RAI WAY ha tenuto la sua assemblea degli azionisti 2018

0

raiwayRoma- Rai Way S.p.A. (“Rai Way”) ha comunicato che l’Assemblea degli Azionisti, riunitasi ieri in sede Ordinaria sotto la presidenza da Raffaele Agrusti, ha deliberato quanto segue:
– di approvare il Bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2017, quale presentato dal Consiglio di Amministrazione, che ha chiuso con un utile netto di Euro 56.263.227,97;
– di destinare l’utile netto dell’esercizio 2017, pari a Euro 56.263.227,97, a Riserva Legale per l’importo di Euro 1.874.466,87 e quindi alla distribuzione in favore degli Azionisti, a titolo di dividendo, per il restante importo di Euro 54.388.761,10 e di destinare altresì alla distribuzione a favore degli Azionisti l’importo di Euro 718.438,90 da prelevarsi dalla riserva disponibile di cui alla voce “Utili portati a nuovo”, e conseguentemente di attribuire un dividendo complessivo di Euro 0,2026 lordi a ciascuna delle azioni ordinarie in circolazione, da mettersi in pagamento a decorrere dal 23 maggio 2018, con legittimazione al pagamento, ai sensi dell’articolo 83-terdecies del D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dell’art. 2.6.6, comma 2, del Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A., il 22 maggio 2018 (cosiddetta “record date”) e previo stacco della cedola nr.4 il 21 maggio 2018;

– di nominare il Collegio Sindacale per gli esercizi 2018-2020 (quindi con scadenza alla data dell’Assemblea di approvazione del bilancio relativo all’esercizio che si chiuderà il 31 dicembre 2020), composto da: Silvia Muzi (Presidente), Maria Giovanna Basile e Massimo Porfiri (Sindaci effettivi), Nicoletta Mazzitelli e Paolo Siniscalco (Sindaci supplenti). I Sindaci effettivi Maria Giovanna Basile e Massimo Porfiri ed il Sindaco supplente Nicoletta Mazzitelli sono stati tratti dalla lista presentata dal socio di maggioranza RAI – Radiotelevisione italiana S.p.A., mentre il Sindaco effettivo Silvia Muzi (a cui spetta la presidenza del Collegio) e il Sindaco supplente Paolo Siniscalco sono stati tratti dalla lista di minoranza presentata congiuntamente da Aletti Gestielle SGR S.p.A. gestore del fondo Gestielle Pro Italia; Amundì Asset Management SGR S.p.A. gestore dei fondi: Amundi Dividendo Italia e Amundi Valore Italia PIR; Anima SGR S.p.A. gestore dei fondi: Anima Crescita Italia, Anima Iniziativa Italia, Anima Geo Italia e Anima Italia; Arca Fondi S.G.R. S.p.A. gestore dei fondi: Arca Economia Reale Equity Italia e Arca Economia Reale Bilancio Italia 30; Eurizon Capital SGR S.p.A. gestore dei fondi: Eurizon Azioni PMI Italia, Eurizon PIR Italia Azioni, Eurizon Progetto Italia 70, Eurizon Azioni Italia, Eurizon PIR Italia 30, Eurizon Progetto Italia 20 e Eurizon Progetto Italia 40; Eurizon Capital S.A. gestore dei fondi: Eurizon Fund – Equity Italy e Eurizon Fund – Equity Small Mid Cap Italy; Fideuram Asset Management (Ireland) gestore dei fondi: Fideuram Fund Equity Italy e Fonditalia Equity Italy; Fideuram Investimenti SGR S.p.A. gestore dei fondi: Fideuram Italia, Piano Azioni Italia, Piano Bilanciato Italia 30 e Piano Bilanciato Italia 50; Interfund Sicav Interfund Equity Italy; Kairos Partners SGR S.p.A. in qualità di Management Company di Kairos International Sicav – comparti: Italia PIR, Italia, Target Italy Alpha e Risorgimento; Legal & General Assurance (Pensions Management) Limited; Mediolanum Gestione Fondi SGR S.p.A. gestore del fondo Mediolanum Flessibile Futuro Italia; Mediolanum International Funds – challenge funds – Challenge Italian Equity e UBI SICAV comparto Italian Equity e UBI Pramerica SGR S.p.A. gestore del fondo Ubi Pramerica Multiasset Italia;

– di determinare l’emolumento lordo, per esercizio di carica, del Presidente del Collegio Sindacale, in Euro 40.000, e di ciascuno degli altri membri effettivi del Collegio stesso in Euro 25.000;

– di aggiornare le condizioni economiche dell’incarico di revisione dei conti alla società PricewaterhouseCoopers S.p.A. per gli esercizi 2017-2022, in considerazione di attività aggiuntive da svolgersi in funzione di sopravvenute disposizioni di legge relative alle attività di revisione legale del bilancio di esercizio, il cui relativo compenso è stato incrementato a Euro 58.500 per esercizio (oltre ad IVA e spese nei termini già previsti);

– di approvare la proposta di autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie con previa revoca della corrispondente autorizzazione deliberata il 28 aprile 2017 (la proposta è indicata nella relativa Relazione del Consiglio di Amministrazione pubblicata sul sito internet della Società – sezione Corporate Governance/Assemblea degli Azionisti/Assemblee/Assemblea Ordinaria del 23 Aprile 2018 – ed i suoi termini principali sono già stati comunicati in data 21 marzo 2018). In particolare l’Assemblea ha deliberato di autorizzare, nei diciotto mesi dalla data della deliberazione assembleare, l’acquisto, in una o più volte, di azioni proprie sino a un numero massimo di azioni tale da non eccedere il 10% del capitale sociale, ad un prezzo né inferiore né superiore di oltre il 20% rispetto al prezzo ufficiale di borsa delle azioni registrato da Borsa Italiana S.p.A. nella seduta precedente ogni singola operazione secondo qualsivoglia delle modalità consentite dalla normativa vigente, esclusa la facoltà di effettuare gli acquisti di azioni proprie attraverso acquisto e vendita di strumenti derivati negoziati nei mercati regolamentati che prevedano la consegna fisica delle azioni sottostanti. Ciò al fine di permettere alla Società di continuare a disporre di un importante strumento di flessibilità, da eventualmente utilizzarsi a fini di: i) investimento della liquidità a medio e lungo termine, ovvero comunque per cogliere opportunità di mercato; ii) intervento, nel rispetto delle disposizioni vigenti, per contenere movimenti anomali delle quotazioni e per regolarizzare l’andamento delle negoziazioni e dei corsi, a fronte di momentanei fenomeni distorsivi legati a un eccesso di volatilità o a una scarsa liquidità degli scambi; iii) creazione di un portafoglio di azioni proprie di cui poter quindi disporre per impieghi ritenuti di interesse per la Società, ivi incluso il servizio di piani di incentivazione azionaria ovvero nel contesto di assegnazioni gratuite di azioni ai soci. Inoltre l’Assemblea ha autorizzato anche la disposizione di azioni proprie, secondo le finalità e con qualunque modalità ammesse dalla legge e senza limite temporale, ad un prezzo o, comunque, secondo criteri e condizioni determinati dal Consiglio di Amministrazione, avuto riguardo alle modalità realizzative in concreto impiegate, all’andamento dei prezzi delle azioni nel periodo precedente e al migliore interesse della Società, nel rispetto delle disposizioni di legge e regolamentari vigenti;

– di esprimere voto favorevole in merito alla Prima Sezione della Relazione sulla Remunerazione predisposta dal Consiglio di Amministrazione ai sensi in particolare di quanto previsto dall’Art. 123-ter del D. Lgs. n. 58/1998 e delle relative disposizioni attuative emanate dalla Consob.

In sintesi:

  • Approvato il Bilancio d’esercizio 2017 con un utile netto di Euro 56,3 milioni
  • Deliberata la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,2026 per azione
  • Nominato il nuovo Collegio Sindacale
  • Approvata la proposta di autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie
  • Voto favorevole in materia di politica di remunerazione

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook