ENEL CHIUDE PENALIZZATE LE AZIENDE DELL\’ALTO TAVOLIERE

0
Confapi Foggia segue con estremo interesse e viva preoccupazione il progetto di riorganizzazione aziendale che ENEL Distribuzione – Area Rete intende attuare in Capitanata. Secondo quanto appreso, l’ENEL, sulla base dei numeri di clienti serviti, intende sopprimere la Zona di San Severo (Centro Decisionale), trasferendone le competenze alla Zona Foggia, che resterebbe unica Zona dell’intera provincia, e dimezzare le Unità Operative (presidi tecnico-operativi dislocati nelle principali città della Provincia).
Questo progetto, se fosse confermato, sarebbe di notevole impatto su un territorio che, negli ultimi anni, ha già subito un progressivo continuo ridimensionamento della presenza dell’ENEL stessa e di tutte le altre società di servizi a rete. Questo continuo abbandono del territorio, con la soppressione dei relativi presidi, è fortemente penalizzante per le aziende associate alla CONFAPI.
Le stesse già in precedenza avevano lamentato forti disagi derivanti dall’arretramento attuato dalle grandi Aziende di Servizi sul territorio provinciale ( ENEL , Telecom, AQP ecc…). Pertanto la CONFAPI esprime grande perplessità e contrarietà rispetto a un siffatto progetto riorganizzativo, e chiede alle Istituzioni locali, così come ha già fatto dall’Amministrazione Provinciale, di attivarsi affinché la provincia di Foggia non sia ulteriormente penalizzata.
Ciò anche in virtù del fatto che, dal progetto presentato dall’ENEL, si riscontra che in ambito regionale la provincia di Foggia è l’unica a subire la soppressione di una Zona. Ancora una volta, dunque, questo territorio risulta maggiormente penalizzato rispetto alle altre Province della Puglia, e ciò non è accettabile.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook