Diabolik festeggia cinquantatré anni dalla prima uscita in edicola

0

diabolikunoCeglie Messapica. Usciva il primo novembre del 1962 la prima edizione di “Diabolik” il fumetto creato dalla penna delle sorelle Giussani. L’idea nasce quando Angela Giussani osserva i lavoratori e gli studenti che partono dalla stazione Cadorna di Milano e leggono sui mezzi pubblici soprattutto romanzi gialli, decide così di creare un prodotto editoriale tascabile dando vita al “formato Diabolik” (12 x 17 cm) poi utilizzato da molte altre pubblicazioni dello stesso genere.

Diabolik, Eva Kant e Altea sono i protagonisti dell’ultimo cd del gruppo salentino Bolero. Il cd “Diabolik“, pubblicato con la collaborazione di Mario Gomboli, direttore della casa editrice Astorina e la consulenza grafica di Agnese Storer, contiene dieci brani di cui quattro sono dedicati alla saga del re del terrore.

Alla tetralogia appartengono “Diabolik” dal sound energico, “Eva Kant“, che è una metal-ballad, il brano strumentale “Last train to Clerville” e “Altea“, dedicata alla compagna dell’ispettore Ginko. “Altea” è il terzo singolo estrapolato dall’album “Diabolik” ed è stato lanciato il mese scorso. Quello per la coraggiosa ed elegante vedova del duca di Vallenberg è il primo testo che i Bolero compongono in lingua inglese.

I brani sono tutti ascoltabili su www.alphardrecord.com e sul sito ufficiale di “Diabolik”, nell’area “Non solo fumetti”, sezione “musica” (http://www.diabolik.it/non-solo-fumetti_scheda.php?ID=114).

Il noir a fumetti è protagonista anche della canzone dei Bolero intitolata “Dylan dog“. Il brano della band pugliese, composta da Antonio Bruno (voce e chitarra), Rocco Palazzo (tastiere), Maurilio Mimmi (basso) e Paolo Colazzo (batteria), è stato pubblicato nell’album “Dylan dog e altre storie” del 2012 ed è stato rimasterizzato lo scorso 26 settembre, in occasione del ventennio del fumetto, per una nuova versione. Tra i progetti dei Bolero in cantiere per l’anno prossimo un album e il rispettivo tour con Kee Marcello (ex Europe) e “Juliet“, la prima opera rock italiana che racconta, dal punto di vista di Giulietta, la celebre storia dei due amanti di Verona, protagonisti della tragedia skakespeariana.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook