A M2M & IoT Forum 2016 focus sulle tecnologie wireless

0

M2M & IoT Forum, in scena al Centro Guida Sicura Aci-Sara di Lainate (Milano) l’11 e 12 maggio ‘16, è l’evento dedicato al mondo della comunicazione tra macchine (M2M) ed alla sua attuale declinazione in IoT – Internet of Things: esposizione, demo e conferenza diventano così l’enzima d’incontro tra le nostre proposte di identificazione automatica, tracciabilità e localizzazione da un lato e le aspettative del pubblico dall’altro, che confluiscono verso un’unica meta, l’innovazione tecnologica di valore!

In questa cornice RFID Global è porta-voce delle tecnologie di identificazione wireless, in primis RFID e Bluetooth Smart (Bluetooth Low Energy, BLE), raccontando attraverso l’esposizione delle ultime versioni di device (reader/gateway fissi e mobili, tag/transponder/Beacon e periferiche), demo di live technology ed in conferenza la scintilla che dà vita alla filiera del dato, ossia la sua acquisizione.

Tecnologia RFID & NFC: le novità

Un ricco ventaglio di dispositivi RFID, in banda sia HF che UHF, ed NFC trasformano lo stand in un hub tecnologico sull’auto-ID: dai moduli per soluzioni embedded ai mid e long range reader, dagli hand-held dual-frequency agli apparati desk-top e wall-mount, dai mobile computer e periferiche agli add-on device fino alla paletta di tag/transponder e Beacon.

Il tutto all’insegna di doti prestazionali sempre più raffinate nella capacità di “intercettare” il dato (velocità e distanze di lettura e rilevazione massiva degli oggetti, ciascuno con una propria identità elettronica grazie al tag), di memorizzarlo ed inviarlo a destinazione (es. cloud) tramite diverse modalità di trasmissione (es. Ethernet, Wi-Fi, GPRS e Bluetooth), con una flessibilità d’implementazione potenziata dalle numerose interfacce di Input/Output e la facile predisposizione a connessioni con multiplexer ed antenne per la creazione di varchi, armadi intelligenti, tunnel etc.

Tecnologia Bluetooth Smart: dai device alla visione

Ma poiché innovare significa andar oltre la tecnologia tout court, M2M Forum è la cornice per infondere un’ulteriore carica a queste tecnologie tramite la nostra visione che, nel caso del Bluetooth Smart, è unconventional: questa tecnologia wireless è infatti pensata, progettata ed implementata, attraverso la famiglia BlueWave Bluetooth Smart Gateway & Tag Beacon, con un approccio fuori dagli schemi.

Qui l’impulso più disruptive consiste proprio nell’idea, nella visione su come implementare il Bluetooth Smart: tradizionalmente il Beacon (iBeacon nel linguaggio Apple) è posto come faro segnalatore, mentre lo smart phone di ultima generazione è in movimento e capta il segnale di advertising proveniente dal Beacon, avviando così una app di messaggi informativi o promozionali.

Nel nostro approccio unconventional, invece, è la persona o l’oggetto da rilevare ad essere dotato del tag Beacon, mentre nell’area da monitorare è installato il gateway reader BLE per rilevarne il movimento, il tutto ispirato alla logica dell’RFID attivo (collezionare i dati in anti-collisione ed in automatico provenienti da un elevato numero di Beacon in campo) e su base standard, quindi aperto all’interoperabilità dell’IoT: un’ibridazione, quindi, tra le doti distintive del BLE (standard, bassi consumi energetici e costi contenuti) e quelle dell’RFID attiva (rilevazione hand-free e anti-collisione).

«Il risultato è un sistema di identificazione, tracciabilità/monitoraggio, sensoristica e localizzazione (IPS – Indoor Positioning System) di oggetti e persone» precisa Massimo Damiani, Amministratore di RFID Global «che assegna al gateway/controller il ruolo di strumento intelligente di comunicazione, mentre il tag Beacon in movimento opera come un tag attivo RFID per trasmettere il segnale (codice identificativo) al gateway BLE».

 

Molteplici i territori di mercato ricettivi a beneficiare dei vantaggi applicativi di queste tecnologie, tra cui spiccano nella nostra esperienza Smart City & Smart Building, servizi nel Turismo, Logistica, Fabbrica 4.0, Vending e Sanità, grazie anche alla flessibilità del Dipartimento R&D nel progettare e realizzare architetture tecnologiche custom.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook