SMAU Firenze, ecco i vincitori del Premio Innovazione, oggi la seconda giornata

0

smaumilano2012bSi è tenuta nel pomeriggio di ieri la prima edizione del Premio Startup, riconoscimento dedicato alle startup più innovative presenti in fiera e del Premio Innovazione ICT Toscana, riconoscimento che l’Osservatorio Smau consegnerà ai progetti più innovativi di utilizzo delle tecnologie digitali da parte delle imprese. Un unico evento, quindi, che vedrà riunite imprese mature e nuove realtà per stimolare imprese e imprenditori, già campioni d’innovazione, a fare un passo avanti e scoprire come le startup diventano oggi un formidabile alleato per accelerare l’innovazione in azienda.

Ecco dalle parole di Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau, l’obiettivo del premio: “Con il Premio Innovazione ICT e il Premio Startup, vogliamo creare un ponte tra startup e imprese mature, affinché si realizzi quel dialogo, imprescindibile oggi, per accrescere l’innovazione delle nostre imprese. Oggi, infatti una nuova stagione si affaccia al mercato: le startup possono diventare il reparto di ricerca e sviluppo delle nostre imprese; le tecnologie digitali sono accessibili con un livello di complessità e un costo inimmaginabile solo pochi anni fa e la comunità europea, assieme alla Regione Toscana, prepara una programmazione dei fondi che valorizzerà e incentiverà la specializzazione dei territori. Imprenditori e manager sono dunque i nostri protagonisti, a loro spetta il compito di interpretare al meglio le opportunità di questa stagione di cambiamenti e guidarci verso la ripresa. ”

L’evento è stato preceduto dallo speed pitching di startup e imprese mature, in cui le imprese si presenteranno in 90 secondi al pubblico in sala. Successivamente si è passati alla consegna del Premio Startup. Sono tre le realtà che hanno conquistato la prima edizione del Premio: Era Endoscopy, startup di Pisa, del Distretto Toscano Scienze della Vita che ha realizzato Endotics® , sistema che rende fattibile, senza ricorrere alla sedazione, la colonscopia indolore. L’apparecchio si compone di Si compone di un dispositivo monouso, la sonda Endotics®, pilotato in maniera elettro-pneumatica, molto morbido e flessibile, controllato dal software dedicato “Endotics® manager” .  KTech è la seconda vincitrice con il prodotto Ktech 3d Genesis, stampante 3d di design con corpo in alluminio e acciai, completamente wireless. Infine, Viditrust, startup di Siena che ha brevettato un innovativo sistema anticontraffazione, QR®, patent pending: una soluzione anticontraffazione basata sullo sviluppo di un “timbro intelligente”, non riproducibile, che integrato nella grafica del package o dell’etichetta del prodotto e stampato senza costi aggiuntivi dal tipografo di fiducia, risulta verificabile infinite volte da chiunque possieda uno smartphone di ultima generazione attraverso l’app gratuita.

Nell’ambito del Premio Startup è stato consegnato anche il Premio MADE IN TUSCANY: Premio speciale per l’innovazione a cura della Nazione: un riconoscimento alla startup più innovativa nel mondo dell’Editoria e dei new Media che è andato a Papermine, startup di Firenze nata a dicembre del 2013 da un progratto di Karlo Kukavicic e del suo team di sviluppatori. La startup ha presentato una piattaforma di web publishing che si distingue da simili strumenti presenti sul mercato per la sua capacità di creare, distribuire, promuovere contenuti multimediali capaci di fare “stand out”. La piattaforma offre una speciale user’s experience grazie al suo innovativo viewer, con una sfogliabilità effetto 3D, mentre il suo editor è un’interfaccia user’s friendly, accessibile a tutti, flessibile, versatile.

Prima di proseguire con le premiazioni Alvise Biffi, Vicepresidente Confindustria Piccola Industria, ha presentato AdottUp, il programma di Confindustria per l’adozione delle startup.

A seguire Federico Pedrocchi di Radio 24 ha intervistato Gianfranco Simoncini, Assessore Attività Produttive Regione Toscana ed Enrico Gasperini, fondatore e Presidente Digital Magics sul tema “Innovare le imprese attraverso le startup: incubatori e startup come reparto ricerca e sviluppo esterno all’azienda”.

Ed è proprio dalle parole di Enrico Gasperini che si comprende l’importnza dell’incontro tra startup e imprese: “L’Italia sta sviluppando un nuovo ecosistema dell’innovazione. Questa operazione è importantissima perché proprio dal settore del venture capital e delle startup dipende lo sviluppo della nostra economia digitale: abbiamo grandissime potenzialità in termini di capacità innovazione, ma siamo ancora indietro sull’uso di tecnologie in ambito business e sugli investimenti in startup innovative. Insieme a Smau stiamo facendo un grande lavoro di raccordo con il mondo delle imprese italiane: gli operatori industriali tradizionali infatti hanno bisogno di rinnovarsi e per innovare se stessi hanno bisogno delle startup digitali, di giovani e creativi con business idea originali e disruptive. Unendo questi due mondi si può da un lato dare linfa, vitalità, finanziamenti alle neoimprese che nascono e si può fare innovazione per le aziende esistenti. Gli incubatori come Digital Magics hanno un ruolo importante in quanto, operando in una logica di Open Innovation, supportano le imprese italiane nello scouting di idee innovative sui vari segmenti di mercato, nel co-investimento in startup, aiutando le neoimprese a trovare sbocchi sul mercato e favorendone le acquisizioni (exit)”.

Al termine Enrico Pagliarini di Radio24 è passato alla proclamazione dei vincitori del Premio Innovazione ICT Toscana che saranno premiati da Simone Bettini, Presidente Confindustria Firenze

I vincitori sono stati s scelti tra una rosa di candidati, che nelle ultime settimane hanno presentato il proprio progetto sul sito www.smau.it . 13 le aziende finaliste tra cui Qu.in, FGF, Hospital Consulting, VNE, Tiemme Toscana Mobilità, Voip Voice, Tenuta Ormanni, Gruppo Estra, Elica, il Comune di Firenze SBskin e Tecnoseal e Archa e 4 le aziende vincitrici per le quattro categorie del Premio.

1-     Categoria: Costruire Comunità Digitali:

Vincitore: Comune di Firenze. Progetto: Un sistema integrato di hardware e software capace di aiutare il turista in visita a Firenze a godere al meglio delle opportunità turistiche, culturali, enogastronomiche e di svago e per costruirsi un’esperienza di visita assolutamente personalizzata e in linea con le proprie aspettative, i propri interessi, i propri gusti. Nasce con l’idea di usare le tecnologie come leva per uscire dal “city tour” standardizzato il Sistema Informativo Città dei Saperi (Sics), messo a punto dal Comune di Firenze

2-     Categoria: Gestionali Evoluti per migliorare le performance

Vincitore: Qi.In per un progetto realizzato in collaborazione con Tema Sistemi, Business Partner Oracle. Progetto: Quanto un nuovo gestionale Erp può influire sulla vita di un’azienda? Moltissimo, e non soltanto negli ambiti tecnico-amministrativi che sarebbe lecito attendersi. Alla Qu.In., società fiorentina che si occupa di consulenza e formazione, l’introduzione di arpa wide, il nuovo Erp basato su piattaforma Oracle e dotato di un proprio sistema documentale integrato è stata soprattutto un’esperienza fondamentale di analisi e miglioramento dei processi interni. 

3-     Categoria: Il mobile che semplifica la vita

Vincitore: Hospital Consulting per un progetto realizzato in collaborazione con Vodafone. Progetto: Dal 1980, Hospital Consulting offre un servizio di gestione e manutenzione di apparecchiature elettromedicali. Ogni anno, l’azienda gestisce tra i 170 e i 190mila interventi manutentivi in ospediali e aziende sanitarie locali di tutta Italia. Il sistema “HC Tab”, sviluppato con Vodafone, crea un legame continuo tra la centrale operativa di Bagno a Ripoli e ogni singolo tecnico che, grazie a un tablet e a un’App, può inserire in tempo reale i dati relativi agli interventi effettuati, alimentare i database e accedere alle informazioni di cui ha bisogno: agenda degli interventi, documentazione tecnica, check list per i controlli 

4-     Categoria: Innovare per migliorare

Vincitore: Estra; Progetto: Centinaia di migliaia di fatture cartacee che prima giravano di mano in mano per gli uffici, con perdita di tempo, ritardi, smarrimenti, sono ora digitalizzate in un documento elettronico consultabile immediatamente da uno qualsiasi dei terminali dell’azienda. Il gruppo Estra, multy-utility di riferimento per i servizi gas e luce del centro Italia, ha portato a termine con successo un processo di riorganizzazione e digitalizzazione del ciclo passivo delle proprie fatture.

I vincitori dei due premi parteciperanno all’edizione nazionale del Premio Startup e del Premio Innovazione ICT che si terranno a  Milano dal 22 al 24 ottobre.

Oggi la seconda e ultima giornata di SMAU Firenze

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook