NEMBO, IL NUOVO MARCHIO ITALIANO DELLE MOTO

0

Il mondo delle moto è in continua evoluzione, in un mercato sempre più esigente e ricco di appassionati bramosi di novità. Uno degli ultimi progetti innovativi, sebbene non rappresenti del tutto una novità assoluta, vede un nuovo motore a 3 cilindri, per cui si parla di cilindrate da 1.814 a ben 2.097 cc. Il nome è curioso, Super 32 Rovescio, ed è frutto della fantasia di Daniele Sabatini, titolare della neonata Nembo Motociclette di Roma. Si tratta infatti di untricilindrico trasversale raffreddato ad aria e olio, con distribuzione monoalbero in testa a due valvole per cilindro, caratterizzato dal fatto che i cilindri sono disposti al contrario, ovvero verso il basso.

Il basamento piuttosto compatto funge da elemento stressato nel telaio, in modo che il blocco cilindri sia libero da qualunque stress meccanico esterno; i cilindri invertiti invece godono di raffreddamento migliore. La lubrificazione è ovviamente a carter secco, in modo che l’olio, prelevato ovviamente da un serbatoio esterno, venga comunque spinto dalla pompa ovunque sia previsto che debba andare. I collettori di aspirazione sono verticali davanti ai cilindri, con il filtro dell’aria dietro al cannotto di sterzo, mentre quelli di scarico, chiaramente, sono posteriori, in basso.
Per questo motore si parla di potenze da 160 a 250 cavalli, con valori di coppia motrice da 16,5 a ben 24,5 kgm, senza utilizzare alcun tipo di compressore.

Nembo Motociclette è un marchio nuovo di zecca, nato per produrre moto totalmente Made in Italy. Poiché Sabatini non è un fanatico delle moto carenate, né tantomeno dell’utilizzo abbondante della plastica, la motocicletta che ospiterà questo motore godrà di un telaio e una carrozzeria essenziali, in modo da lasciane bene in vista la meccanica.

«Ho scelto questa particolare architettura “upside down” del motore per motivi sia estetici che funzionali» dice Sabatini. «Amando le motociclette, e considerandole la massima espressione dinamica della fusione tra uomo e macchina, è ovvio che il mio concetto di moto ponga il motore al primo posto. Inoltre  preferisco i motori raffreddati ad aria; mi piacciono anche quelli a liquido, purché abbiano comunque cilindri e teste alettati. Personalmente trovo prive di anima le moderne naked sportive, dove spesso il motore è fin troppo nascosto, e troppo evidentemente raffreddato a liquido: mi duole vederlo ingabbiato in un telaio e umiliato sotto dei pezzi di plastica. Così ho pensato che un buon sistema per avere un bel motore raffreddato ad aria bene in vista su una naked moderna fosse quello di capovolgerlo.”

L’incredibile Nembo Super 32 avrà forme decisamente interessanti, e sarà molto leggera: i pesi a secco varieranno da soli 140 a 155 kg (!) a seconda delle configurazioni, con un’eccellente distribuzione delle masse. La moto, inoltre, potrà essere “corta” o “ lunga” a seconda del forcellone posteriore utilizzato: nella configurazione attuale, con forcellone lungo 670 mm, l’interasse è di 1.450 mm.

La casa romana ha promesso novità entro Natale: la vedremo forse al prossimo salone della moto di Milano?

Itmsport

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook