Abitazioni, scuole e uffici stanno diventando sempre più smart, anche per affrontare le nuove normative dovute all’emergenza coronavirus. Protagonisti di questa rivoluzione tecnologica sono soprattutto i tecnici dell’installazione professionale, a cui è demandato il compito di adattare nuovi sistemi e apparecchiature alle varie esigenze degli ambienti domestici o lavorativi. Le ultime soluzioni saranno presentate nel prossimo “Forum Nazionale Smart Installer”, terza edizione dell’unico evento nazionale di formazione e aggiornamento sui temi caldi del mercato dell’installazione. Questo evento, organizzato da Smart Building Italia e da Pentastudio, si svolgerà sabato 19 settembre per la prima volta in diretta streaming su www.smartbuildingitalia.it/forum-2020. Rappresenterà un’occasione di approfondimento e di scambio tra i maggiori esperti del settore per comprendere come tradurre in business le profonde modifiche introdotte dal lockdown in termini di dotazione tecnologica di case, luoghi di studio e di lavoro e aree urbane.

 

Il Forum, che si svolgerà sul tema “Il mercato dell’installazione dopo l’emergenza. Nuovi scenari e opportunità”, rappresenterà un tavolo di confronto tra gli installatori e le altre figure tecniche coinvolte. Oltre ai cambiamenti della professione e ai nuovi scenari, l’evento permetterà di entrare più a fondo nei mondi della connettività, della sicurezza, dell’efficienza energetica e dell’integrazione, anche in relazione alle ultime novità in ambito normativo e all’utilizzo dei benefit fiscali previsti dal governo per la ripresa. Parallelamente verrà aperto online un Marketplace B2B, che consentirà a tutti i partecipanti di sviluppare incontri one-to-one per approfondimenti tecnici e per informazioni commerciali e di accedere alla offerte speciali messe a punto dalle aziende partner, anche tramite stand virtuali.

 

“Si tratterà di una vera Convention virtuale, con l’obiettivo di promuovere e supportare una community di tecnici installatori non solo aggiornati, ma anche partecipi del loro futuro”, ha dichiarato Luca Baldin, project manager di Smart Building Italia e organizzatore del Forum. “L’emergenza coronavirus ha determinato, infatti, una fortissima accelerazione tecnologica, che esige di avere tecnici altamente qualificati e perfettamente allineati al resto della filiera, per non mancare un obiettivo di crescita e innovazione assolutamente necessari per agganciare la ripresa”.

 

Di tecnici

Chiudi Popup
Seguici su Facebook