IL TEATRO CIVILE FESTIVAL DI LEGAMBIENTE 2011

0

David Riondino con “Cibus”, il 17 luglio, apre la quinta edizione del Teatro Civile Festival di Legambiente. Tra gli ospiti anche Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa con “Loretta Strong”, il Teatro delle Ariette con “Matrimonio d’inverno” e Dario Vergassola con “Le parole della satira, lezione spettacolo per imparare a nutrire lo spirito”. Teatro di strada a cura del Festival Troia Teatro con il Debutto assoluto del lavoro a tema “cibo”. Laboratori di Teatro per l’infanzia e teatro Danza più quattro serate di concerti di classe al Castello “per impreziosire un programma – sottolinea Franco Salcuni, ideatore del festival – ricchissimo di eventi di grande levatura artistica e culturale”.

“Il programma del festival di Monte Sant’Angelo di quest’anno – ha dichiarato Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente – era nato per celebrare il recente ingresso della Dieta mediterranea tra i patrimoni dell’umanità riconosciuti dall’Unesco e oggi siamo qui, invece, a festeggiare un doppio successo con l’inserimento in quella lista anche del Santuario di San Michele al Gargano. Legambiente, scegliendo Monte Sant’Angelo per la sua ‘estate meridionale’ ha voluto puntare su questi luoghi come rappresentativi del Sud Italia, avviando, sette anni fa, un percorso nuovo, incentrato sulla qualità culturale del territorio. Con grande soddisfazione, quindi, quest’estate celebreremo questo riconoscimento proponendo otto giorni di spettacoli, arte e cultura, all’insegna del buon cibo e della sostenibilità, con l’auspicio che l’importante riconoscimento sia un buon volano per qualificare sempre di più quest’area e costruire nuove prospettive di sviluppo per il Sud”.

Così Mariateresa Surianello presenta il progetto artistico della edizione 2011 “Abbiamo preso il cibo – bisogno primario dell’esistenza umana – come filo rosso di questa quinta edizione del Teatro Civile per tentare una riflessione che dalle sostanze materiche di cui ci alimentiamo arrivi a declinare la bulimia della società occidentale, attraverso le metafore che da essa ne scaturiscono. In un confronto con l’altra parte del mondo assetata e rapinata dal profitto di pochi, proponiamo un intreccio di visioni e linguaggi, tra parola, musica e danza, che annullino i confini tra le arti e nel loro farsi spettacolo aprano quelli geografici e culturali.”

Il Teatro civile festival inizia il 17 e termina il 24 luglio. Nel suo corso incontrerà anche FestambienteSud, incastrandosi per quattro giorni, dal 21 al 24 luglio, nella programmazione di musica, dibattiti, gastronomia della festa nazionale di Legambiente per il Sud Italia. Presto anche il programma di FestambienteSud.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook