SMAU fa tappa a Bologna il 4 e 5 giugno

0

smau3Il circuito di appuntamenti sul territorio di Smau che nei mesi scorsi ha fatto tappa a Bari, Roma, Padova e Torino, si prepara ad arrivare a Bologna i prossimi 4 e 5 giugno presso i padiglioni 33 e 34 di Bologna Fiere.

L’evento dedicato alle tecnologie digitali e all’innovazione per le imprese e le pubbliche amministrazioni, giunto alla sua sesta edizione nel capoluogo emiliano-romagnolo, ospiterà nell’arco dei due giorni oltre 200 espositori, tra fornitori di tecnologie digitali, startup e centri di ricerca.  Smau Bologna, infatti, anche quest’anno si terrà in contemporanea a R2B-Research to Business, il Salone Internazionale della Ricerca e dell’innovazione organizzato da Aster – Regione Emilia Romagna – che da nove anni presenta l’eccellenza della ricerca, le ultime tecnologie, le startup innovative e i centri nazionali e internazionali che promuovono lo sviluppo del sistema produttivo.

Ad accogliere gli oltre 5.000 imprenditori e manager attesi un calendario fitto di eventi e convegni, oltre 70 workshop gratuiti, diversi momenti di pitching in cui startup e imprese racconteranno i propri prodotti e progetti in soli 90 secondi e cinque premi dedicati a pubbliche amministrazioni, imprese e startup.

Protagonisti dell’evento saranno, da un lato le più attuali tecnologie digitali come il cloud computing, i sistemi gestionali, le soluzioni di business intelligence, sistemi di sicurezza informatica, unified communication e collaboration, soluzioni per la mobility e i big data, presentati dai grandi protagonisti del settore come Aruba, Dell, Miscrosoft, Sap, Telecom e Vodafone, dall’altro le innovazioni provenienti da centri di ricerca e delle startup presenti nell’area R2B. Innovazioni, non solo nel settore digital, ma anche e soprattutto in quelli dell’ energia, la salute, l’aerospazio, il  manufacturing 2.0, la creatività e cultura, la mobilità intelligente, l’edilizia, e molto altro. Settori in cui le tecnologie digitali rappresentano il fil rouge in grado di rendere innovativi i progetti, prodotti e soluzioni in mostra. Saranno, infatti tredici le aree tematiche di questa edizione del Salone, all’interno delle quali saranno raggruppati gli oltre 100 centri di ricerca, startup, e acceleratori di innovazione nazionali e internazionali e gli incontri di Innovat&Match, organizzati da ASTER-SIMPLER e promossi dall’Enterprise Europe Network per trovare partner internazionali e concludere accordi di ricerca e tecnologici. Innovat&Match, infatti è l’iniziativa che favorisce la collaborazione tra la ricerca avanzata e l’industria a livello nazionale ed internazionale e offre l’opportunità di organizzare incontri basati sulle proprie necessità di business.

“Smau Bologna vedrà il mondo delle imprese sempre più vicino a quello della ricerca e delle startup, grazie ai numerosi eventi e incontri che si svolgeranno nei due giorni. – spiega Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau –  L’obiettivo è quello di creare un ponte tra startup e imprese, definendo un modello di sviluppo che parte dal basso, dal talento dei giovani innovatori, che possono far leva sulla nuova normativa nazionale sulle startup, sul rapporto diretto con il mondo universitario e sulle numerose tecnologie disponibili a costi più contenuti, grazie alle quali possono esprimere al meglio la propria creatività e trasformarla in business a disposizione delle imprese mature.”

“Abbiamo scelto come focus dell’edizione 2014 di R2B il  Rinascimento  della manifattura, convinti che attraverso di esso passi necessariamente il rilancio economico dell’Emilia-Romagna e dell’Italia. Una rinascita che chiama a raccolta tutti i protagonisti: le istituzioni che devono agevolare l’incontro tra tradizione manifatturiera e nuove tecnologie, l’industria che deve spingere sull’innovazione per restare competitiva, i nuovi maker o artigiani digitali per i quali abbiamo appena costituito una rete nella nostra regione” ha dichiarato Paolo Bonaretti di Aster.

Dopo nove anni R2B – Research to Business guarda sempre più oltre i confini nazionali. Questa edizione ospiterà, infatti, la tappa iniziale del World Food Research and Innovation Forum, il progetto principale con cui la Regione Emilia-Romagna parteciperà a Expo 2015. Si parlerà di bioeconomia, sostenibilità e conversione delle produzioni industriali, cambiamenti negli stili di vita e di uno sviluppo che, sempre di più, deve preoccuparsi dell’utilizzo razionale delle risorse e della salvaguardia del pianeta.

Inoltre un focus particolare sarà dedicato quest’anno ai Fablab, e ai temi della produzione digitale e dei makers, attraverso un’area espositiva dedicata e alcuni workshop tra cui: “Come costruire una FabLab” (4 giugno, ore 15.00 Arena R2B – Pad.33 ); FabLab: istruzioni per l’uso (4 Giugno 15.00 | 16.00 Arena R2B  – Pad. 33) e La Rete della Manifattura Digitale in Emilia-Romagna e Le nuove realtà di manifattura digitale nella relazione con il territorio. Opportunità e sfide (5 Giugno 10.30 | 12.30 Sala 4 – Pad. 34

E proprio al Rinascimento della Manifattura sarà dedicato l’evento di apertura di R2B, in programma mercoledì  4 giugno alle ore 10.00, che avrà come titolo “Ripartire dalla manifattura: politiche industriali, innovazione e strategie europee per rilanciare la crescita“. Successivamente, alle ore 12.00, il programma degli eventi prosegue con Premio Smart City e eGoverment, due riconoscimenti dedicati alle Pubbliche Amministrazioni virtuose del territorio che hanno sviluppato progetti in chiave smart city, nel primo caso e progetti di riuso di tecnologie digitali nel secondo caso.

Giovedì alle ore 10, il programma inizia con gli Smau Mob App Award, il premio, realizzato in collaborazione con la School of Management del Politecnico di Milano, dedicato alle migliori app per il mondo business e consumer.

All’interno dell’area R2B, la mattinata di Giovedì sarà interamente dedicata al tema di Expo 2015 con, il convegno dal titolo “Bioeconomia e Sviluppo Sostenibile: la Strategia dell’unione Europea. Prima conferenza del World Food Research and Innovation Forum, verso Expo 2015”, un momento di confronto tra il sistema della ricerca e dell’innovazione e la strategia europea per la bioeconomia, con lo scopo di sollecitare la nascita di nuove idee sulle quali investire per migliorare il pianeta. Il programma della mattinata prosegue, alle ore 12.00 con la consegna del Premio Innovazione ICT e Lamarck: un unico evento che riunirà imprese mature e startrup al fine di favorire lo scambio e il networking e mettere in luce le best practice di utilizzo delle tecnologie digitali e le migliori startup pronte per entrare sul mercato.

Nell’arco dei due giorni si parlerà, inoltre, di finanziamenti alle imprese e startup, attraverso un ciclo di workshop che si svolgeranno nell’Arena Startup e Finanza e nell’ambito degli info point dedicati alla PIattaforma FinancER nell’area di Aster. Di grande rilevanza anche il tema Expo 2015, che verrà affrontato da diversi momenti di approfondimento a cura di Explora, società partecipata da Expo a servizio dei territori e delle imprese che incentiva il business degli operatori, Cefriel e Isnart, l’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, dedicati alle imprese della regione, operanti nel settore del turismo e delle tecnologie digitali, per scoprire come cogliere le numerose opportunità di business offerte da questo importante appuntamento. Quali sono le opportunità per le imprese italiane derivanti da Expo 2015 e come poterle sfruttare al meglio? Come promuovere tua impresa nell’ambito di questo importante appuntamento? Come utilizzare il patrimonio di informazioni e dati prodotti in occasione dell’Esposizione Universale per sviluppare nuovi progetti di business? Queste sono alcune delle domande a cui risponderanno i workshop in programma.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook