IL CONSIGLIO COMUNALE DA\’ IL VIA AL PRIE

0
Il Consiglio Comunale riunitosi ieri a Torremaggiore presso il Teatro Luigi Rossi ha preso alcune importanti decisioni rispetto all\’assetto del territorio e alla sua crescita economica, specialmente nel campo della produzione di energia.
I lavori del Consiglio Comunale si sono aperti con l\’abbandono dell\’aula da parte dell\’opposizione che chiedeva più tempo per valutare i vari provvedimenti sul tappeto e in particolare quelli legati alle politiche ambientali ed energetiche e cioè: l\’adozione del PRIE e l\’Atto di indirizzo sulle Biomasse.
A questo proposito il Sindaco di Torremaggiore, Alcide Di Pumpo, ha fatto presente che per presentare il PRIE alla Regione Puglia vi era tempo fino al 17 agosto e che sarebbe stato comunque impensabile convocare un consiglio in concomitanza con il Ferragosto. Per quanto riguarda le biomasse il Primo Cittadino ha fatto notare che il provvedimento assunto dal Consiglio sarebbe stato comunque solo un primo atto di indirizzo e che, in ogni caso, alle riunioni che si sono susseguite nei mesi prima di questa votazione le opposizioni hanno sempre partecipato essendo quindi a conoscenza della materia in esame. A quel punto l\’opposizione decideva comunque di abbandonare l\’aula nella quale rimanevano i soli 13 consiglieri di maggioranza presenti. A seguito di questa decisione, durante i lavori, si è stati costretti a rinviare il voto relativo alla nomina del Dinfensore Civico non essendoci i numeri necessari a svolgere, secondo regolamento, questa votazione. Infatti il regolamento prevede che, in prima votazione, il Difensore Civico venga eletto dai 4/5 dei consiglieri eletti.
Il Consiglio Comunale proseguendo nei lavori ha approvato tutti i punti di seguito elencati all\’ordine del giorno:
  1. Approvazione verbali delle sedute precedenti
  2. Adozione PRIE (Piano Regolatore per Installazione Impianti Eolici) Comunale
    1. Il PRIE votato dal Consiglio Comunale di Torremaggiore è molto attento alla tutela dell\’ambiente e del paesaggio. In effetti le norme che consentono l\’installazione di impianti eolici prevedono regole anche più restrittive rispetto a quelle previste dalla Regione Puglia. A Torremaggiore sarà possibile  impiantare aerogeneratori a non meno di 3 Km dal centro abitato (la Regione prevedeva la distanza di 1Km) e a non meno di 1 Km da parchi archeologici (la Regione in questo caso prevede una distanza di qualche centinaio di metri)
  3. Ratifica Delibera di Giunta del 15 luglio 2008 avente ad oggetto: "Variazione al bilancio di previsione 2008, relazione previsionale e programmatica e bilancio pluriennale 2008-2010"
  4. Aggiornamento dei valori unitari per la monetizzazione delle aree per standards pubblici in luogo della loro cessione al comune
  5. Approvazione bando pubblico per la vendita di suoli edificatori comunali per edilizia convenzionata di tipo economico-popolare a favore di cooperative edilizie nel comparto "c" del PRG
  6. Convenzione per la concessione in gestione del campo di calcetto e dell\’area attrezzata per sosta breve caravan e camper in via Di Vagno.
  7. Atto di Indirizzo su Biomassa
    1. A seguito di questo atto di indirizzo si procederà a: uno studio di fattibilità dell\’eventuale impianto, elaborazione di una convenzione, una serie di incontri/forum cittadini con associazioni, sindacati, organizzazioni ambientaliste, una ulteriore valutazione in Consiglio tra 90/120 giorni.
 Alla fine della seduta piena soddisfazione per le decisioni prese è stata espressa dal Sindaco Di Pumpo e dalla maggioranza di governo della città.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook