nazionali e internazionali, selezionati tra Tour Operator, agenzie di viaggi e consorzi di commercializzazione, che incontrano 100 Buyer nazionali e internazionali, come circoli ricreativi aziendali (Cral) e dopolavoro, associazioni tematiche, club e gruppi di interesse provenienti da 11 Paesi.

Bit è anche un momento business-to-consumer, che permette di raggiungere un pubblico di Viaggiatori competenti e qualificati, influenzatori molto attivi sulle reti sociali: Bit 2013 presenta anche una forte strategia online, con il rinnovato portale web www.bit.fieramilano.it e la presenza su tutti i principali social network e su YouTube.

 

 

  • PAESI: prime conferme da Argentina, Austria, Cipro, India, Israele, Malta, Russia, Tunisia e USA
  • TOP PLAYER: tra i presenti Air Dolomiti, Livingston Air, Just Brazil
  • CONCEPT “NEW BIT”: pluralità di soluzioni per tutti i target di operatori
  • ITALY: 4 macroaree tematiche – enogastronomica, culturale, naturalistica, sportiva
  • BUYITALY: 3 giornate dedicate alle trattative (nel 2012 il 75% di contratti chiusi)
  • BUY CLUB: 150 Seller e 100 Buyer internazionali per l’appuntamento clou del turismo associativo

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook