Sono della Mangini Stefano S.r.l. di Putignano (www.mangini.it), realtà specializzata nelle partizioni per ufficio, le pareti mobili del nuovo aeroporto di Brindisi inaugurato oggi alla presenza del ministro dei trasporti Alessandro Bianchi, il presidente dell’Enac Vito Reggio del governatore della regione Puglia Nichi Vendola.
 
L’intervento della Mangini, avviato a maggio 2006, riguarda la realizzazione di 6.000 metri quadrati di controsoffiti di oltre 3.500 metri quadrati di pareti mobili, per un valore complessivo di circa 1 milione di euro.
 
L’intera commessa, progettata dallo studio “Sylos Labini ingegneri associati” di Bari, prevede l’utilizzo della parete mobile “Planika”, prodotto di punta della Mangini, realizzata con struttura in acciaio metallizzato e vetro interamente personalizzata, con variazioni cromatiche per gli uffici operativi e la sala vip. La scelta dei materiali e delle diverse tonalità di colore acciaio metallizzato utilizzate, donano alla nuova aerostazione una connotazione hitech, scelta innovativa per l’arredo di un’aerostazione.
 
“La realizzazione del nuovo aeroporto di Brindisi < commenta Gianni Mangini, a capo del Gruppo Mangini > segue la positiva esperienza dell’aeroporto di Bari. Le soluzioni che abbiamo adottato rispecchiano la nostra filosofia, che mette al primo posto la totale personalizzazione delle soluzioni offerte e la massima attenzione al confort e all’abitabilità degli ambienti che creiamo. Abbiamo utilizzato il nostro prodotto di punta Planika che grazie alla caratteristica di totale personalizzazione permette di realizzare pareti mobili su misura in grado di soddisfare le più particolari e complesse esigenze”.
Ufficio stampa – Maria Grazia Bitetto

Di admin

Chiudi Popup
Seguici su Facebook