3100 visitatori per Smau Firenze, soddisfazione per la qualità della manifestazione

0

smaubadgeIl primo appuntamento di Smau e Toscana Technologica, l’evento di riferimento per il mondo della ricerca e dell’innovazione della Regione si è concluso oggi con un bilancio positivo: oltre 3.100 visitatori hanno varcato le soglie del padiglione Cavaniglia per assistere agli oltre 60 workshop in programma e incontrare le oltre 120 imprese, dalle micro realtà ancora in fase di startup ai “big” del settore come Aruba, Microsoft, Oracle, Sap, SAS, Teamsystem e Vodafone: tutte accomunate dalla voglia di crescita e da un dinamismo che è stato premiato in questi due giorni con 5 riconoscimenti e che è stato incoraggiato dalle parole del Presidente Enrico Rossi, il quale, al termine della prima giornata di evento ha dichiarato: in questi due giorni di Smau e di Toscana Technologica abbiamo presentato un nucleo di imprese del nostro territorio agguerrite e dinamiche. Noi vogliamo correre con queste imprese: quando l’acqua è poca, bisogna scegliere e innaffiare le terre più fertili. Solo così possiamo contrastare il deserto. Una scelta di “rottura” con il passato ma che intende generare maggiore competitività, più produttività e, di qui, più ricchezza e benessere per tutti. La Regione punta su questo: 250 milioni che andranno per investimenti in ricerca e sviluppo, cui si aggiungono 90 milioni per la diffusione della banda larga, più altri circa 150 milioni per favorire il risparmio energetico. Tutti soldi che, per scelta della giunta regionale, andranno al sistema delle imprese: tutte, grandi e piccole. Noi ci abbiamo provato – conclude Rossi – ora la palla passa a loro, alle imprese”.

A commento dell’iniziativa aggiunge Pierantonio Macola: “il primo appuntamento di Smau Firenze e di Toscana Technologica ha messo in luce il dinamismo di una Regione in grado non solo di presentare un’offerta di innovazione unica nel suo genere, ma anche di cogliere, attraverso una rilevante presenza di imprenditori e manager in visita, le opportunità che l’innovazione e le tecnologie digitali, ormai trasversali a qualsiasi settore produttivo possono offrire per rinnovarsi e continuare a competere sul mercato. Una selezione di quanto presentato in questi giorni a Firenze sarà proposto il prossimo ottobre all’evento milanese di Smau dove questi attori incontreranno imprese provenienti da tutta Italia e potranno allacciare quindi nuove relazioni commerciali.”

Tra le iniziative di maggior successo “Invest in Tuscany” ha ospitato oltre 25 investitori nazionali e internazionali che hanno assistito alla presentazione delle startup nell’ambito dello speed pitching dedicato e partecipato agli appuntamenti di networking organizzati nell’arco della prima giornata di evento. A commento dell’iniziativa Marco Bicocchi Pichi, che ha recentemente ottenuto dall’IBAN – Italian Business Angel Network – il premio come miglior Business Angel dell’anno, dichiara: “essere presenti a Smau Firenze nell’ambito dell’iniziativa “Invest in Tuscany” è stata per me un’importante opportunità perché credo nei giovani innovatori e nelle loro idee e questa è l’occasione giusta per conoscere e avere nuovi spunti per nuovi investimenti: sono convinto che si debba avere il coraggio di adottare gli innovatori sia da parte delle imprese, che hanno la possibilità di far leva su nuovi prodotti più innovativi per accrescere la propria competitività, sia da parte degli investitori attraverso la formula del crowdfunding.”

La seconda giornata di Smau ha puntato l’attenzione sul tema delle smart communities attraverso la consegna del Premio Smart City alla USL 5 di Pisa, al Comune di Sarteano, al Comune di Lucca e all’Istituto di Biorobotica dell’Università S. Anna di Pisa. Hanno ricevuto il Premio eGovernment la  Regione Toscana, con la soluzione a riuso “Anagrafe Edilizia Scolastica” e il Comune di Livorno, con la soluzione a riuso “AIDA, piattaforma SUAP-SUED”.

Il premio è stato consegnato da Sara Biagiotti, rappresentante Anci Toscana e Sindaco Comune di Sesto Fiorentino ed è stato preceduto da un’intervista di Federico Pedrocchi di Radio24 ad Albino Caporale, Dirigente Sviluppo Economico della Regione Toscana, il quale ha affermato che “per creare indotto dai fondi a disposizione in tema di Smart City è necessario realizzare progetti intelligenti dalla qualità elevata ed oggi durante il premio abbiamo assistito alla presentazione di progetti di alto livello. Il lavoro che ora bisognerà svolgere è quello di saperli raccontare e comunicare affinché siano di utilità per l’intera cittadinanza”.

ECCO NEL DETTAGLIO I VINCITORI DEL PREMIO SMART CITY:

USL 5 DI PISA: l’azienda sanitaria ha avviato un progetto in collaborazione con Vodafone che ha portato alla realizzazione di un’applicazione mobile con interfaccia semplice ed intuiva che permette agli infermieri domiciliari di visualizzare i dati necessari per l’attività e che sia utilizzabile anche con smartphone a schermo ridotto. Il sistema integrato all’applicativo permette all’infermiere di avere sullo smartphone l’elenco degli appuntamenti e dei pazienti assegnati prima dell’orario di inizio lavoro. L’infermiere, una volta arrivato al domicilio del paziente, per accedere ai dati deve loggarsi sul portale App@round e accedere alla cartella clinica completa del paziente.

ISTITUTO DI ROBOTICA SCUOLA SUPERIORE S. ANNA DI PISA: il progetto ha previsto l’introduzione  in collaborazione con l’associazione “Neurocare” di Pisa di tre robot umanoidi DORO, CORO E ORO, all’interno di un gruppo di persone anziane residenti a Peccioli. Nella fase di test è stato possibile riscontrare un particolare entusiasmo verso i nuovi arrivati che sono stati subito incaricati della gestione delle attività quotidiane domestiche meno piacevoli.

COMUNE DI SARTEANO: il comune ha avviato dal 2012 un progetto di ampio respiro che mira ad organizzare, promuovere e commercializzare l’offerta turistica del paese facendo leva, oltre che sul patrimonio artistico, culturale e paesaggistico della nostra terra, sullo stile di vita di una comunità che, per prima cosa, ama vivere bene, in un contesto di relazioni positive e buone pratiche. Gli abitanti si sono cimentati, ad esempio, nell’iniziativa ‘Cittadini in posa’: esercenti, imprenditori e sarteanesi in genere si sono fatti fotografare con gli abiti e gli strumenti di lavoro. L’iniziativa si pone come un’alternativa alla consueta rappresentazione di un luogo turistico facendo diventare i cittadini in prima persona protagonisti e  testimonial del territorio. Tra le altre iniziative di partecipazione, nel portale si trova testimonianza di un altro progetto comunale ‘Adotta un’aiuola’ che consiste nel formalizzare un rapporto fra amministrazione e altro soggetto (singoli cittadini, gruppi di cittadini, associazioni, commercianti, imprenditori) finalizzato alla presa in carico e gestione di un’area pubblica a fronte di una targa che riporta il nome del soggetto adottante.

COMUNE DI LUCCA: ha previsto, con il progetto Lucca Port, l’introduzione all’interno della cinta muraria di veicoli a 0 emissioni per la consegna delle merci. Avviato nel 2007 ha già ottenuto i primi risultati: i benefici ambientali sono quantificabili in termini di riduzione delle emissioni dei principali inquinanti. Dall’attivazione del servizio (1 gennaio 2007) sono state effettuate 170.000 consegne con veicoli elettrici ad emissioni zero in città, risparmiando oltre 270 tonnellate di anidride carbonica, 1,2 t di monossido di carbonio, oltre 600 kg di ossidi di azoto e oltre 100 kg di PM 10. Attualmente il Comune sta lavorando per l’elaborazione del bando di gara per l’assegnazione del servizio fornito, definendo modalità di gestione orientate alla sostenibilità e alla riduzione dei consumi energetici anche grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici presso la base logistica per alimentare la fotta di veicoli elettrici.

NEL DETTAGLIO I VINCITORI DEL PREMIO EGOVERNMENT:

COMUNE DI LIVORNO: Il Comune di Livorno, è da sempre molto attivo nella realizzazione di servizi di egovernment, come la piattaforma AIDA, la soluzione a riuso sviluppata dall’Amministrazione per la gestione dello Sportello Unico per le Attività produttive (SUAP) e lo Sportello Unico per l’Edilizia (SUED).

REGIONE TOSCANA: La Regione Toscana ha realizzato la soluzione a riuso Anagrafe Regionale Edilizia Scolastica. Il progetto, a cui hanno collaborato la Struttura Infrastrutture e Tecnologie per lo Sviluppo della Società dell’Informazione e il Settore Istruzione ed Educazione, prende le mosse dalla necessità di adempiere alla legge 23/96 che richiede il censimento degli edifici scolastici a livello regionale. l portale realizzato da Regione Toscana, invece, mette a disposizione dei soggetti abilitati, Comuni, Scuole, Province, Osservatori Scolastici Provinciali, Uffici Scolastici Provinciali, Ufficio Scolastico Regionale e la stessa Regione, alcuni servizi quali la reportistica dei dati di anagrafe degli edifici scolastici, le planimetrie in autocad di ciascun edificio, le planimetrie e le destinazioni d’uso dei locali e la georeferenziazione degli edifici.

LE DICHIARAZIONI DI ALCUNI PROTAGONISTI DI SMAU FIRENZE:

 La prima esperienza di 2C-SAS alla SMAU Firenze si configura come esperienza positiva, che ha dato la possibilità alle due imprese partner di incontrare nuovi potenziali clienti. La prima giornata ha visto flussi più regolari di pubblico; nel complesso, è stata una opportunità per prendere contatto sia con aziende importanti, anche espositrici, sia con realtà di media e piccola dimensione

Massimiliano NuccioPh.D. 2C – Artificial Intelligence in Business Innovation

“La due giorni di SMAU Firenze ha avuto una valenza particolare per noi di Aruba che, essendo nati 20 anni fa a Bibbiena nel Casentino, abbiamo un legame particolare con questo territorio.E’ stato bello poter parlare di innovazione tecnologica in una terra fertile di start up come quella toscana e poter avere un contatto diretto con le giovani realtà imprenditoriali presenti in fiera, sperando di vederne crescere ancora tante attraverso il programma Aruba Cloud Startup”

Stefano Cecconi, Amministratore Delegato – Aruba

Questa due giorni è stata molto proficua per noi, abbiamo incontrato investitori e imprenditori interessati al progetto, abbiamo preso contatti con nuovi distributori provenienti da regioni dell’Italia ancora non coperte, abbiamo parlato con un pubblico interessato e preparato ad accogliere la tecnologia che proponiamo.

Giacomo Bartoloni, Paolo Carcia CEO e Co-founder – KTech

“Lo sviluppo delle Smart Cities rappresenta un fattore di crescita per il Paese. Vodafone svolge il ruolo fondamentale di facilitatore tecnologico per tutte le realtà che vogliono intraprendere questo percorso, attraverso la condivisione delle migliori esperienze nate all’interno del Gruppo che opera in 30 Paesi ed il coinvolgimento del tessuto imprenditoriale nazionale e locale nello sviluppo di soluzioni che abilitano l’erogazione di servizi innovativi a PA e cittadini. I Premi Smart City e Innovazione ICT, assegnati in questa due giorni fiorentina rispettivamente alla USL di Pisa e ad Hospital Consulting grazie alle soluzioni proposte da Vodafone, – prosegue Costantini – rappresentano la testimonianza concreta del continuo impegno nel realizzare un’offerta che consenta alla Pubblica Amministrazione ed alle Aziende di raggiungere più rapidamente i propri obiettivi di efficienza, offrendo al contempo un miglior servizio a cittadini e clienti”

Manlio Costantini, Direttore Enterprise – Vodafone

Per prima cosa possiamo sicuramente affermare che questa tappa, SMAU Firenze, ha avuto un gran successo di pubblico. Diversi potenziali Clienti hanno apprezzato le nostre soluzioni offerte, chiedendo la possibilità di fare delle analisi approfondite presso le aziende. Essendo noi una società di Software e Servizi questo è quanto di meglio possiamo desiderare. Inoltre, abbiamo avuto modo anche di incontrare già nostri clienti, confermando così l’importanza della nostra partecipazione a questo evento.

Lucia Lazzeretti, Responsabile Commerciale – SIGLA Center

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook