TRAFFICO AEREO IN CRESCITA PER GLI SCALI PUGLIESI: NEI PRIMI QUATTRO MESI, BRINDISI + 36,1%, BARI + 19,5%.

0
Nei primi quattro mesi di quest’anno i passeggeri arrivati e partiti dagli scali di Bari, Brindisi e Foggia sono stati 1.296.060, a fronte di 1.052.855 del primo quadrimestre  2009, con un incremento del 23,1%. Si tratta di un dato molto importante se si considera che nello scorso mese, a causa della totale paralisi del trasporto aereo determinata dall’eruzione del vulcano Eyjafjallajokull, sono stati circa 50.000 i passeggeri che non hanno potuto usufruire dei collegamenti da/per la nostra regione.
Sul Karol Wojtyla di Bari, il consuntivo – arrivi e partenze – al 30 aprile 2010, si è attestato a 906.046 passeggeri, pari al +19,5% rispetto ai primi quattro mesi dello scorso anno, quando il totale era stato di 758.116 passeggeri. In particolare, i passeggeri di linea nazionali sono stati 725.859, il 23,7% in più rispetto ai 586.653 dell’analogo periodo 2009, mentre quelli internazionali sono stati 145.721 a fronte dei 136.030 dell’anno passato (+ 7,1%). In aprile, il totale passeggeri di Bari è passato dalle 250.832 unità di aprile 2009 ai 252.553 passeggeri (+ 0,7%) di aprile 2010; di questi 190.801 sono stati i passeggeri di linea nazionali – poche decine in più rispetto al dato 2009 – e 47.712 (+5,7%) gli internazionali.  In crescita del 6% il totale movimenti aeromobili del primo quadrimestre, passato dai 9.648 movimenti del 2009 ai 10.217 del 2010.
Anche per l’aeroporto del Salento di Brindisi il primo quadrimestre del 2010 si segnala per il sensibile miglioramento del traffico passeggeri che, nonostante il forzoso stop di metà aprile, si mantiene sui livelli dei primi mesi dell’anno. Al 30.4.2010 i passeggeri – tra arrivi e partenze – sono stati, infatti, 369.854 rispetto ai 271.718 del primo quadrimestre 2009, con un incremento del 36,1%. Entrando nel merito delle diverse componenti del traffico che hanno reso possibile questo risultato, va sottolineato l’incremento (+118,1%) dei passeggeri di linea internazionale passati dai 18.409 del 2009 ai 40.159 dei primi quattro mesi di quest’anno; nello stesso periodo di riferimento i passeggeri di linea nazionale sono stati 328.304, il + 30,9% rispetto ai 250.750 al 30.4.2009. Per quanto riguarda il solo dato di aprile, il totale passeggeri (arrivi + partenze) sull’aeroporto del Salento, è stato di 104.372 passeggeri, con un incremento del 27,1% rispetto agli 82.146 di aprile 2009. In crescita (+25,4%) i passeggeri di linea nazionale (89.334 passeggeri ad aprile 2010 contro i 71.223 di aprile ‘09), così come quelli di linea internazionale: nello scorso mese sono stati 14.479 contro i 9.956 di aprile  ’09, con un incremento del 45,4%. Analogamente cresce il totale movimenti aeromobili, passato dai 3.226 movimenti del primo quadrimestre 2009 ai 3.709 (+12%) al 30.4.2010.
Sul  “Gino Lisa” di Foggia, nei primi quattro mesi di quest’anno i passeggeri (arrivi e partenze) sono stati 20.160, a fronte dei 23.021 del primo quadrimestre 2009 (-15,4%).
Per Domenico Di Paola, Amministratore Unico di Aeroporti di Puglia dall’analisi del consuntivo del traffico del primo quadrimestre emerge che ”le scelte adottate in materia di mobilità e potenziamento delle infrastrutture, per le quali la Regione Puglia sta destinando investimenti mirati, candidano il sistema aeroportuale pugliese a divenire un hub di riferimento del Mediterraneo. Partendo da queste basi e puntando ad una migliore organizzazione delle risorse economiche e progettuali, i nostri aeroporti possono compiere un ulteriore balzo in avanti quale elemento strategico per la crescita del territorio pugliese”

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook