FIAT CHRYSLER, BENE IN USA E CANADA

0

Continuano i segnali di ripresa del mercato dell’auto negli USA, a settembre si registra un +9,9% con 1.053.722 vetture immatricolate suddivise tra 487.239 auto e 566.483 light trucks.

Il Gruppo Fiat Chrysler continua senza sosta segnando un +27,2% nelle vendite a settembre 2011 rispetto allo stesso mese del 2010. Sono state vendute 127.334 vetture del gruppo capeggiato da Sergio Marchionne. Anche la “piccola” Fiat 500 con le sue 2.773 unità mensili è riuscita a farsi spazio nell’affollato mercato a stelle e strisce. Se in Europa per Fiat Chrysler è stato un brutto mese dal Nord America arrivano segnali molto incoraggianti che insieme a quelli sudamericani consentono al player italo-americano di reggere la sfida con gli altri competitors.

Negli USA si tratta del diciottesimo risultato utile consecutivo ed è il migliore settembre dal 2007.

Notizie positive arrivano anche dal Canada dove le vendite hanno registrato un +19% con ben ventidue mesi consecutivi di vendite in crescita. I modelli Ram Truck e Dodge Grand Caravan si sono classificati al secondo ed al terzo posto tra le vetture più vendute in assoluto.

Chrysler Canada ha ottenuto il più consistente aumento della quota di mercato in questo mercato di riferimento ed il modello 300 ha registrato un incremento delle vendite del +76%!

Nella classifica USA dei primi venti modelli più venduti questo mese troviamo: Ford F – Series PU, Chevrolet Silverado PU, Toyota Camry / Solara, Dodge Ram PU, Nissan Altima, Ford Escape, Honda CR-V, Ford Fusion, Honda Accord, Hyundai Sonata, Chevrolet Cruze, Toyota Corolla / Matrix, Chevrolet Equinox, Volkswagen Jetta, Hyundai Elantra, GMC Sierra PU, Chevrolet Impala, Honda Civic, Nissan Versa e Ford Edge.

I primi tre costruttori statunitensi restano saldamente alle prime tre posizioni: GM con 207.145 unità (+ 19,7%), Ford con 174.860 (+ 9%) e Chrysler con 127.334 (+27,2 %); non cessa la performance del Gruppo Chrysler con i modelli del new deal targato  Sergio Marchionne. Questi numeri mensili sono stati possibili grazie ai modelli Chrysler 200, Chrysler 300, Jeep Wrangler, Jeep Compass, Dodge Journey, Ram pickup, Dodge Grand Caravan e Chrysler Town & Country.

Seguono Toyota con 121.451 unità (-17,5%%), Honda con 89.532 (-8 %), Nissan con 92.964 unità (+25,3%), Volkswagen con 36.940 unità (+30,8%), Mitsubishi con 5.803 (+ 17%), Mazda con 25.521 (+ 37,4%), Hyundai con 52.051 (+ 11,8%), Bmw-Mini- Rolls Royce con 25.777 unità (+11,3 %), Daimler-Smart-Maybach con 23.901 (+13,3%), Volvo con 5.042 unità  (+21,4%), Saab con 429 unità (- 61,9 %), Subaru con 20.934 (-2,3 %), Kia con 35.609 (+ 18,4%), Suzuki con 2.026 unità  (+ 23,5%), Jaguar Land Rover con 3.851 unità  (+11,4 %), Porsche con 2.170 unità  (+10,1%), Ferrari con 183 unità  (+10,9%) e Maserati con 199 (+ 46,3%).

Non poteva mancare un focus dettagliato pure sulla Fiat 500 e sulle sue rivali .  Con le sue 2.773 unità la piccola torinese assemblata in Messico continua il trend positivo già registrato nei mesi scorsi; la concorrente Smart ha venduto “solo” 469 unità (+11,1%). La storica rivale Mini con una gamma ampia di versioni ha venduto 3.999 unità (-18,1% ).

La 500 ha venduto in totale 13.861 sino ad ora negli States e per la Fiat 500 è probabile che non si  raggiungerà l’obiettivo di 50.000 auto vendute in Nordamerica nel 2011, la previsione di Laura Soave, responsabile Fiat USA, si sta per avverare. Va ricordato che a breve debutteranno nuove versioni della 500 e tutto questo dovrebbe servire ad incrementare le vendite nell’affollato ed esigente mercato a stelle e strisce.
di Michele Antonucci

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook