AL GRUPPO INTINI UN APPALTO DA 9 MILIONI DI EURO

0
\"\"Si consolida la presenza nel mercato bulgaro del GRUPPO INTINI di Noci (Bari). Dopo l’impianto di depurazione delle acque urbane della città Targovishte, attualmente in costruzione, il Gruppo pugliese – attraverso il Consorzio Stabile UNILAND – si è aggiudicato la realizzazione dei lavori di adeguamento dell’impianto di depurazione della città di Schoumen, una delle più grandi della Bulgaria, con una popolazione di circa 100 mila abitanti. Nell’impianto saranno utilizzate moderne tecnologie sia per il trattamento biologico delle acque reflue – attualmente immesse in un piccolo affluente del fiume Kamchyia – sia per il recupero energetico attraverso l’utilizzo del biogas prodotto durante il ciclo di trattamento.
 
Finanziata con fondi europei, l’esecuzione dei lavori, per un importo di circa 9 milioni di euro, sarà realizzata in collaborazione con partner locali. Per rafforzare la propria presenza e per una migliore attuazione dei programmi di sviluppo in Bulgaria, il Gruppo Intini ha costituito una filiale a Sofia.
 
“Nel programma di sviluppo delle nostre attività all’estero – ha commentato Enrico Intini, a capo del Consorzio UNILAND – riteniamo quello bulgaro uno dei mercati di maggiore interesse in cui valorizzare l’esperienza maturata finora in Italia nei settori dell’ambiente, della tutela del territorio e delle infrastrutture”.
 
 
***
Al Consorzio Stabile UNILAND fanno capo la società INTINI ANGELO S.r.l., SIDI S.r.l. e SMA S.p.A., operanti rispettivamente nel settore delle costruzioni generali e infrastrutture, nel ciclo integrato delle acque e nella tutela e gestione del territorio.
 
Il Consorzio Stabile UNILAND fa capo al GRUPPO INTINI che, attraverso la holding H.I.P.E. S.p.A., ha raggiunto nel 2006 un valore della produzione di 149 milioni di euro e più di 3.200 dipendenti. Il Gruppo è posizionato al quarantesimo posto tra le imprese generali di costruzione in Italia.
 
 
Ufficio stampa

Lucia Giannoccaro

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook