Il recupero degli antichi mestieri per rilanciare occupazione e sviluppo

0

Inclusione sociale e rigenerazione urbana. Queste le finalità principali del ‘Laboratorio Urbano Diffuso per lo sviluppo imprenditoriale e l’inclusione socio-occupazionale’ di Apricena, Lesina, Poggio Imperiale e San Paolo di Civitate, la cui presentazione ufficiale si è svolta lo scorso venerdì ad Apricena presso Casa Matteo Salvatore. Il Laboratorio – che rientra tra le azioni immateriali previste nel Piano Integrato di Sviluppo Territoriale FO.R.T.O.R.E (Formula di Rigenerazione Territoriale Orientata alla Rivitalizzazione Economica) – punta a rilanciare la valorizzazione sociale, culturale ed urbana dei quattro centri. Anche perché «da un’analisi effettuata – ha spiegato Simona Severo, della cooperativa sociale Medtraning che coordina il progetto – è emersa una difficile situazione lavorativa in tutti i comuni interessati, con un alto tasso di disoccupazione femminile e giovanile. Inoltre, abbiamo registrato anche un alto tasso di chiusura delle imprese di questo territorio: in pratica, per un’impresa che nasce, due cessano di vivere».

 

Anche alla luce di questi dati, quindi, diventa sempre più necessario mettere in campo azioni tese allo sviluppo e alla rigenerazione territoriale ed occupazionale dei centri coinvolti. Per questo, a partire dal 24 luglio, presso le sedi dei Laboratori dei “Bollenti Spiriti”, è prevista l’attivazione degli Sportelli Impresa che avranno il compito di informare ed orientare cittadini ed aziende sulle opportunità legate alla creazione e sviluppo di impresa. Ma non solo. Perché il progetto prevede anche «una mappatura di tutte le botteghe degli artigiani locali – prosegue Severo – con l’idea di recuperare e valorizzare gli antichi mestieri connessi, in particolare, all’artigianato tradizionale, artistico e creativo. Sarà, infine, sondata la disponibilità ad avviare dei tirocini formativi presso le stesse botteghe proprio per favorire il trasferimento di know how alle nuove generazioni».

 

Trattenere il capitale umano e sociale nel territorio per non farlo emigrare. Questa, in definitiva, una delle mission del Laboratorio che sarà animato anche dall’organizzazione di workshop tematici finalizzati a coinvolgere cittadini, amministratori, attori socio-economici, esperti e consulenti per discutere sulle problematiche e sulle opportunità di sviluppo locale, stimolando la nascita di proposte progettuali sostenibili e fattibili. E proprio per incentivare lo sviluppo d’impresa, sarà fornito l’accompagnamento nella fase di star up aziendale per le imprese che ne faranno richiesta, attraverso una forma di incubazione delocalizzata presso l’azienda.

 

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook