DOMANI FRANCESCO GUCCINI ALLA CASA DEI RISVEGLI LUCA DE NIGRIS

0
Sara Francesco Guccini con il Gruppo dilettanti  pavanesi ad aprire domani sabato 6 giugno ore 21.15 con la commedia “Mostellaria” di Plauto regia di Marco Brogiotti,  “La Conquista della Felicità “ una rassegna estiva giunta alla quinta edizione nata nel luglio del 2005 (per iniziativa di Fulvio De Nigris e Gloria De Antoni) che ha luogo alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris di Bologna (via Altura 3) il centro innovativo per giovani e adulti in stato vegetativo e post vegetativo dell’azienda Usl di Bologna che concorda con l’associazione di volontariato onlus Gli amici di Luca, gli obbiettivi da perseguire. Ingresso ad offerta libera (info.0516494570).
La Mostellaria “Gli spiriti”, commedia di Plauto la nuova commedia per la prima volta rappresentata a Bologna dal Gruppo dilettanti pavanesi è tradotta in lingua pavanese da Francesco Guccini. Il grande cantautore – autore che nel 1998 ha pubblicato il “Dizionario del dialetto Pavanese” un dialetto nato da contaminazioni emiliane e toscane –  sarà presente alla rappresentazione e farà una visita guidata alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris.incontrando ospiti e familiari.
 
La Casa dei Risvegli Luca De Nigris, struttura di riabilitazione nata dal felice incontro tra l\’Azienda Usl di Bologna e l\’associazione Gli amici di Luca è stata n questi anni protagonista di interessanti attività culturali che tendono a sottolineare l’importanza del nuovo modello assistenziale ospedaliero del Servizio sanitario della Regione Emilia Romagna che si unisce alla forza del volontariato ed al coraggioso tentativo di operare una trasformazione nel campo dell\’accettazione da parte della società delle persone in coma e stato vegetativo.
Con queste attività il Centro intende essere un luogo di arte e di vita aperto ed integrato nella città con la capacità di accogliere visitatori che, vivendo ed interessandosi alle varie proposte culturali riescono ad integrarsi con gli ospiti e la comunità di familiari, amici, volontari ed operatori sanitari.
 
"La conquista della felicità"  è un progetto di “resistenza civile” (sapendo che se la propria “resistenza civile” non avrà portato la “conquista della felicità” avrà comunque prodotto uno sguardo attivo sulla vita), con un insieme di appuntamenti tra cinema, teatro, musica e altro.
 
Collocata negli anni sempre all’interno della programmazione del Comune di Bologna  “Bè Bolognaestate” è nata con l’intento di creare un ponte tra la città  e la Casa dei Risvegli Luca De Nigris.
La manifestazione, che vede la collaborazione e la partecipazione degli operatori sanitari e non,dei familiari e dei volontari,  si va consolidando nel tempo come un valore aggiunto per la struttura che, oltre ad essere luogo di cura, diventa spazio delle arti e punto di incontro per la comunità che, partecipando attivamente, si arricchisce a sua volta, creando così cultura, informazione e nuovi legami.
 
L’iniziativa, nella continuità della linea tracciata, indaga nel mondo della cultura popolare e non, proponendo realtà artistiche che si riallacciano alla tradizione unite a quelle che ricercano e sperimentano nella prospettiva di una nuova espressività. Quest’anno, nell’ambito della programmazione, si apre un ulteriore spazio dedicato anche alla conoscenza del corpo e al suo benessere tramite lo yoga.
 
“La Conquista della Felicità” si colloca a metà strada tra l’offrire un intrattenimento ed un intervento di integrazione e di informazione.
 
 
LA CONQUISTA DELLA FELICITA’
il programma
 
Ogni serata ha un tema. Si comincia con “I nostri passi” due appuntamentiaspettandoBolognaestate 09 Bé.
Il primo sabato 6 giugno alle ore 20.15 con Francesco Guccini che presenta “Mostellaria” di Plauto (Gli Spiriti) da lui tradottain lingua pavanese interpretata dal “Gruppo Dilettanti Pavanesi” per la regia di Marco Brogiotti
Il testo originale di questa commedia, come le altre, scritto in latino del II secolo AC, è stato tradotto in “Lingua pavanese” da Francesco Guccini,che da sempre appassionato di folklore e studioso di tradizioni popolari, nel 1998 ha pubblicato il “Dizionario del dialetto Pavanese”, un’operazione filologica che ha permesso di documentare una lingua altrimenti in via d’estinzione. A differenza delle precedenti commedie, questa volta ad esibirsi saranno, oltre a Pavanesi doc ed al già conosciuto Catanese, ma pavanese d’adozione, altri giovani non pavanesi, che con grande impegno sono riusciti ad imparare le rispettive parti in questo strano idioma di crinale, toscano sì, ma fortemente influenzato dall’emiliano (o viceversa).
 
Il secondo appuntamentoè sabato 20 giugno ore 21.15 con  la compagnia Bruno Lanzarini in “La valis arpiatè” di Guidetti e Frabboni con Carla Astolfi, che ne cura anche la regia.
"Se suona il campanello di casa ad un\’ora tarda, poco dopo aver saputo che tua figlia ti ha distrutto l\’auto… vuol proprio dire che è una sera maledetta….".  Sotto il pavimento di una casa in costruzione un ladro ha nascosto il frutto di una rapina. Dopo qualche tempo si presenta per recuperarla. Non sarà così facile… Tra equivoci e colpi di scena, una commedia farsesca con la decana del teatro bolognese, Carla Astolfi questa volta anche regista dello spettacolo.
 
Nel pomeriggioalle ore 17.00 “L’ora del the, della musica e della lettura” “Voci dalle città invisibili” a cura de Il teatro instabile Spazia; alle ore 18.00 Presentazione del libro “Friggione alla Bolognese”di Giampietro Tenan, Tinarelli Editore; ore 19.30 – “Sto cercando di…” piccola performance del Gruppo Dopo di Nuovo Gli amici di Luca a cura di Alessandra Cortesi
 
Dopo di Nuovo – Gli Amici Di Luca è la felice novità nell’ambito del programma “La conquista della felicità”. E’ un laboratorio teatrale nato a metà febbraio del 2009, a seguito dell’entusiasmo riscosso dall’esperienza fatta con la compagnia teatrale“Gli amici di luca” che dal 2003 opera in un laboratorio permanente nella Casa dei Risvegli Luca De Nigris. Si è così deciso di creare uno spazio nuovo dedicato agli ospiti, ai dimessi della struttura ed agli utenti del territorio residenti nella città di Bologna e Provincia, ma anche a quelle persone desiderose di utilizzare l’arte al servizio della persona.
Uno spazio nel tentativo di riappropriarci del diritto di cittadinanza di chiunque al di là della sua efficienza, dove avere la possibilità di imparare, di inventarci, di saper leggere lingue nuove in sguardi apparentemente persi e vuoti, nella cui profondità nessuno ha il diritto di vedere il nulla.
 
In luglio la programmazione entra a pieno titolo nel cartellone di Bè Bolognaestate 09 .
 
Si comincia domenica 5 luglio con il temaQuanta strada nei miei sandali”
 
Alle ore 17.00 per  “L’ora del the e della Muaica” Olimpia D’Acunzo presenta “Across the Universe” esplorazione musicale per pianoforte; alle. ore 21.15 – proiezione del documentario Bottecchia, l’ultima pedalata, regia di Gloria De Antoni prodotto dalla Cineteca del Friuli e girato tra Friuli e Veneto nel luglio 2007, in occasione dell’80° anniversario della morte del ciclista. Intervengono, tra gli altri, l’autrice e Paolo Facchinetti autore del libro “Bottecchia il forzato della strada” edizioni Ediciclo
La storia, le imprese sportive e la morte, ancora circondata da un alone di mistero, di Ottavio Bottecchia, primo italiano ad aggiudicarsi il Tour de France nel 1924, sono al centro del reportage di Gloria De Antoni, con la partecipazione straordinaria del giornalista Gianni Mura.
L’atteso lavoro di Gloria De Antoni presenta la mitica figura del grande ciclista Ottavio Bottecchia che dopo aver vinto alcune tappe nel 1923, fu il primo italiano ad aggiudicarsi il Tour de France, nel 1924, impresa che ripeterà anche l’anno seguente. Con il fondamentale contributo del giornalista Gianni Mura e di numerosi altri testimoni, Gloria De Antoni ripercorre le tappe principali dell’avventura umana e sportiva – dalla vittoria del Giro del Piave ai due mitici Tour – dell’indimenticato campione, e cerca di fare luce sul mistero della sua morte, avvenuta il 15 giugno 1927 a Gemona, in seguito all’incidente occorso dodici giorni prima lungo la strada che va da Cornino a Peonis, vicino Trasaghis, durante quello che sarebbe stato il suo ultimo allenamento.
Si continua il Lunedì 6 luglio con il tema Bravo! …Grazie!.
Si comincia alle ore 16 (con una incursione in piazza Maggiore e ritorno in GiroTP Trambus alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris); ore 17.00 “L’ora del the e della musica” con Renzo Regno; ore 18.00  il momento del benessere Yoga con Tania Martinelli* ; ore 19.30 – “Sto cercando di…” piccola performance del Gruppo Dopo di Nuovo Gli amici di Luca a cura di Alessandra Cortesi; ore 21. 15 – La cattiva compagnia Cattiva compagnia in “Omaggio al varietà” scritto e diretto da Gabriele De Pasquale
La Cattiva Compagnia nasce nel Settembre 2003 dall\’incontro di ragazzi di alcune parrocchie bolognesi in occasione dell\’Estate Ragazzi.  Per gioco cominciano a mettere in scena alcuni celebri Musical. E\’ del 2008 la prima Commedia Musicale completamente scritta dalla compagnia: "La leggenda del Passatore". Per oltre un anno portano in giro lo spettacolo per l\’Emilia Romagna con lo scopo (oltre al divertimento!) di raccogliere fondi per alcune associazioni (e tra queste "Gli amici di Luca).
Il nuovo spettacolo vede il classico "bravo presentatore" e l\’altrettanto classica "valletta-oca" che accompagnano gli spettatori in un viaggio storico tra i pezzi più classici dell\’avanspettacolo italiano. Dagli anni \’20 agli anni\’ 60. Tra monologhi seri, scene e "canzonette" si ricordano Walter Chiari…. il Quartetto Cetra… Petrolini… Cochi e Renato…Un ora e mezza di sano (e nostalgico) relax!
 
Lunedì 13 luglio, Il tempo delle parole cantate: alle  ore 17.00 “L’ora del the, della musica e della lettura” “Voci dalle città invisibili” a cura de Il teatro instabile Ipazia; alle ore 18.00 – il momento del benessere, Yoga con Tania Martinelli*; ore 19.30 “Sto cercando di…” piccola performance del Gruppo Dopo di Nuovo Gli amici di Luca a cura di Alessandra Cortesi; alle ore 21.15 – “Vintage pop” Roberto Bolelli in concerto
Il tempo delle parole cantate
Lunedì 20 luglio, Il risveglio più felice. Alleore 17.00 “L’ora del the e della musica” musica con Renzo Regno; alle ore 18.00 – il momento del benessere Yoga con Tania Martinelli*; alle ore 19.30 – “Sto cercando di…”; piccola performance del Gruppo Dopo di Nuovo Gli amici di Luca a cura di Alessandra Cortesi
Alle ore 21.15 – Roberto “Freak” Antoni e Alessandra Mostacci in IRONIKONTEMPORANEO
IRONIKONTEMPORANEO è uno spettacolo di musica contemporanea alternativa, dove le musiche sostengono i versi di poesie demenzial-surreali dadaiste, e viceversa, cioè le parole si agganciano alle armonie e alle melodie delle composizioni … E’ un esperimento coraggioso che propone nuovi modi di vivere con la poesia e la musica, senza limiti di genere e stile, dove la passione supera la tecnica.. Tutti i brani sono suonati ed interpretati dalla concertista ALESSANDRA MOSTACCI al pianoforte, con ROBERTO “FREAK” ANTONI (vocalist degli SKIANTOS) alla voce recitante.
 
Lunedì 25 luglio Il cielo sopra di noi. Alle  ore 17.00 Wolfango legge “L’allegoria del coma” illustrando il simbolismo insito nell’anamorfismo di Luca presente nell’icona alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris. Presentazione del libro con interventi di Adriano Sofri, Sandro Spinsanti, Fulvio De Nigris, Wolfango.
 
Alle  ore 18.00 – il momento del benessere Yoga con Tania Martinelli*; ore 19.30 – “Sto cercando di…” piccola performance del Gruppo Dopo di Nuovo Gli amici di Luca a cura di Alessandra Cortesi.
Alle ore 21. 15 – INAF – Osservatorio Astronomico di Bologna e associazione Sofos “Planetario: e lassù cosa c’è?” viaggio in un mondo popolato da stelle. In una cupola-teatro di 4 metri di diametro, uno speciale proiettore simulerà la volta celeste. All’interno del planetario possono accedere 20 persone. (obbligatoria la prenotazione (tel. 051 6494570). Nel corso della serata “Stelle, cielo, voci” musica con Daniele Donati, Antonio Diez, Andrea Perini *.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook