Sono 40 i bus che Anm mette in campo per rispondere subito alle esigenze di trasporto degli studenti e dei docenti per la riapertura di tutte le scuole di Napoli. L’azienda mobilità aveva preparato per tempo il piano di rientro che scatta domani con la riapertura di ogni ordine e grado in presenza.
Le linee che saranno riattivate da domani sono in totale 11, per complessivi 40 bus integrativi rispetto all’esercizio ordinario. Nel dettaglio: le linee S3, S4, S5 garantiranno agli studenti collegamenti diretti tra Pianura e gli istituti scolastici di Fuorigrotta, viale Kennedy, via Nuova Agnano e Vomero. Si aggiungono poi le linee in subaffidamento 606 (Scampia-Garibaldi), 650 (Garibaldi-Museo-Ospedali), 665 (Scampia-Chiaiano-Frullone-Ospedali-Vomero) e 680 (Scampia-Vomero-Fuorigrotta), attive su tratte ad elevata domanda, facendo scattare un sistema di trasporto integrato con la Metropolitana Linea1; le linee 682 e 684 incrementano l’offerta di mobilità assicurata dal 182 e dal 184 da San Pietro a Patierno verso le scuole di Calata Capodichino, Carlo III, via Foria e via Don Bosco; la linea 673 sarà a servizio del quartiere Barra; da ultima, la linea S2, realizzerà il collegamento diretto tra via Nuova Agnano, Fuorigrotta e il Vomero centro.
   “Noi siamo pronti – spiega l’amministratore unico di Anm Nicola Pascale – mettendo subito in strada 40 autobus in più rispetto ai normali servizi, per garantire il ritorno a scuola sereno degli studenti. I servizi di trasporto pubblico si stanno adattando, non senza difficoltà, alle mutevoli esigenze di questo particolare periodo. Per le scuole abbiamo tenuto conto degli orari differenziati di ingresso e delle esigenze poste dalla pandemia. Ringrazio ancora i nostri autisti e tutti i dipendenti, subito pronti a dare risposte sebbene tutti aspettino ancora la convocazione per le vaccinazioni”.
   Un lavoro, quello di Anm, in piena sintonia con il Comune di Napoli, come sottolineano l’assessore al trasporto pubblico Marco Gaudini e l’assessore all’istruzione Annamaria Palmieri: “Grazie al lavoro messo in campo – affermano – Napoli si fa trovare pronta per la ripresa delle attività didattiche in presenza, con l’incremento dell’offerta del trasporto pubblico, attraverso i servizi in sub affidamento. Con 40 bus su 11 linee puntiamo sempre di più a garantire maggiori possibilità di mobilità studentesca e non. Siamo felici, inoltre, di poter accompagnare le scuole in questo difficile passaggio che sicuramente va gestito con grande responsabilità anche dagli studenti, i quali hanno di certo bisogno di tornare ad una serena vita scolastica e di relazione. Auspichiamo che le misure adottate per il trasporto su bus siano valorizzate perché di certo sono frutto di uno studio e di uno sforzo volto a decongestionare il trasporto su ferro e a raggiungere e collegare i quartieri della città più coinvolti dalla mobilità studentesca”.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook