INAUGURATA IERI LA II EDIZIONE DI BITREL

0

Con il tradizionale e benaugurante tagli del nastro ha preso ufficialmente il via ieri, presso la Fiera di Foggia, la II edizione di ‘Bitrel’, la Borsa internazionale del turismo religioso, dei pellegrinaggi e dei cammini,  promossa dalla Regione Puglia e organizzata dalla Provincia di Foggia (ente capofila), in collaborazione con la Camera di Commercio, l’Ente Fiera di Foggia e i Comuni di Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo e Foggia. Di rilievo il parterre che ha preso parte all’apertura de  “Vie Sacre del Sud”, esposizione interamente dedicata al culto religioso in Puglia:  Mons. Francesco Pio Tamburrino(Vescovo della Diocesi Foggia-Bovino), Silvia Godelli (Assessore regionale al Turismo), Billa Consiglio( assessore provinciale alla Cultura e Presidente di Promodaunia), Fedele Cannerozzi (Presidente dell’Ente Fiera di Foggia), Federico Massimo Ceschin (coordinatore di Bitrel), Luigi Pompilio (sindaco di San Giovanni Rotondo, Antonio Mazzamurro (assessore al Turismo del Comune di Monte Sant’Angelo), Matteo Morlino (Assessore all’Istruzione del Comune di Foggia), Michele Dedda (sindaco di Bovino), Rino Lamarucciola ( sindaco di Pietramontecorvino), Giovanni Cipriani (Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Foggia), Giancarlo Piccirillo (Direttore di ‘Pugliapromozione’), Mons. Laurindo Guizzardi (rappresentante della Pastorale del turismo brasiliano) e Faisal Saleh (rappresentante del Governo brasiliano). Suggestivo e molto evocativo l’allestimento scelto per riprodurre il sentimento religioso e delle feste patronali dei 258 comuni pugliesi, molto ben visibili  nella loro collocazione sita nel padiglione 71. Oltre duemila metri quadrati di open space occupati da fotografie e luminarie:  un vero e proprio percorso dedicato alle tappe pugliesi della Via Francigena del Sud, vera chicca della manifestazione. Sono documentati eventi come le Fracchie di San Marco in Lamis e la Focara di Novoli, con particolare attenzione agli aspetti pirotecnici. Non mancano gli spazi istituzionali con gli stand di Regione Puglia, Provincia di Foggia, Promodaunia, dei comuni di Monte Sant’Angelo e San Giovanni Rotondo e della Camera di Commercio di Foggia saranno presenti anche Slow Food e il Cai, il Club Alpino Italiano. Alla novità degli spazi espositivi, ovviamente, si affianca la vincente formula proposta l’anno scorso: 5 giorni di workshop, incontri business to business (al quale prendono parte 49 buyers provenienti da 21 Paesi), educational tour itineranti sul territorio e cammini di fede strutturati per promuovere e ampliare un settore dell’industria turistica in costante crescita. Un evento itinerante tra Monti Dauni, Foggia, Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo e Bari. ‘Bitrel’, quindi, diventa preziosa vetrina per la Puglia in momento cruciale per lo sviluppo e per l’economia. “Con la Regione – ha dichiarato Billa Consiglio – stiamo lavorando per un’attività mirata di promozione, in particolar modo sul segmento del turismo religioso e devozionale. La Capitanata ha risorse e ricchezze che possono far diventare questo territorio capofila del progetto ‘Patroni di Puglia’. Con l’enorme e coordinato sforzo di ‘Bitrel’ – conclude- abbiamo dimostrato che gli Enti tra di loro sanno collaborare per raggiungere obiettivi importanti”. Impegnato in questo percorso evolutivo è anche l’Ente Fiera di Foggia. “Abbiamo dato la piena disponibilità di questi spazi – ha spiegato Cannerozzi – per valorizzare e premiare le tradizioni e le potenzialità di tutta la Capitanata. La Fiera di Foggia continuerà ad impegnarsi in questa affascinante fase sperimentale”. Parole di elogio giungono anche da Mons. Tamburrino, il quale esorta Istituzioni, imprenditori e operatori a puntare sul segmento del turismo religioso per produrre la meritata ricchezza e successo che la Capitanata attende da tempo. “Sono estremamente contento che questo segmento sta affondando le sue radici in questo territorio che per patrimonio, tradizioni e bellezze dev’essere il punto di riferimento regionale. Il turismo religioso – aggiunge- valorizza il passato, il presente e soprattutto il futuro. Per noi Cristiani questo tipo di attività si chiama pellegrinaggio ed assume aspetti mistici, ma esso si concilia bene con la cultura, la storia e l’enogastronomia, fattori che muovono l’economia. Sono convinto che ‘Bitrel’ saprà dare la giusta visibilità alla Capitanata, che annovera realtà religiose vive e pulsanti come San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo”. A porre il sigillo sul concetto di ‘Capitanata capitale del turismo religioso’, ci ha pensato l’assessore Godelli. “Questo evento non è circoscritto alla sola provincia di Foggia, ma coinvolge tutto il territorio regionale. Intorno a ‘Bitrel’ – aggiunge- si sta creando una rete e la prima iniziativa ad essa agganciata e ‘Patroni di Puglia’. Questa rete di iniziative vede la Capitanata capofila, in quanto essa annovera le bandiere del turismo religioso: San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo. La volontà di firmare il protocollo d’intesa con ‘Peregrinus’, rappresenta la ferma volontà della Regione di far fare un salto di qualità a Bitrel e a questo territorio. Il segmento religioso ben si sposa con il quello balneare, culturale, storico ed enogastronomico riuscendo nell’intento di rendere la Puglia fruibile tutto l’anno. Con soddisfazione – conclude – possiamo constatare che siamo sulla buona strada, tant’è che quest’estate la nostra regione si è classifica prima in Italia per quel che concerne gli arrivi e seconda per la media di riempimento di posti letto”. Al termine della sobria cerimonia di inaugurazione degli spazi espositivi sono partiti sia il primo educational tour alla volta della scoperta di Bovino ed Ascoli Satriano, sia gli incontri business to business.

IL GEMELLAGGIO CON ‘PEREGRINUS’

Un forte impulso alla II edizione di ‘Bitrel’, lo darà sicuramente il gemellaggio con il Brasile. Infatti, nel 2011, le prospettive aperte dal patto di interscambio e di amicizia con Peregrinus sono molto interessanti: il Brasile, infatti, è la settima potenza economica mondiale, la prima del Sudamerica, e rappresenta un mercato che esprime interesse crescente verso le nuove destinazioni del turismo italiano, con un trend in crescita per i luoghi ricchi di testimonianze storiche e artistiche legate alla religiosità. Il Brasile, oltre ad essere la più grande nazione cattolica del mondo, con oltre 100mila case religiose, è uno dei Paesi BRIC (insieme a Russia, India e Cina) caratterizzati da una grande popolazione, un territorio immenso, eccezionali risorse naturali e strategiche: tutte caratteristiche che hanno accelerato, in questi ultimi anni, una forte crescita del Pil e un altrettanto rapido sviluppo delle quote nel commercio mondiale. Il primo passo verso il gemellaggio che sarà ufficializzato a Monte Sant’Angelo, sempre dopodomani, è stato compiuto dal 7 al 10 luglio scorso, quando una delegazione di BitRel ha partecipato a “Expocatolica”, la più grande fiera mondiale nel settore degli articoli religiosi e della promozione dei servizi al turismo religioso, evento che si è svolto a San Paolo del Brasile e che al suo interno ha ospitato “Peregrinus”, la Borsa del Turismo Religioso più importante del Sudamerica.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook