Una crescita al di sopra di ogni aspettativa per la tech company 100% italiana nata nel 2016 e protagonista del mercato delle soluzioni tecnologiche per la realizzazione end-to-end di piattaforme digitali cloud native. Si sta per chiudere infatti un 2021 da record per Mia-Platform (mia-platform.eu): l’obiettivo dell’azienda è quello di raggiungere i 10 milioni di fatturato entro la fine dell’anno, +54% rispetto al 2020 e addirittura +4000% rispetto al primo risultato d’esercizio del 2016. In termini di persone, invece, Mia-Platform conta di superare i 130 dipendenti assunti sempre entro il 2021 con una crescita del 75% rispetto ai 12 mesi precedenti per quanto riguarda l’organico aziendale. Non solo i numeri confermano l’espansione della tech company: Mia-Platform è stata inserita dal Financial Times tra le prime 70 aziende europee su mille in più rapida crescita nella prestigiosa classifica “FT 1000” posizionandosi al secondo posto tra le tech italiane. Inoltre, la realtà tecnologica ha ottenuto diversi riconoscimenti nazionali e internazionali sia sulla crescita aziendale (dalla società di business intelligence Statista all’interno della classifica “Leader della Crescita 2022” e dall’ITQF – l’Istituto Tedesco Qualità e Finanza per la graduatoria “Campioni della Crescita 2022), sia sull’eccellenza tecnologica della piattaforma da parte di autorevoli organizzazioni a livello globale come la società di consulenza e ricerca Gartner (nomination come “Cool Vendor for Software Engineering Technologies” nel report 2021) e la CNCF – Cloud Native & Computing Foundation, fondazione che riunisce i migliori sviluppatori, fornitori e utenti delle tecnologie cloud native in open source a livello mondiale.

 

Il 2021 è anche l’anno dei grandi investimenti: dopo essersi affermata sul mercato italiano, Mia-Platform ha, inoltre, rafforzato la propria strategia d’internazionalizzazione con l’apertura di una nuova sede nel cuore del TechHub di Londra. “La pandemia poteva rappresentare una minaccia per la nostra crescita, invece abbiamo raggiunto ottimi risultati a riprova della validità del nostro prodotto Mia-Platform e del nostro modello di business – afferma Federico Soncini Sessa, CEO di Mia-Platform – Abbiamo così deciso che era giunto il momento per attuare la nostra espansione verso l’estero: abbiamo scelto il Regno Unito perché rappresenta il mercato high tech più grande in Europa e Londra è in grado di attrarre capitali rilevanti, oltre al fatto che gli investimenti per la trasformazione digitale sono in costante aumento. Grazie alla nostra piattaforma siamo in grado di offrire alle aziende un prodotto flessibile e adattabile a qualsiasi mercato: proprio per questo confidiamo che l’apertura di Londra possa essere solo il primo passo del nostro percorso perché tra gli obiettivi futuri c’è quello di avere diversi uffici in Europa e oltreoceano”. Un fattore decisivo per l’espansione del business è stata la rete internazionale di partner strategici: lanciato lo scorso anno, il partner program Mia-Platform ha già raggiunto più di 20 società di consulenza e system integrator operanti nei principali paesi europei che hanno permesso di accelerare la diffusione di Mia-Platform nel Vecchio Continente e nel mondo. “Con l’apertura della nuova sede a Londra ci poniamo l’obiettivo di assistere le grandi imprese presenti nel Regno Unito a pianificare un percorso di trasformazione digitale in grado di ottimizzare il loro business con una piattaforma digitale all’avanguardia basata su solidità, innovazione e facilità d’uso – prosegue il manager – Fino ad oggi abbiamo ricevuto ottimi riscontri dal mercato bancario e finanziario ma sappiamo che ci sono margini importanti di espansione anche in altri business”. Una crescita che è stata sempre all’insegna dello sviluppo sostenibile, in quanto la tech company ha fatto della sostenibilità un pilastro fondamentale della cultura aziendale, portando avanti numerose iniziative nel corso degli anni. Ad esempio, nel 2021 Mia-Platform ha acquistato e piantato un albero per ogni dipendente e ha partecipato all’attività di riforestazione del Parco Nord di Milano, piantumando oltre 700 alberi per la creazione di una foresta urbana. A partire dal mese di ottobre, invece, l’azienda ha avviato una collaborazione per gestire lo smaltimento in ottica di economia circolare dei PC aziendali ancora funzionanti, ma non sufficientemente performanti per sviluppare il prodotto, donandoli ad un’associazione che li ridistribuisce a famiglie, studenti e altre associazioni che ne hanno bisogno.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook