L’Italia riparta dal “Mezzogiorno”. Ecco quanto emerso dal Congresso del Partito del Sud

0

L’unico modo per far ripartire l’Italia è ripartire da Sud. Ne sono convinti al Partito del Sud che a Roma lo scorso 27 Aprile ha tenuto il proprio congresso nazionale.

Alla presenza di una folta rappresentanza di referenti del Partito provenienti da tutte le regioni d’Italia e anche dall’estero il Partito del Sud ha provveduto ad eleggere il nuovo Presidente del Partito e il nuovo Consiglio Direttivo Nazionale formato da 10 componenti più il presidente eletto che è risultato essere, Natale Cuccurese, il più votato tra i due candidati alla presidenza.

Il Consiglio Direttivo Nazionale ha visto l’elezione di 10 componenti rispetto ai 20 che si erano proprosti, adesso il Consiglio direttivo nazionale è composto da 11 componenti tenendo conto anche del Presidente.

“Durante il Congresso – fanno sapere dal Partito del Sud – si è ribadita la posizione e la linea politica progressista del Partito con un’attenzione particolarissima  alle questioni sociali e alle politiche legate alle uguaglianze ponendo come “croce del sud”  le politiche e le dinamiche che dovranno portare “la nostra terra” ad essere “uguale” al resto del Paese”.
Il pensiero politico del Partito del Sud pone al centro di tutto il diritto al lavoro e alla salute per tutti partendo da Sud e non escludendo nessuno. “Siamo convinti – dicono – che l’uguaglianza tra le varie parti del paese, ed in generale un modello di sviluppo economico nuovo e alternativo all’iperliberismo attuale siano, per il nostro Sud, e  per tutti i Sud del mondo, insieme ai valori dell’inclusione e della tolleranza, dell’apertura allo scambio con altre culture, tipiche componenti del nostro DNA mediterraneo e quindi espressione del “NOSTRO” concetto di sinistra e del nostro progetto di unità del paese”.

Durante il congresso è stato molto apprezzato e applaudito l’intervento di Pino Aprile che si è detto molto preoccupato per la nascita di un Governo che, come i precedenti, pare poco interessato alle problematiche del sud del paese.

Il congresso ha approvato anche un corposo e articolato programma politico che sarà comunque “work in progress”, cioè aperto ai contributi, alle idee, alle istanze che verranno dai territori.

Numerosi i saluti giunti al congresso, tra cui citiamo quelli di Luigi de Magistris Sindaco di Napoli, del Movimento “il Megafono” del Presidente Crocetta della Regione Sicilia, di Francesco Emilio Borrelli, Responsabile Regionale Campania, a nome dei Verdi Ecologisti, dell’Associazione Culturale “Rubriche Meridionali”, del Movimento Politico “Meridionali di Sinistra”, di Osvaldo Balestrieri, referente Campania “Movimento Meridionale” di Francesco Tassone; del Partito Socialista dei Siciliani.

Molto interessanti e applauditi gli interventi di Enrico Lipari a nome dell’Associazione EPIC ( Economia per i Cittadini) che ha approfondito alcuni aspetti economici molto attuali, e di Fiore Marro, Presidente dei CDS (Comitati Due Sicilie) che ha voluto portare personalmente il suo saluto di buon lavoro e di disponibilità al dialogo.

Nei giorni immediatamente successivi al Congresso il neo eletto presidente del Partito del Sud Natale Cuccurese ha proposto ed il CDN nominato tra i componenti del Consiglio Direttivo Nazionale, in qualità di Vicepresidenti Enzo Riccio ed Andrea Balìa, responsabile della Segreteria Organizzativa Rosanna Gadaleta.

 

(fonte Sud24.it)

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook