L’Assessore regionale alla Salute della Regione Puglia, Dr. Alberto Tedesco, ha inaugurato questa mattina all’Ospedale “S. Camillo de Lellis” di Manfredonia i nuovi Reparti di Gastroenterologia e di Terapia Intensiva Cardiologia (UTIC). Alla cerimonia, oltre ad autorità civili e militari, erano presenti il sindaco di Manfredonia, Paolo Campo e diversi amministratori del Comune sipontino, i consiglieri regionali Angelo Riccardi e Franco Ognissanti, il presidente della Provincia di Foggia, Carmine Stallone, il sindaco di Mattinata, Angelo Iannotta. Nelle vesti di padrone di casa, il Commissario Straordinario della Asl FG, Dr. Donato Troiano, affiancato dal Direttore sanitario Dott. Leonardo Trivisano e dal Direttore amministrativo, Dott.ssa Maria Rosaria Daniello.
Dopo la visita ai due nuovi Reparti l’assessore Tedesco ha manifestato vivo apprezzamento nei confronti della dirigenza della Asl FG per queste due nuove ed ulteriori realizzazioni presso l’Ospedale di Manfredonia ed ha affermato di aver registrato con soddisfazione lo stato d’animo ed il palpabile entusiasmo del personale del presidio ospedaliero, che rappresenta un preciso segnale del tasso di qualità di un ospedale. Quindi ha posto l’accento sull’esigenza di stabilire “uno stretto raccordo sinergico tra la politica territoriale sanitaria e l’utilizzo delle strutture ospedaliere, al fine di rispondere in maniera esauriente alla domanda di salute della gente di Capitanata, oltre i campanilismi e in un’ottica di sistema, dispiegando in maniera uniforme i servizi sanitari per la collettività”.
Quindi l’Assessore Tedesco ha richiamato le linee – guida del nuovo modello regionale di gestione della sanità, alla vigilia del varo del Piano Regionale di Salute ed a quattro mesi dall’accorpamento delle aziende sanitarie che ha portato la Regione Puglia alla costituzione di Asl provinciali. Riguardo alla sinergia con l’Università di Foggia ha parlato “di vero e proprio salto di qualità, anche culturale, per l’intera realtà foggiana”, ed ha inquadrato “le attuali e future sinergie con Casa Sollievo della Sofferenza in una ottica di rete che non potrà che produrre effetti positivi”.
Nessuna recriminazione sulla precedente gestione della sanità pugliese: “Il passato cui dobbiamo fare riferimento – ha detto l’assessore Tedesco – è solo quello degli ultimi due anni, nei quali la giunta – Vendola ha lavorato con entusiasmo e determinazione, mirando a sviluppare al massimo le potenzialità di cui disponiamo per migliorare sempre di più, nel nostro caso, il sistema sanitario. L’accorpamento delle Asl – ha aggiunto – mostrerà presto i suoi effetti positivi, consentendo di governare l’intero sistema in maniera omogenea ed uniforme, facendo “delle Puglie”, con le sue variegate caratteristiche, la Puglia, una regione che ha tutte le capacità per incarnare un ruolo di emancipazione e di traino per il Mezzogiorno d’Italia. Una prospettiva ed un progetto di rilancio possibile, nonostante le varie criticità”. L’assessore regionale ha quindi concluso affermando di essere pronto a tornare, con piacere, in Provincia di Foggia “in occasione dell’imminente avvio dell’attività di nuove strutture sanitarie nella Asl provinciale”.
Nel suo saluto il sindaco Campo, ha richiamato il senso di profonda frustrazione vissuta dagli operatori e dalla gente di Manfredonia nel lungo periodo in cui la sanità a Manfredonia era stata trascurata. “C’era davvero bisogno-ha aggiunto il sindaco- di qualcuno, come Donato Troiano, che credesse nell’ansia di riscatto della nostra comunità, così come è accaduto negli ultimi due anni, allorché sono stati colmati molti ritardi pur in un momento di generale difficoltà”. Quindi il presidente della Provincia Stallone ha parlato, per l’ospedale sipontino “della fine di un senso di frustrazione, di un ritrovato e proficuo senso dell’appartenenza”, sottolineando “l’esigenza di procedere all’aggiornamento ed alla formazione, oltre la dotazione di strutture sanitarie”.
Il Pro Rettore dell’Università degli Studi di Foggia, prof. Matteo Di Biase, Ordinario di Cardiologia presso il Policlinico “Riuniti” di Foggia, ha sottolineato il ruolo di una Università integrata con il territorio, ed ha rimarcato con orgoglio il ruolo di fucina di giovani con valenti giovani medici che sono in forza al nuovo reparto Utic di Manfredonia. Un concetto ribadito dal Prof. Carmine Panella, ordinario di Gastroenterolgia presso la Facoltà di Medicina dell’ateneo foggiano, mentre il Dr. Raffaele Fanelli, Primario del Reparto di Cardiologia dell’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo ha rimarcato il significato di azioni concertate, come il Dipartimento interaziendale sulle Patologie cardiovascolari. Quindi il Dott.Lorenzo Pellegrino ed il Dott. Leonardo Furio, rispettivamente primari di Gastroenterologia ed UTIC, hanno ripercorso le tappe della lunga marcia di avvicinamento all’ istituzione dei due nuovi reparti ed hanno manifestato legittima soddisfazione per queste due nuove e moderne dotazioni, non solo per le degenze, ma anche per la diagnostica. Il Dott. Furio, in particolare, ha parlato di “un sogno che si realizza”.
Infine, il Commissario Straordinario della Asl FG, Donato Troiano, ha attribuito “ad un impegno collegiale, di squadra, il merito delle importanti realizzazioni degli ultimi due anni” ed ha richiamato, ancora una volta, “la perfetta sintonia con le istituzioni e le autorità politiche locali e regionali. Un contesto ideale – ha osservato – che ha dato luogo al fiorire di nuovi entusiasmi, sui quali si è innestata una esperienza gestionale ed un nuovo corso della sanità, certamente difficile, ma esaltante. Uno sforzo che tuttavia appare ben chiaro e visibile ed a cui ora la gente ha davvero motivo di credere”.
 
 

ASL FG Comunicazione

Di admin

Chiudi Popup
Seguici su Facebook