Molto bene Calici di Stelle

0

Il celebre brindisi de “La Traviata” ha segnato il clou del secondo appuntamento con Calici di Stelle, evento che ieri sera, dopo l’anteprima nazionale di martedì scorso a Trani, ha fatto tappa nel Salento, a Copertino, registrando un altro straordinario successo.

Allo scoccare della mezzanotte, sommeliers, turisti e appassionati hanno innalzato i calici celebrando la bontà dei vini e degli oli di Puglia avvolti dalla magia delle stelle cadenti.

Due serate ricche di emozioni, divertimento e cultura realizzate dal Movimento Turismo del Vino Puglia: oltre 60.000 visitatori hanno affollato i centri storici delle due località, con circa 7.000 bottiglie stappate di 50 aziende per due appuntamenti dedicati alla degustazione dei vini e degli oli extravergine d’oliva di Puglia.

Fil rouge di questa edizione è stato l’omaggio a Giuseppe Verdi, di cui ricorre quest’anno il bicentenario della nascita. Anche il Movimento Turismo del Vino Puglia ha celebrato questo evento di portata mondiale dedicando spazi di cultura e musica all’arte del genio di Busseto.

Dopo l’appuntamento del 6 agosto nell’incantevole Piazza Duomo di Trani, scelta dalla Presidente nazionale del Movimento Turismo del Vino Daniela Mastroberardino per inaugurare aprire l’evento in tutta Italia, il successo si è ripetuto ieri sera a Copertino.

Per quanto riguarda il programma artistico, in entrambe le città si è esibita la compagnia “Puglia Wine Love”, band di musica folkloristica che ha proposto un repertorio ispirato alla musica tradizionale pugliese accompagnato da ballerine di danze popolari e dalla soprano Paola Pennacchia. A Trani, nella cornice della “Osteria del Trani” si è svolto lo spettacolo “Ogni parola è musica”, a cura del musicista e cantante Pino Ingrosso. A Copertino, il maestoso Castello angioino si è animato con il percorso itinerante che ha guidato i wine lovers alla scoperta dei vitigni autoctoni di Puglia, culminando nella mostra di radio d’epoca e nello spettacolo “Grammofoni in concerto”, a cura del “Museo delle Radio d’Epoca” di Verona.

La partecipazione del museo di Verona è stata il vero valore aggiunto della serata offrendo la rara opportunità di godere dell’incanto di 12 grammofoni dei primi del Novecento, meravigliosi pezzi d’epoca perfettamente conservati, azionati a mano per diffondere le note delle più famose arie verdiane ispirate al vino. Oltre al pregio dei pezzi esposti, la manifestazione è stata impreziosita dall’utilizzo di dischi originali dell’epoca in gommalacca e carbone. Record di visite al Castello, dunque, con oltre 2.000 ingressi registrati.

Anche quest’anno sono stati molto apprezzati gli angoli di degustazione guidata dedicati al Moscato di Trani Doc e al Copertino Doc, denominazioni che caratterizzano i due territori e simboleggiano il crescente prestigio conquistato dai vini di Puglia in Italia e all’estero.

Inoltre, l’iniziativa “A prova di naso” e la possibilità di ammirare le stelle grazie all’osservatorio astronomico hanno arricchito il menu di una manifestazione che ha coinvolto, appassionato, incuriosito gli avventori, permettendo di scoprire qualche interessante novità o di accostarsi in modo semplice e diretto al magico mondo di Bacco.

Straordinario anche il successo ottenuto dalle visite guidate ai monumenti, eccezionalmente aperti per la serata, che hanno consentito ai tanti turisti giunti in città di scoprire e ammirare le meraviglie storico-artistiche di questi due centri rappresentativi del Nord e Sud della Puglia.

Calici di Stelle si è dunque confermata l’evento di punta del calendario di appuntamenti enogastronomici della Puglia e, soprattutto, un veicolo di visibilità e di sviluppo economico del territorio. A conferma di ciò il tutto esaurito registrato dagli esercizi di ristoro e accoglienza turistica nel corso delle due serate.

La manifestazione, che vede Le Città del Vino partner, è stata realizzata grazie al contributo di: Regione Puglia – Assessorato alle Risorse Agroalimentari, Città di Trani, Comune di Copertino, Camera di Commercio di Bari, Gal Terre d’Arneo e di 53 vignaioli pugliesi e 4 frantoiani.

Calici di Stelle inoltre si è svolta non solo nei centri storici di Trani e Copertino ma anche in cantina. Per coloro i quali non abbiano potuto raggiungere le due città o semplicemente abbiano preferito vivere la magica atmosfera delle botti, Calici di Stelle si è tenuta anche in quattro aziende aderenti al Consorzio Movimento Turismo del Vino Puglia: Teanum (San Severo-Fg), Tenuta Fujanera (Foggia), Cantina Vignuolo (Andria), Albea (Alberobello-Ba). Gli enoturisti hanno potuto così godere l’evento visitando anche gli impianti, incontrando i vignaioli e degustando i vini direttamente nei luoghi di produzione.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook