TASSATE ANCHE LE BORSE DI STUDIO, LA PROTESTA DEI MEDICI

0

Non si sa più cosa tassare e, in attesa dei “grandi interventi volti” allo sviluppo, il Governo ha pensato bene di tassare le Borse di Studio (non è certo la fantasia che manca), ecco il documento di MEDI.FOR.PUGLIA

“A tutti i nostri colleghi

A nostra insaputa il governo Monti, dopo averci già coinvolto a novembre 2011 nei primi tagli (aumentando la trattenuta ai fini previdenziali dal 16 al 17%) ha emanato un emendamento relativo alla “Conversione in legge, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento”.

Fra le tante norme è comparsa la tassazione delle borse di studio il cui importo superi gli 11.500€ annui.  Verrà, pertanto,  sottoposta a tassazione IRPEF esclusivamente la somma eccedente  11.500 euro; inoltre, le borse di studio superiori a tale importo vengono assimilate ai redditi da lavoro dipendente.

Questa disposizione comporterebbe il prelievo fiscale sulle borse di studio per la frequenza dei corsi di dottorato di ricerca, di perfezionamento e di specializzazione erogate dalle Università ivi inclusi i contratti di formazione medica specialistica a queste equiparate, nonché gli assegni di studio erogati dalle regioni, tutti importi attualmente esentati a norma della legge 476 del 13 agosto 1984.

Il calcolo del danno economico è di almeno 270 euro al mese, circa 3240 euro annui.

Veniamo, dunque,  equiparati a dei lavoratori dipendenti, senza i loro diritti (straordinari, festivi, turni notturni, maternità, rischio biologico e radiologico). Pur essendo a tutti gli effetti medici in formazione, che pagano delle tasse universitarie ,il cui importo viene aumentato di anno in anno per servizi inesistenti e che affrontano ogni anno degli esami di passaggio.

 

La legge è stata approvata in Senato in data 11/04/2012 e verrà discussa alla camera Mercoledì prossimo il 18/04/2012.

Vogliamo accettare queste condizioni??

La nostra associazione in accordo con quella nazionale ha intenzione di opporsi in questo modo:

Lunedì 16/04/2012 Sciopero completo da tutte le attività nella nostra stuttura operativa

Martedì 17/04/2012 Sit in Nazionale a Roma davanti Montecitorio per rivendicare i nostri diritti.”

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook