PIANO STRATEGICO TERRITORIALE DI CAPITANATA

0

\"\"Lo scorso 29 marzo il Consiglio Comunale di Torremaggiore ha approvato all\’unanimità "LA PRESA D\’ATTO DEL PROTOCOLLO D\’INTESA" riguardante "IL PIANO STRATEGICO TERRITORIALE DI CAPITANATA". L\’Amministrazione Comunale, nella persona dell\’Assessore Nicola Matarese, ha proposto, in maniera convinta a tutta l\’assise cittadina, l\’approvazione del punto all\’ordine del giorno di cui sopra. Non sono mancate però le precisazioni e le perplessità su un piano che non vede quasi in alcun modo presente nei suoi interventi il territorio dell\’Alto Tavoliere. In particolare, il Sindaco Alcide Di Pumpo, nel suo intervento ha rimarcato che "…noi aderiamo con convinzione a questo piano strategico… però non dimentichiamoci che noi veniamo da un primo Piano dell\’Alto Tavoliere che era la vera fotografia del territorio… Su sollecitazione della Regione Puglia si è provveduto a realizzare un Piano Strategico di area vasta che ha costretto tutte le province ad elaborare un piano unico e questo mi lascia molto perplesso… Anche durante il convegno organizzato – ha proseguito il Sindaco di Pumpo – da Confindustria presso l\’Amgas di Foggia, con la presenza del Ministro Di Pietro, abbiamo sentito che dei 10 miliardi di finanziamenti previsti per le infrastrutture per la Regione Puglia, alla Provincia di Foggia è stato riservato solo l\’8,3% delle stesse…. Di Foggia  non si è parlato o si è parlato pochissimo facendo riferimento solo alla stazione ferroviaria di Foggia, al porto di Manfredonia quasi per niente dell\’aereoporto. Nelle relazioni che ho avuto modo di ascoltare, e sono stato molto attento, non ho mai sentito parlare di Alto Tavoliere. L\’unico piccolo passaggio, legato più a un dato affettivo, lo ha fatto proprio il Ministro Di Pietro. Resto perplesso e preoccupato se di un intero territorio non si parla proprio in nessuno dei punti di questo piano. C\’era l\’esigenza di risolvere la raggiungibilità del casello autostradale di San Severo o di farne un altro in maniera da evitare l\’inutile attraversamento della città. Forse bisognerebbe andare oltre l\’idea del Gino Lisa ormai soffocato all\’interno della Città di Foggia e immaginare un aereoporto libero da vincoli legati all\’urbanistica cittadina. Il Tavoliere del resto ha grandi possibilità in questo senso. Come è collegato il porto di Manfredonia con San Severo e Torremaggiore ? E\’ necessaria quindi una politica di concertazione seria dove, all\’interno di un piano giustamente globale, abbiano spazio, secondo la propria vocazione, tutte le aree di un territorio. Non si tratta di campanilismo, anzi, si tratta di dare a tutti l\’opportunità e gli strumenti per crescere. Forse solo il comune di Torremaggiore ha provato a parlare fuori dal coro chiedendo una politica per la Provincia di Foggia adeguata a tutte le sue aree territoriali e denunciando che questo territorio non è considerato nella maniera adeguata. Io sono molto preoccupato – ha continuato il Sindaco -. L\’Accorpamento delle ASL è stato un altro depauperamento di questo territorio. Si parla di potenziamento della rete ferroviaria e la stazione di San Severo dopo aver subito due declassamenti forse ne subirà un terzo. A che gioco si sta giocando ? Qual\’è il ruolo dell\’Alto Tavoliere in questa provincia ? Qui viene la rabbia, l\’insoddisfazione, la provocazione anche. Queste cose, noi, come Amministrazione le registriamo. Allora d\’accordo nell\’approvare questo Piano di cui vogliamo essere primi attori. Io in prima persona come Sindaco la mia battaglia la sto facendo… però ci vuole più forza… ci vuole anche che le Amministrazioni del territorio, insieme a noi, spingano su queste tematiche e si facciano sentire. Siamo d\’accordo sulle cose  – ha concluso il Sindaco – però non assumiamo certo l\’attegiamento di chi si sente soddisfatto".

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook