Continua il cammino di Michele verso la Terra Santa… ecco cosa scrive…

0

Sveglia prima dell’alba e poi, lentamente, la luce colora le cose. Ho solo 25 km per oggi e me la posso prendere comoda. Infatti, non potendo poltrire in questo ospitante sottoscala, esco e mi dirigo verso la città. Tutti i locali sono chiusi. E’ comprensibile in quanto chiudono molto tardi la sera. Il panificio, però, è aperto. Vendono un cornetto enorme a 80 cent. Bene, ho proprio fame. All’interno c’è cioccolata; non mi attira tanto, ma se si ha fame si mangiano anche i mattoni. Quando si dorme all’avventura c’è il problema delle ricariche delle varie pile che alimentano le attrezzature. Il Gps dovrebbe andare per oggi mentre il tablet e il cellulare non hanno molta autonomia. In qualche modo mi arrangerò. Lascio il mare per percorrere una lunga e ampia valle disseminata di industrie varie. Si sale verso i monti. Di ombra ce n’è in abbondanza e il caldo è sopportabile. La strada è molto stretta e, purtroppo, bisogna stare attenti alle auto; è necessario, quindi, distogliere un po’ di attenzione dai panorami. Fisicamente sto bene, mi sono fermato una sola volta per fare degli esercizi per la schiena. Con oggi supero gli 800 km. E’ come dire che il primo Cammino di Santiago è completato; me ne restano solo altri tre da fare, più gli spiccioli ovviamente. Arrivo a destinazione alle 15.30. Nel solito bar trovo anche una camera per dormire. Non c’è doccia. Devo lavarmi a pezzi fra contorsioni che possono tornarmi utili come stretching. Tutta l’attrezzatura è sotto carica ed io posso anche rilassarmi per una mezzora. Faccio due passi ma mi accorgo che ne basterebbe anche solo uno. Solite faccende: market per una scatoletta di sgombri (costa poco ed è grande), pane e due pomodori. E giù a scrivere quello che è diventato il mio relax preferito. Ripercorro con la mente tutto ciò che ho fatto durante la giornata, valuto gli avvenimenti, anche per interiorizzarli meglio e poi li condivido con voi. Stasera niente internet. Niente di grave! Vorrei concludere qui la giornata di oggi, ho altre cose a cui pensare, anche.

Michele Del Giudice

Segui il cammino di Michele

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook