Vendita a domicilio, 10 consigli da AVEDISCO

0

avedisco_Giuliano SciortinoLa tutela e la soddisfazione dei Consumatori sono valori fondanti per AVEDISCO, l’Associazione Vendite Dirette  Servizio Consumatori che da sempre aiuta chi decide di affidarsi a questo modello di business.

Proprio in quest’ottica, nei giorni scorsi AVEDISCO, rappresentata dal Segretario Generale, Giuliano Sciortino, ha preso parte ad un Open Day  all’interno del Ciclo di incontri  di contatto con la cittadinanza “consumiAmo” organizzato da UNC – Unione Nazionale Consumatori – la prima Associazione di Consumatori in Italia.

Attraverso i principi stabiliti dal proprio Codice di Condotta, AVEDISCO, garantisce infatti il corretto comportamento commerciale delle sue 38 Aziende Associate e suggerisce dieci “consigli preziosi” per chi desidera acquistare prodotti e servizi a domicilio:

 

  1. Chiedere che l’Incaricato alle vendite si identifichi e identifichi l’azienda per la quale collabora esibendo il tesserino di riconoscimento, rilasciato dopo comunicazione all’Autorità di Pubblica Sicurezza, che è obbligatorio per gli Incaricati alle vendite a domicilio.
  2. Esigere che l’Incaricato specifichi chiaramente la ragione della visita.
  3. Chiedere che l’Incaricato illustri le caratteristiche del prodotto, le condizioni di prezzo e dell’eventuale credito, le altre condizioni di vendita, i tempi di consegna, le garanzie, il cambio, la restituzione e l’eventuale servizio assistenza.
  4. Prima di firmare il contratto verificare l’inserimento degli adempimenti in materia di tutela della privacy.
  5. Leggere bene ciò che si firma e, in particolare: accertarsi della clausola relativa al diritto di recesso o di ripensamento e che la stessa indichi chiaramente a chi deve essere comunicato, accertarsi che la data sia realmente quella in cui si sottoscrive l’ordine.
  6. Sapere che il diritto di recesso è valido solo per le persone fisiche e non se si firma il contratto a nome di società.
  7. Farsi sempre rilasciare copia dell’ordine e verificare che sia identica all’originale sottoscritto.
  8. Non apporre firme per omaggi distribuiti a titolo gratuito.
  9. Non apporre firme quando sono richieste per dimostrare un’avvenuta intervista o per comprovare soltanto l’avvenuta dimostrazione del prodotto.
  10. Verificare l’assenza di clausole vessatorie, verifica già effettuata per le Imprese Associate AVEDISCO.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook