Le Vie Sacre del #Sud, di scena alla #BITREL di #Foggia

0

Nell’ambito dell’edizione 2012 della B.I.T.R.E.L, la Borsa Internazionale del Turismo Religioso, e del Salone Vie Sacre del Sud, l’Università degli Studi di Foggia e lo spin off ArcheoLogica s.r.l. hanno organizzato la Tavola rotonda dal titolo “Vie Sacre del Sud: storia, archeologia, valorizzazione”.

L’incontro si terrà venerdì 26 ottobre, alle ore 17.30, presso gli spazi espositivi dell’Ente Fiera di Foggia (viale Fortore, 143).

 

La tematica al centro della Tavola Rotonda saràla Via Francigenae le altre vie sacre, antichi percorsi attraversati nei secoli da pellegrini e viaggiatori e oggi al centro di un vivace fermento di riscoperta, nell’ottica di promozione di un prodotto turistico originale e in grado valorizzare i molteplici e caratteristici aspetti storici e culturali della Puglia e delle altre regioni meridionali.

 

L’iniziativa intende offrire un prezioso contributo al dibattito, attraverso l’analisi dei dati delle ricerche storiche e archeologiche relative a questi percorsi e al vasto patrimonio che connota i territori attraversati. L’obiettivo è quello di avviare un confronto costruttivo, su solide basi scientifiche, con tutti i soggetti che sotto vari aspetti si occupano di questi temi e operano per la valorizzazione e la promozione a fini turistici dei territori interessati.

 

Il programma della Tavola Rotonda:

 

Chairman

 

Prof. Giuliano Volpe, Magnifico Rettore Università degli Studi di Foggia

 

Interventi

 

Dott. Angelo Valentino RomanoStrade, insediamenti e luoghi di culto fra Troia e Monte Sant’Angelo in età tardoantica

 

Prof. Renzo InfanteItinerari della via Francesca (Francigena) nella Daunia tardoantica e medievale

 

Prof. Giorgio OtrantoLa diffusione del culto micaelico dal Gargano all’Italia meridionale

 

Prof. Pasquale CorsiLe vie sacre minori

 

Prof. Saverio RussoPellegrini in Puglia tra Seicento e Settecento

Con cortese preghiera di pubblicazione e/o diffussione.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook