Lo street food a Vino è Musica

0

STREET_FOODVino, olio, musica, aria buona, degustazioni ad hoc e “cibi di strada”, la Puglia che parla enogastronomico si sta preparando a sprigionare tutti i suoi sapori e profumi estivi. Grottaglie (TA) e precisamente il suo unico quartiere delle Ceramiche, dal 31 luglio al 1 agosto, è pronto ad attendere migliaia di turisti, appassionati e curiosi per la V edizione di Vino è Musica.

Tante le novità previste per quest’anno come il cibo di strada con lo “street food made in Puglia”, creato ad arte dai migliori chef pugliesi che si cimenteranno nella preparazione dal vivo di pietanze “street” rappresentative delle diverse aree della regione Puglia. Pietanze, farciture e condimenti creati ad hoc utilizzando esclusivamente i migliori ingredienti di produzione locale.

Riccardo Barbera, Agostino Bartoli, Vito Netti e Vito Rossini dell’associazione pizzaioli professionisti presenteranno lo street food made in Puglia.

Riccardo Barbera è pronto a dare la massima espressività alle materie prime di cui si rifornisce direttamente da pastori, macellai e casari dell’alta Murgia. Il suo piatto sarà una fantasiosa insalata di grano duro con cipolla di Acquaviva, barattieri, pomodorino fiaschetto, caprino ed olio extravergine.

La creatività sarà lo spirito che accompagnerà il piatto dello chef Agostino Bartoli , si potrà degustare una vera e propria novità: il Kebab all’italiana con verdure locali e carne podolica.

La fantasia di Vito Netti regalerà una gustosissima bruschetta gourmet: bruschetta di pane arso con melanzana, cacio ricotta, pomodori infornati e capocollo di Martina Franca.

I famosi panzerotti e pucce pugliesi saranno preparati direttamente dal vice presidente dell’Associazione Pizzaioli Professionisti, Prenota qui la tua vacanzaVito Rossini.

E ancora, la frutta e le friselline con pomodorini dell’agro grottagliese dell’Azienda Agricola Ciro Nigro. Le bombette della storica macelleria di Grottaglie, Mimmo Cervellera.

Nei laboratori di degustazione a cura di AIS e Slowine, invece, si degusteranno, assieme ad etichette di vino selezionate, le vere eccellenze food della Puglia:

  1. il capocollo di Martina Franca del Salumificio Santoro (presidio Slow Food)
  2. il Caciocavallo podolico del Gargano di Giuseppe Bramante (presidio Slow Food)
  3. il Biscotto di Ceglie di Allegrinitaly di Maria Franco (presidio Slow Food)
  4. il formaggio Don Carlo della Società Agricola F.lli Cassese, In Masseria
  5. l’olio extravergine d’oliva del Frantoio D’Erchie
  6. le friselle della Pregiata Forneria Lenti

Insomma, chef ed aziende del territorio assieme per offrire al visitatori prodotti selezionati, controllati e certificati nella provenienza.

Tutti i piatti potranno essere degustati con più di 100 etichette di 29 aziende vitivinicole pugliesi.

Musica, arte, enogastronomia, cultura, tradizione, paesaggio e innovazione: attorno a Vino è Musica c’è davvero di tutto.

L’evento è promosso dall’Associazione Intersezioni, organizzato da Qiblì e  finanziato dall’assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, con il sostegno del Gal Colline Joniche e Camera di Commercio di Taranto.

Per informazioni è possibile mandare una mail a oppure visitare

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook