Smau in Veneto, terra fertile per l’innovazione

0

smaubadgePadova –  Apre oggi alle ore 9.30 la settima edizione di Smau Padova, che fino a domani 17 aprile, presenterà ai 3.500 imprenditori e manager attesi oltre 100 innovazioni provenienti da startup, laboratori e centri di ricerca e dai più grandi protagonisti del settore, tra cui Aruba, Dell, Infor, Microsoft, Oracle, Sap, Telecom Italia e Vodafone e un calendario di 70 workshop su tematiche d’attualità come il marketing digitale e i social media per le imprese, l’e- commerce, il cloud computing, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica e molto altro.

All’interno di Smau Padova, accanto agli stand con le ultime novità tecnologiche per le imprese troverà ampio spazio l’innovazione “made in Veneto” che si metterà in mostra nell’ambito di Innoveneto Expo l’area dedicata al mondo della ricerca realizzato da Smau, in collaborazione con l’Assessorato allo Sviluppo Economico, Ricerca e Innovazione, Regione Veneto presieduto dall’assessore Marialuisa Coppola, ed è affiliato al progetto R2B Research to Business, il Salone Internazionale della Ricerca Industriale nato nel 2005 e coordinato da Aster, la Società consortile dell’Emilia-Romagna per lo sviluppo e la promozione dell’innovazione e del trasferimento tecnologico.

L’iniziativa, che si collega al progetto del portale regionale Innoveneto.org per permettere la mappatura dei Centri di Innovazione e Trasferimento Tecnologico del Veneto, o che svolgono attività in Veneto, coinvolgerà oltre 30 realtà tra laboratori, università, centri di ricerca e acceleratori d’innovazione. L’obiettivo è quello di creare un ponte tra startup e imprese definendo un modello di sviluppo che parte dal basso, dal talento dei giovani innovatori, che possono far leva sulla nuova normativa nazionale sulle startup, sul rapporto diretto con il mondo universitario e sulle numerose tecnologie disponibili a costi più contenuti, grazie alle quali possono esprimere al meglio la propria creatività e trasformarla in business a disposizione delle imprese mature.

A commento dell’iniziativa, Maria Luisa Coppola, Assessore all’Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione della Regione Veneto, dichiara: “Anche quest’anno la Regione Veneto rinnova la propria presenza istituzionale a SMAU, quale grande opportunità per promuovere la ricerca e l’innovazione nei nostri settori produttivi, condividere idee, conoscenze e risultati e facilitare il rapporto con le imprese incontrando gli operatori e presentando, nel consueto spazio dedicato, le opportunità finanziarie offerte dalla Regione. Innovare ed aggregarsi per poter essere competitivi sui mercati internazionali rappresentano, infatti i temi da cui oggi non si può più prescindere e sui quali ricostruire con successo un rinnovato modello veneto. Il momento è delicato e decisivo, ma al contempo ricco di nuove opportunità che a breve si potranno cogliere dai fondi europei della nuova programmazione 2014-2020. Il nostro impegno è per disegnare con le imprese e il nostro capitale umano il Veneto del futuro, un Veneto ai vertici dell’Europa.”

Tra le 30 startup dell’area, 3 startup provengono dal concorso Rebound di Confindustria Padova: Kopjria, Mivoq e Uniants, 2 arrivano direttamente dall’incubatore trevigiano H-Farm: Zing e Responsa, 5 startup invece provengono da Vega Park: Highfield Lab, Kidpass, Unisky, Mind the Place ed Ekate Group; 4 saranno le startup di Fondazione la Fornace: Securecube, Spiccato, 221e, Metaverso. Dall’incubatore M31, invece arriva Uquido, con un nuovo progetto dedicato alle aziende che vogliono generare nuovi contatti, attirali in negozio o misurare il rendimento di un’attività di marketing. Provenienti da T2I saranno invece presenti Abitat e Diada. 5 infine le startup di StartupBusiness: Drawlight, EsseSolutions, Inmaps, Parcheggiami.it e Quicibo.

Nell’ottica di creare un nuovo modello di aggregazione di imprese, non più secondo criteri di prossimità geografica, ma su base di competenze settoriali, interregionali, così come indicato dalla Comunità Europea, in base alla programmazione Horizon 2020, in fiera sarà presente una delegazione di startup e imprese del Piemonte pronta ad incontrare le imprese del Veneto. Tra i presenti gli incubatori 2I3T presente con Nomotika, I3P presente con Scloby, BringMe e Menopercento ed Enne3 presente con Hintclub. Tra gli acceleratori del Piemonte sono presenti Csp Innovazione nelle ICT e ISMB- Istituto Mario Boella.

Molti anche i centri di ricerca presenti con l’obiettivo di raccontare la propria offerta di ricerca e brevetti alle imprese del territorio e supportarle nel processo di rinnovamento interno, tra cui per citarne alcuni Consiglio Nazionale delle Ricerche di Padova, Fondazione Giacomo Rumor- Centro Produttività Veneto, Polo Innovazione Strategica, Università degli studi di Verona.

Numerosi gli appuntamenti nei due giorni volti a favorire i contatti tra startup e imprese: si inizia domani, 16 aprile, con il convegno d’apertura di Smau Padova che riunirà imprese e startup attraverso la consegna del Premio Innovazione ICT Nordest, dedicato alle esperienze di successo di adozione delle tecnologie digitali da parte delle imprese mature e del Premio Lamarck. Il riconoscimento, che prende il nome dal naturalista Jean Baptiste Lamarck ed è realizzato in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria, è un tributo alle migliori startup già pronte per supportare l’innovazione delle imprese mature. A consegnare il premio alle giovani imprese intervengono  Enrico Berto, Presidente Giovani Imprenditori Confindustria Veneto, Rodolfo Cetera, Presidente Giovani Imprenditori Confindustria Padova. Nell’ambito dell’evento le startup si presenteranno in 90 secondi al pubblico in sala nell’ambito di uno speed pitching.

L’evento è anche l’occasione per raccontare le opportunità offerte da AdottUpil programma per “l’adozione delle startup” realizzato in collaborazione con l’Area Politiche Territoriali, Innovazione e Education di Confindustria, i Giovani imprenditori e gli esperti delle Associazioni del Sistema con l’obiettivo di supportare lo sviluppo di idee ad alto potenziale di crescita e accrescere l’innovazione delle PMI.  A presentare l’iniziativa interverranno Alvise Biffi, Vicepresidente Piccola Industria Confindustria e Cinzia La Rosa, Presidente Piccola Industria Confindustria Veneto. Tre le startup presenti a Smau Padova inserite nel programma AdottUp:Talemotion.com, Stylenda e Condomani.

Per orientarsi in quest’area, il  Discovery Bar è il posto in cui i visitatori possono scoprire tutte le nuove opportunità di innovazione per la propria impresa attraverso personale qualificato che li indirizzerà direttamente verso le realtà più interessanti per il proprio business.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook