IL FISCO METTE LE RUOTE, INIZIA IL TOUR

0

Si è tenuta oggi presso la sala consiliare del comune di Alberobello la conferenza stampa di presentazione della manifestazione “Il Fisco mette le ruote”, giunta alla sua quarta edizione nazionale. In Puglia, il camper del Fisco fa tappa da oggi nella città dei trulli, dove resterà anche domani, con orario di apertura al pubblico dalle ore 10 alle 18. Nei due giorni successivi, dal 21 al 22 aprile, l’ufficio mobile dell’Agenzia delle Entrate sosterà a Polignano, ultima tappa del tour pugliese.

In occasione della tappa ad Alberobello, si sono ritrovati a parlare di giustizia fiscale, servizi ai cittadini e lotta all’evasione il direttore regionale della Puglia dell’Agenzia delle Entrate, Enrico Sangermano, allo stesso tavolo con il sindaco di Polignano a Mare, Raffaele Bovino. Il sindaco di Alberobello, Bruno De Luca, non è potuto intervenire per impegni dell’ultimo momento. Erano presenti, invece, gli assessori alle Finanze di Alberobello, Mino Perrini e al Bilancio di Polignano, Matteo Colella.

A prendere la parola per primo, il padrone di casa, Mino Perrini. L’assessore ha evidenziato con forza l’esigenza delle istituzioni locali di collaborare con l’Amministrazione finanziaria, per tendere all’obiettivo comune della corretta interpretazione ed applicazione della norma tributaria. Secondo Perrini, i cittadini devono essere guidati ad adempiere onestamente al dovere della contribuzione, ma devono anche essere assistiti per rendere il più possibile semplice e lineare l’iter dichiarativo. Sul fronte della lotta all’evasione, invece, occorre che le banche dati dell’Agenzia delle Entrate siano accessibili anche ai comuni in forma trasparente. In questo modo, i comuni potrebbero verificare, ad esempio, l’effettiva spettanza delle agevolazioni richieste dai cittadini e calibrare anche l’accesso alle prestazioni sociali.

Pieno accordo sul tema dei servizi da parte dell’assessore polignanese. Matteo Colella ha sottolineato, per quanto riguarda il suo comune, l’importanza dell’informatica per velocizzare il rapporto tra cittadini e Fisco, oltre che per andare incontro alle esigenze di quanti non possono spostarsi per raggiungere gli Uffici e, tuttavia, sono orientati ad adempiere. Su questo punto, l’assessore ha annunciato anche che il comune di Polignano si doterà presto di un portale al quale i cittadini potranno accedere via web per controllare la propria situazione fiscale rispetto alle imposte comunali. Altro capitolo rilevante è quello delle informazioni che i cittadini chiedono per poter beneficiare delle norme agevolative. Un esempio su tutti è quello delle norme volte ad incentivare il risparmio energetico e la riqualificazione del patrimonio immobiliare. C’è molta domanda di notizie pratiche e sarebbe necessario prevedere più occasioni durante l’anno per divulgare questo tipo di informazioni.

Il sindaco di Polignano, Raffaele Bovino, ha ringraziato l’Agenzia delle Entrate per l’opportunità offerta ai cittadini di avvicinarsi al Fisco in modo amichevole, sfatando la leggenda delle imposte come ingrata vessazione. Il sindaco, inoltre, ha dichiarato il proprio interesse a favorire la semplificazione nei rapporti tributari dei cittadini, avvalendosi di tutti gli strumenti resi disponibili dalla tecnologia, anche attraverso i canali resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate. Polignano – ha ripetuto il sindaco – ha aderito con entusiasmo alla manifestazione “Il Fisco mette le ruote”, immaginando di incontrare il gradimento della popolazione per un servizio accessibile in modo semplice e diretto nel proprio paese.

La conferenza stampa si è chiusa con l’intervento di Enrico Sangermano, direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate. Il direttore ha ricordato alla platea tutti gli strumenti messi in campo dal legislatore, nel corso degli anni, per dare concretezza alla collaborazione tra istituzioni sul territorio. La collaborazione dei comuni all’accertamento è un esempio, ma ci sono tanti altri casi di successo sul fronte dei servizi. Si pensi al versamento dell’Ici e della Tarsu mediante F24, in base ad appositi accordi che i comuni possono sottoscrivere con l’Agenzia. Anche con la Regione esistono rapporti di proficua collaborazione, in materia di Irap e addizionale regionale all’Irpef. Non si può dimenticare, del resto, che l’Agenzia serve l’interesse pubblico sia quando aiuta i cittadini ad adempiere sia quando contrasta l’evasione perché tutti paghino il giusto. Solo in questo modo, infatti, si finanziano i servizi e si promuove il benessere collettivo. Il direttore, infine, ha citato il progetto “Fisco e scuola”, in collaborazione tra Agenzia e Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, a testimonianza delle energie che l’Agenzia delle Entrate impiega con convinzione ormai da anni per rafforzare la cultura della legalità fiscale. Le giovani generazioni, destinatarie e protagoniste attive degli incontri informativi sul Fisco svolti presso le scuole, sono la prima frontiera del progresso spirituale della nazione. Attraverso l’investimento culturale sui giovani, il Fisco persegue l’ideale della giustizia fiscale che è anche un tassello fondamentale della più ampia giustizia sociale.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook