I creativi del riciclo si danno appuntamento a Roma

0

rilegnoSembrava una cassettina di legno e invece era un porta-tablet, o magari un contenitore per bottiglie. Tutto è possibile nel laboratorio di riuso creativo di Legno e Rilegno, il progetto che coinvolge i luoghi della vita sociale più di tendenza e amici dell’ambiente, per veicolare informazioni sulle buone pratiche riguardanti il riciclo. Da alcuni mesi, Legno e Rilegno sta riunendo creativi, blogger, opinion leader e trendsetter di diverse città d’Italia. Martedì 9 giugno l’appuntamento è a Roma, presso la Bottega Trattoria De Santis (via S. Croce in Gerusalemme 15, ore 18.00) per un laboratorio tematico in cui scoprire come trasformare un oggetto in legno apparentemente da buttare in un oggetto di design, e allo stesso tempo si potranno avere interessanti informazioni sulla filiera degli imballaggi in legno. Già confermata la presenza di blogger specializzati nei settori lifestyle, genitorialità, craft/artigianato, eco/green.

Tutor creativo l’ecodesigner Elio Misuriello di CromARTica, marchio che prima ripensa e poi riusa i materiali di scarto, recuperando vecchi mobili per riadattarli a nuovi scopi, mentre Monica Martinengo, responsabile comunicazione di Rilegno – il consorzio promotore del progetto parte del gruppo Conai – illustrerà il ciclo virtuoso del riciclo del legno.

Il primo incontro si è tenuto a Bologna, dove Misuriello ha mostrato come realizzare un supporto per tablet dal riuso di una cassetta di legno. Nel secondo appuntamento le stesse cassettine si sono trasformate in colorati portabottiglie. A Roma, è tutto da vedere che cosa accadrà. L’evento è a partecipazione gratuita e con iscrizione  obbligatoria (sul sito di Legno e Rilegno). Alla fine verrà offerto un aperitivo con buffet.

 

Legno e Rilegno prosegue!

Inizialmente pensato per durare da marzo a giugno, il progetto andrà avanti fino a fine agosto. Verranno coinvolti nuovi locali in riva al mare, come era stato con il precedente esperimento “Un Mare di Legno”, che aveva come protagonisti bagni e attività sulle riviere toscane e romagnole. Con il prolungarsi di Legno e Rilegno nel periodo estivo, arriverà anche un nuovo appuntamento speciale, dopo i tre Lab a Bologna, Roma e Milano.

Che cos’è Legno e Rilegno

Pensato da Rilegno per diffondere la consapevolezza sull’uso degli imballaggi in legno e soprattutto sul loro recupero e riciclo, il progetto Legno e Rilegno coinvolge circa 50 locali in tutto il Paese. A questi Rilegno ha dato cassette in legno a “marchio riciclo” mostrando come gli imballaggi possano avere diverse vite. Nei locali le cassette sono utilizzate come vassoi per gli aperitivi, allestimenti, cestini per il cibo e in mille altri modi. Gli esercizi della rete espongono anche materiale informativo sul percorso del riciclo, e una locandina che certifica che “Il locale ha scelto il legno perché si differenzia”.

Legno e Rilegno (#legnoerilegno), inoltre, propone un concorso fotografico di condivisione incentrato sul riuso creativo di oggetti di legno. Sempre più spesso artisti e designer fanno uso di legno di recupero o di scarto per le loro opere: così anche le centinaia di immagini inviate al contest testimoniano un amore diffuso per il materiale. Anche quando sembrerebbe non ci sia altro da fare che buttarlo, il legno diventa inesauribile fonte di ispirazione.

Chi è Rilegno
Rilegno è il Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo degli imballaggi di legno, nato per legge nel 1997 per garantire l’avvio a recupero dalla raccolta differenziata degli imballaggi di legno. Parte del sistema Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi), Rilegno ha diversi compiti: oltre ad assicurare al recupero i rifiuti di legno (più di 1.500.000 tonnellate lo scorso anno, grazie alla regia del consorzio), fa conoscere i destini del rifiuto di legno e sostiene gli esempi virtuosi di attenzione all’ambiente. Il legno ha valore, diamo valore al legno.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook