Il volto Smart della città di Milano si incontra a SMAU

0

smau3Milano – Tra i protagonisti della prossima edizione di Smau Milano, in programma dal 22 al 24 ottobre a Fieramilanocity, sarà presente il Comune di Milano rappresentato dall’Assessorato alle politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca che presenterà diverse iniziative volte a mostrare il lato Smart della città.

Saranno 7 le imprese del programma “Comune di Milano: Diversamente Smart”: sette imprese cooperative che erogano servizi informatici e che hanno fatto della responsabilità sociale un loro punto di forza. Tra gli stand quindi si potranno incontrare Adelante Dolmen, una cooperativa sociale attiva dal 1997 nel settore dell’informatica che ha sviluppato competenze nello sviluppo di applicazioni gestionali e nell’assistenza tecnica sulle reti. L’azienda utilizza la leva dell’informatica per facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro di persone appartenenti alle categorie protette. Nel 2014 la cooperativa impiega stabilmente circa 35 persone di cui 20 appartenenti a categorie protette; Alveare Cooperativa Sociale Onlus, è un’azienda che si occupa di digitalizzazione ed archiviazione elettronica di documenti cartacei e che offre a persone svantaggiate la possibilità di entrare o rientrare nel mondo del lavoro fornendo un’esperienza in un ambiente in grado di avvantaggiarli in una successiva ricerca di lavoro; Cooperativa Sociale Cascina Bianca è un’azienda che offre servizi di digitalizzazione documenti e rielaborazione delle immagini e data entry si occupa di favorire l’inclusione di persone disabili e/o svantaggiate nel mondo del lavoro; Cooperativa Sociale Progetto Il Seme, azienda che si occupa di offrire servizi di contact center, sottotitolatura eventi, verbalizzazione riunioni e consigli comunicali ad aziende e pubbliche amministrazioni, nata da una collaborazione tra persone con disabilità e persone provenienti da realtà aziendali che con il loro know-how professionale permettono lo sviluppo di progetti imprenditoriali innovativi e attività̀ lavorative che accrescono e valorizzano le potenzialità̀ delle persone con disabilità anche grazie all’uso di tecnologie avanzate. Saranno presenti inoltre Universo Cooperativa Sociale che realizza corsi di formazioni in ambito ICT abilitando i detenuti del carcere di Bollate, Pensieri e Colori, agenzia di comunicazione che avvia percorsi di professionalizzazione a favore di persone svantaggiate e la cooperativa sociale onlus Il Naviglio.

“Come Amministrazione – commenta l’assessore alla Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Cristina Tajani – crediamo che la crescita e lo sviluppo di Milano passi attraverso una maggiore attenzione verso le start up, l’innovazione sociale e  i servizi al cittadino.  Se dovessi sintetizzare in uno slogan la via milanese direi: migliori servizi che raggiungono più persone con un dispendio minore di risorse fisiche, ambientali, di tempo. Insomma proviamo a coniugare equità ed efficienza attraverso l’utilizzo intelligente delle tecnologie”.  “In tre anni – conclude l’assessore –  abbiamo attivato di circa 70 progetti ‘Smart’, volti a promuovere il risparmio energetico, la sostenibilità e l’inclusione sociale. Progetti e azioni che nascono dal lavoro congiunto tra imprese, università, enti pubblici e associazioni di cittadini volti a disegnare una strategia d’insieme per valorizzare le tante capacità progettuali presenti sul territorio”.

Le aziende del progetto “Diversamente Smart” si presenteranno mercoledi 22 ottobre alle ore 11 in 90 secondi ciascuna, moderati da Emil Abirascid di Startupbusiness, nell’ambito di uno speed pitching con l’obiettivo di presentare la propria offerta di servizi. Lo speed pitching sarà preceduto dall’Assessore Cristina Tajani la quale presenterà l’iniziativa al pubblico delle imprese in sala.

Tra gli stand di Smau sarà possibile inoltre conoscere Fabriq, il primo incubatore del Comune di Milano specificamente dedicato a promuovere l’innovazione sociale con l’obiettivo di far nascere nuove imprese, produrre impatto sociale sull’area metropolitana milanese (in particolare il quartiere di Quarto Oggiaro) e creare occupazione favorendo l’imprenditorialità. Per presentare al pubblico di Smau il proprio lavoro, Fabriq ospita in Fiera quattro startup ospitate all’interno di Impact Hub, uno spazio di coworking e un incubatore di startup innovative in cui chi vede la sostenibilità come opportunità d’innovazione e crescita sviluppa progetti e dà vita a imprese ad impatto sociale e ambientale.

Da Jobmetoo, un portale di annunci di lavoro dedicato a candidati appartenenti alle categorie protette, a MarioWay, una carrozzella per disabili di concezione totalmente innovativa, che permette di muoversi in posizione semi-verticale (e a mani libere), Almostthere una startup che fornisce servizi di marketing, di consulenza e mentoring, coaching sportivo e Route220, che realizza stazioni di ricarica per veicoli elettrici che collegati all’App dedicata vengono segnalati agli utenti che possiedono autovetture elettriche.

Il Comune di Milano sarà inoltre finalista del Premio Nazionale Smart Communities, in programma  nella mattinata di giovedì 23 ottobre, con il progetto “Isole Digitali”, progetto che ha previsto il posizionamento di isole digitali in 30 diverse zone della città di Milano dotate di rete Wi-Fi in grado di garantire una velocità di navigazione fino a 30 Mb/s, attiva tutti i giorni 24 ore su 24, con un meccanismo non profilante dell’utenza e capace di sopportare molteplici connessioni contemporanee. Le aree sono dotate di panchine con prese elettriche, utili per ricaricare device portatili di ogni tipo e sono illuminate da un sistema smart, in grado cioè di gestire l’intensità luminosa e di ridurre i consumi, al quale è collegato un sistema di videosorveglianza in remoto per il monitoraggio e la sicurezza pubblica. In queste aree è presente un totem touchscreen multifunzionale in grado di fornire molteplici informazioni di carattere culturale (eventi teatrali, concerti, mostre), commerciale (attività locali, negozi storici e pubblici esercizi) e relative al trasporto pubblico.

Il premio, che consegnerà un riconoscimento ai più innovativi progetti di sviluppo delle città intelligenti da parte di comuni ed enti locali, sarà preceduto da un momento di confronto sul tema Smart Communities e Social Innovation come motore di sviluppo del territorio a cui parteciperà l’Assessore Cristina Tajani.

Le startup presentate dal Comune di Milano saranno chiamate, nell’arco dei tre giorni, a prendere parte ai diversi momenti di incontro e networking per favorire lo scambio di conoscenze e competenze, l’avvio di partnership e il trasferimento della ricerca. Numerosi sono gli speed pitching in programma, in cui le startup, moderate da Emil Abirascid di Startupbusiness, si presenteranno in 90 secondi al pubblico in sala e concorreranno al Premio Lamarck, un riconoscimento, in programma venerdì 24 ottobre alle ore 14.00, in contemporanea al Premio Nazionale Innovazione ICT. Il premio, realizzato con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria, prende il nome dal naturalista Jean Baptiste Lamarck e che consegnerà un riconoscimento ai più brillanti progetti d’impresa, pronti a rivoluzionare il business di imprese già strutturate.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook