LA PIZZICA PIZZICA TRA OBLIO E RINNOVAMENTO

0

Una mappa sonora territoriale, seminari e incontri d’autore, un concorso musicale per band emergenti; continuano le iniziative legate al progetto biennale La Taranta nella Rete organizzato dal Comune di Melpignano (Le) e dall’Istituto Diego Carpitella, a cura di Vincenzo Santoro (Responsabile Ufficio Cultura e Politiche Giovanili Anci) e Sergio Torsello (Responsabile Scientifico dell’Istituto Diego Carpitella), all\’interno del programma Rete dei Festival aperti ai giovani, promosso dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e sostenuto dal Ministro della Gioventù Giorgia Meloni e con il quale la Notte della Taranta entra a far parte del circuito nazionale dei festival italiani.
 
 
Il seminario prenderà il via venerdì 14 maggio (dalle 16.00 alle 21.00), proseguirà la mattina di sabato 15 (dalle 10.30 alle 13.30) e nel pomeriggio (dalle 16.00 alle 19.00) con la partecipazione degli anziani danzatori di pizzica-pizzica, si concluderà domenica 16 maggio (dalle 18.00 alle 21.00) con un confronto sulla danza con la partecipazione di alcune note insegnanti e danzatrici.

Anna Cinzia Villani si è accostata alla musica popolare salentina dopo alcune esperienze con gruppi di riproposta. La passione per la musica contadina della sua terra l’ha spinta ad approfondire il rapporto con cantori e musicisti di cultura orale, frequentando con assiduità un ambiente che spesso conserva una vivace memoria del passato. Da tempo svolge un’attività didattica tenendo seminari e corsi sul canto e sulla danza in tutta Italia e promuovendo l’ascolto critico di registrazioni e la visione di filmati realizzati da lei stessa a da altri ricercatori.
Franca Tarantino da anni si occupa di cultura popolare dapprima spinta dalla riscoperta delle sue radici, in seguito come approfondimento degli aspetti etno coreutici e terapeutici che alcune danze del sud Italia ancora oggi conservano. Il bagaglio di esperienze che nel tempo ha costruito si è sviluppato vivendo le atmosfere delle feste popolari, a contatto con la gente, osservando ed ascoltando gli anziani. In seguito ha arricchito il suo bagaglio di esperienze attraverso stage-seminari e laboratori.

La frequenza ai seminari è gratuita. Per i nati dal 01/01/1980 in poi, non residenti nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto, è possibile richiedere una borsa di studio di 250 euro a copertura delle spese.
 
La web-tv della Taranta nella rete
Tutti gli appuntamenti de "La Taranta nella Rete" possono essere seguiti su www.salentoweb.tv, la web tv salentina che ha attivato una sezione del sito interamente dedicata al progetto, dove è possibile visionare in streaming i video degli incontri, gli eventi, i workshop.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook