SCANIA: LEGGERE LA STRADA PER ABBATTERE I CONSUMI

0

Scania ha scelto Navteq per i dati cartografici utili all’innovativo sistema Active Prediction. Gli attributi stradali NAVTEQ assicurano infatti tutta la precisione, l’affidabilità e il livello di dettaglio richiesti da questa applicazione sviluppata da Scania per il controllo di crociera basato sulla topografia stradale.

I dati cartografici NAVTEQ utilizzati dall’applicazione vengono elaborati da un motore cartografico progettato da Continental.

Grazie alla capacità di prevedere le caratteristiche topografiche del tratto stradale da percorrere, Active Prediction è in grado di ottimizzare il consumo di carburante modulando opportunamente la velocità di crociera quando il veicolo sta per affrontare una salita o una discesa: ciò consente di risparmiare fino al 3% di carburante. Il sistema riesce infatti a interpretare i dati integrati nella cartografia NAVTEQ® (come ad esempio gli attributi ad alta precisione relativi alla geometria stradale, alla curvatura e alla pendenza della strada), e a fornire così informazioni rilevanti prima di percorrere il tratto di strada: in altre parole, il sistema è in grado di dare una “lettura anticipata” della strada.

Il controllo di crociera Scania che si avvale di Active Prediction offre il massimo vantaggio in presenza di itinerari tortuosi, o quelli in cui la strada non risulta mai completamente in piano; in questi casi, il sistema consente risparmi significativi, regolando la velocità prima di affrontare un tratto di strada in discesa. Saranno con ogni probabilità i guidatori meno esperti a trarre i maggiori benefici, ma anche i guidatori con più esperienza avranno un vantaggio significativo quando si troveranno a percorrere itinerari sconosciuti, al buio o in condizioni meteorologiche avverse.

“I dati cartografici sono memorizzati nello Scania Communicator, che incorpora anche il GPS; in questo modo, il dispositivo può interagire con il sistema di gestione del motore controllando la velocità del veicolo”, ha spiegato Oskar Johansson, responsabile del progetto Engine Torque Control di Scania. “La disponibilità di informazioni dettagliate sul tratto stradale in arrivo costituisce un fattore cruciale affinché il sistema possa operare in maniera efficace, e la tecnologia utilizzata da NAVTEQ per sviluppare i dati cartografici si colloca tra i metodi più all’avanguardia per la creazione di mappe di ultima generazione, con attributi che oltrepassano i confini della navigazione e supportano i sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) come il sistema Active Prediction”.

Attualmente, il sistema Scania Active Prediction offre una copertura completa dell’Europa occidentale e centrale. Nelle altre regioni, o nei punti in cui il segnale GPS risulta debole o assente, il sistema svolge le funzioni normalmente assolte dal controllo di crociera. I dati cartografici sono immagazzinati nella memoria dell’unità, e possono essere aggiornati presso i centri assistenza Scania.

“In veste di leader ed essendo da tempo impegnati a dimostrare all’industria l’impatto positivo che le mappe digitali possono avere ai fini di una maggiore efficienza nei consumi di carburante, siamo particolarmente lieti che Scania abbia scelto di adottare i dati di precisione NAVTEQ per la sua applicazione Active Prediction – ha aggiunto Bruno Bourguet, NAVTEQ senior vice president sales EMEA. “Tutto ciò sottolinea ancora una volta il ruolo chiave giocato dai dati cartografici nel portare sul mercato applicazioni ADAS e altre soluzioni avanzate”.

Active Prediction sarà disponibile alla clientela europea di Scania a partire dai primi mesi del 2012.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook