“Desidero complimentarmi per l’ottima riuscita dell’evento. È stata una giornata davvero
interessante e utile. Tutti i relatori, di elevato spessore, hanno fornito degli spunti di valore per poter
essere perfettamente adempienti al Regolamento UE. La scelta di avere molti speaker su vari aspetti
con interventi adeguati da un punto di vista del tempo, è stata a mio avviso vincente. La giornata è
stata di valore e non mi ha mai annoiata. Mi complimento anche per l’organizzazione, impeccabile.”

“Stiamo ricevendo dai partecipanti tantissimi feedback come questo, tanti partecipanti entusiasti
delle due conferenze. Hanno apprezzato in primis la qualità degli interventi e l’alto livello degli
Speaker. Nonché l’organizzazione e il format, studiato appositamente per rendere fluida una
giornata molto ricca di contenuti e, soprattutto, per agevolare la nascita di relazioni tra tutti i
presenti”. Così commentano gli organizzatori del GDPR Day, che lasciano parlare i partecipanti per
testimoniare il grande successo delle due conferenze.

Un format ormai rodato e perfezionato quello del GDPR Day, che dal 2018 continua a rispondere
alla richiesta di formazione proveniente da aziende e professionisti. Innanzitutto, i contenuti di
qualità, storico punto di forza della conferenza. Tematiche attuali, numerose e affrontate da vari
punti di vista. Entrambi gli incontri hanno visto la partecipazione di importanti autorità di settore
che hanno portato al pubblico la testimonianza delle attività delle due istituzioni: l’Avv. Guido
Scorza, Componente del Collegio del Garante Privacy e l’Ing. Stefano Moni, Dirigente Superiore
Tecnico della Polizia di Stato, Direttore dell’Ufficio Protezione Dati della Direzione Centrale della
Polizia criminale.

Così il team di Speaker di altissimo livello ha portato luce su argomenti molto
attuali, come il caso della Regione Lazio, la gestione della privacy durante la pandemia, le nuove
regole per i trasferimenti di dati extra-UE (dopo la sentenza SCHREMS II). Ma anche la conformità
dell’e-mail per usi aziendali e professionali nel 2021. Si è parlato di marketing tra big data e
profilazione, Registro del Trattamento, ispezioni e sanzioni, criminalità nel dark web. Ancora, un
caso esempio di adeguamento di un sito web, una simulazione di data breach e la compilazione
del modello per il Garante Privacy.

Nel corso delle due giornate si sono susseguiti relatori del calibro dell’Avv. Massimiliano Nicotra,
Avv. Adriana Augenti, Avv. Federica De Stefani, Avv. Fulvio Sarzana, Avv. Costanza Matteuzzi, Avv.
Monica Gobbato, Avv. Marco Tullio Giordano, Avv. Marco Cuniberti, Dott. Paolo Dal Checco,
Consulente in Perizia Informatica Forense e Indagini Digitali, Dott. Giovanni Caria, Ethical Hacker e
Security Specialist e Dott. Cesare Montanucci, Presidente del Collegio Italiano Privacy e Data
Protection Officer.

Le aziende Top Sponsor del GDPR Day
Le aziende Top Sponsor, quali iubenda, Didomi e OneTrust, hanno presentato soluzioni e servizi a
supporto di imprese e professionisti. L’adesione degli sponsor è fondamentale per l’organizzazione
delle conferenze e la loro qualità si rivela anche dai contenuti offerti. Oltre alla propria esperienza,
hanno proposto soluzioni ready-to-go per far fronte alle attuali esigenze in ambito privacy, anche
alla luce delle nuove linee guida del Garante: gestione del consenso, utilizzo dei cookie, gestione dei
dati personali e richieste di accesso dell’interessato. Un ulteriore contributo per i partecipanti che
hanno potuto portare a casa, oltre che con una formazione di qualità, anche con un ventaglio di
soluzioni di possibile implementazione.
Inoltre, grazie alla presenza del Mobility Partner Enerev, è stato possibile ammirare un modello di
auto elettrica Tesla.

I Patrocini e Media partner
Il GDPR Day ha avuto il patrocinio di diverse realtà del settore, che ne hanno apprezzato il valore. In
particolare, Adiconsum, ANIPA (Ass. Nazionale Informatici Pubblici e Aziendali), ANIPLA (Ass.
Nazionale Italiana per l’Automazione), ANRA (Ass. Nazionale Risk Manager e Responsabili
Assicurazioni Aziendali), ANDIP (ASS. Nazionale Difesa della Privacy), Club TI Milano, Collegio
Italiano Privacy, CREG (Centro di Ricerche Economiche e Giuridiche dell’Università di Roma “Tor
Vergata”), Inforav (Istituto per lo sviluppo e la gestione avanzata dell’informazione), Legal Hackers
Roma, Milano, Bari, Mantova e Genova, OsintItalia, Privacy Academy, Stati Generali
dell’innovazione, UNINFO (Ente nazionale di normazione per le Tecnologie Informatiche e loro
applicazioni). Media partner dell’evento: Top Trade, Bitmat, Zeroventiquattro, ITIS Magazine,
SimplyBiz, Risk & Compliance e Red Hot Cyber.

Il network, dalle cene alla Community su Telegram
Un altro importante benefit previsto per i presenti sono stati i numerosi momenti di networking. Il
giorno prima di ciascuna conferenza, gli Sponsor, gli Speaker e i titolari del Business Ticket si sono
incontrati alla Cena di Networking, un’occasione unica per conoscersi dal vivo creare nuove
relazioni e scambiarsi esperienze, in un contesto esclusivo e informale. Ancora la giornata stessa ha
visto diverse pause utilissime per tutti i partecipanti per incontrarsi e conoscersi di persona.
Concluse le conferenze, non sono finite le occasioni per restare in contatto e i momenti di
discussione sul GDPR, anzi continuano nel gruppo Telegram Community – GDPR Day, aperto a tutti
gli interessati.

GDPR Day as a service
Dalle esperienze e testimonianze raccolte è emersa già da tempo la richiesta di formazione continua,
non solo attraverso la conferenza dal vivo. Per questo è stata annunciata una trasformazione del
format del GDPR Day, un nuovo servizio a canone annuale colmo di opportunità per la formazione
su GDPR, Privacy e Data Protection. Questo servizio consentirà di usufruire di formazione ovunque
e in qualunque momento, sotto forma di workshop, corsi, webinar, conferenze ed altri tipi di eventi
offline.

 

Chiudi Popup
Seguici su Facebook