Al Magna Graecia di Catanzaro protagonista la Tonda di Calabria Bio

Il palcoscenico delle grandi occasioni per la Tonda di Calabria Bio al Magna Graecia Film Festival.

La ribalta con il Premio Nocciola d’Argento, conferito a Francesco Pannofino, attore dalla carriera intensa e doppiatore di successo, protagonista del film “Ostaggi” diretto da Eleonora Ivone, opera prima della kermesse, proiettato nel corso della serata.

Il Premio è stato consegnato da Giuseppe Rotiroti, presidente dell’Ats Tonda di Calabria Bio e del Consorzio di Valorizzazione e Tutela Nocciola di Calabria, con la seguente motivazione: “Perché l’arte è impegno e dedizione, è talento che si arricchisce e si consolida con l’esperienza, così come la pianta del nocciolo, che con il lavoro di chi l’accudisce e la coltiva porta a frutto.

Perché l’artista, interpretando i personaggi, dà voce a tante storie, alle storie di uomini e donne che dal particolare divengono un racconto corale e patrimonio universale. Così come i noccioleti sono la testimonianza di generazioni di uomini e donne che con la loro fatica hanno voluto e vogliono tramandare cultura e paesaggio a chi c’è oggi ed a chi verrà domani. Nel loro esistere, nella loro biodiversità custodita e tramandata sono testimonianza di resilienza.

Perché come per l’artista contano i gesti, contano le scelte dei ruoli che si vogliono rivestire per essere protagonisti del proprio presente.

Anche noi agricoltori ci sentiamo artisti, artisti di un’agricoltura moderna che fa tesoro del passato e guarda al futuro”.

Un altro riconoscimento è stato consegnato a Gianvito Casadonte, fondatore e direttore artistico del Magna Graecia Film Festival, da Domenico Martelli, presidente Associazione culturale Nocciola biologica calabrese, per l’impegno profuso, attraverso la kermesse, per la promozione della sua terra e dei suoi protagonisti nei vari ambiti, culturale, economico, sociale, e tra queste, nell’edizione 2021, del comparto corilicolo dell’areale dei comuni di Cardinale e Torre Ruggiero.

Il premio e la targa sono stati realizzati dall’Officina Orafa di Cardinale.

La nocciola è stata ospite e protagonista, anche, della conferenza stampa che ha anticipato l’evento, con una rappresentanza dell’Ats Tonda di Calabria Bio. Nell’occasione è stato evidenziato il connubio forte tra Ats e il Magna Graecia Film Festival, nel segno della cultura ed espresso l’auspicio che il piano di resilienza del Governo preveda risorse adeguate al rilancio delle aree interne e per qualificare i territori, coinvolgendo operatori del settore produttivo e culturale. Durante la conferenza stampa e la serata sono state distribuite confezioni di degustazione della Tonda di Calabria Bio, a vip, giornalisti presenti e pubblico.

In tutte le serate della kermesse il palato degli ospiti è stato deliziato dai dolci realizzati a base di nocciola da Paolo Caridi, pastry chef di Casa Mastroianni. Un tripudio di sapori: dai profiteroles al gianduia, alle nocciole bassinate, al millefoglie con crema di nocciole e chantilly.

E ancora i cannoli e il gelato realizzati con ricotta del Monte Poro e granella di nocciole, sempre realizzati da Casa Mastroianni, hanno concluso la serata in un’elegante location della costa ionica, durante una cena curata dallo chef Antonio Cardamone.

«La Calabria ha tante eccellenze – ha evidenziato Caridi, in termini di prodotti agroalimentari – che però devono unirsi. Per promuovere la nocciola occorre anche raccontare il territorio, l’impegno e il sacrificio di chi c’è dietro, far vedere come sono fatti i noccioleti, come sono fatte le piante, i fiori prima del frutto, far emergere tutta quella realtà che la gente non si immagina».

Il progetto Ats Tonda di Calabria Bio rientra in un programma di valorizzazione di ampio respiro, nell’ambito del Psr Calabria 2014/2023.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook