Con più di 3600 visitatori si è chiuso #Smau #Torino

0

 Si è chiuda ieri la prima edizione di Smau Torino registrando oltre 3.600 visitatori professionali, più di 5.300 registrati al sito di Smau. Consegnati nei due giorni 16 riconoscimenti nell’ambito dei quattro premi in programma e presentate all’interno dell’area espositiva oltre 100 novità tecnologiche raccontate dai principali protagonisti del settore, tra cui: Avaya, BT Italia, Dell, Fujitsu, HP, Intel, Infor, Lenovo, Microsoft, SAP, Vodafone e da oltre 40 realtà tra startup, laboratori e centri di ricerca presenti nell’area Innovation 4 Business Expo.

 “Il Piemonte e la città di Torino – ha affermato Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau – attraverso l’intraprendenza delle loro startup, l’alto tasso di innovazione dei propri laboratori e centri di ricerca, la virtuosità dei progetti che vengono portati avanti in tema di città intelligenti e l’eccellenza in campo tecnologico delle sue imprese ha mostrato, in questi due giorni di Smau, di essere davvero “avanti” e di aver compreso appieno il ruolo fondamentale giocato dalle tecnologie digitali per lo sviluppo e la competitività del sistema produttivo della Regione. Smau in questi due giorni ha vinto una sfida importante: quella di far incontrare due realtà solo apparentemente lontane, ma in realtà complementari per supportare la competitività delle imprese della Regione: il mondo delle imprese con quello della ricerca industriale e delle startup. I premi e i diversi momenti di pitching in programma in questi due giorni hanno posto le basi per importanti collaborazioni e partnership in grado di dare nuova energia alle Imprese.”

A queste parole, seguono quelle di Agostino Ghiglia, Assessore alla Ricerca della Regione Piemonte: “La ‘prima’ di Smau a Torino è stata l’occasione per ribadire lo stretto legame tra innovazione e crescita: il ritorno alla competitività internazionale dei nostri territori e delle nostre aziende passa inevitabilmente attraverso la valorizzazione  delle eccellenze e l’implementazione di un’adeguata rete di condivisione di buone prassi, soprattutto in campo di PMI e P.A. In tal senso, la Regione Piemonte può vantare esperienze di assoluta avanguardia: non solo realtà avviate come i Poli di Innovazione, i Parchi Scientifici e Tecnologici e gli Incubatori di Impresa, ma anche una collaborazione continua con il mondo universitario per la programmazione futura”.

L’edizione di quest’anno è stata anche l’occasione per condividere con imprenditori e manager le numerose eccellenze piemontesi attraverso i premi che si sono svolti nei due giorni. Ed è proprio con il Premio Smart City che si è conclusa l’edizione di quest’anno, consegnando un riconoscimento a 3 progetti innovativi: Anci Piemonte che vince con il progetto ‘Quanto risparmiamo se..?’ realizzato dal CSI Piemonte che prevede la realizzazione di un portale per la simulazione dei risparmi per le pubbliche amministrazioni locali mirato alla sostenibilità energetica e ambientale attraverso la riduzione degli sprechi e un uso intelligente dell’energia. Il Comune di Torino che ha intrapreso, in collaborazione con Poste Italiane, un progetto pilota che, a partire da Febbraio 2013, ha previsto la realizzazione e l’avvio, presso la rete “SportelloAmico” attiva negli Uffici Postali del Comune e non solo, del servizio “rilascio certificati anagrafici”. Infine il Comune di Bergamo, che, ha intrapreso diversi progetti per rendere la città a misura di cittadino, tra cui l’introduzione dello sportello telematico polifunzionale, il progetto Smart Aging che mira a migliorare la qualità della vita degli anziani, la realizzazione di una piattaforma tecnologica per la gestione ed erogazione centralizzata delle informazioni sull’illuminazione pubblica, la videosorveglianza, la mobilità e il traffico ecc..

Il Premio Smart City ha seguito una breve introduzione a cura di Anci sullo stato attuale di sviluppo delle città intelligenti a cura di Paolo Testa, Direttore di Cittalia  – Anci, il quale ha sottolineato, nel presentare alcuni dati sullo stato di sviluppo delle città intelligenti, che nei prossimi tre anni la maggior parte dei progetti che i comuni intendono avviare in tema di smart city riguarderanno le infrastrutture per la mobilità (46,42%) seguiti a distanza dai progetti relativi al patrimonio immobiliare(10.4%) e al ciclo dell’acqua (8%). Dallo studio di Anci si evince che finora le città che hanno intrapreso un cammino “smart” sono quelle di medio-grandi dimensioni, ma l’Italia è caratterizzata da enti locali di piccole dimensioni che dovranno trovare un loro modello di comunità intelligente.

Subito dopo Emil Abirascid, Ceo di Startupbusiness ha introdotto le idee innovative presentate dalle startup attive su progetti in ambito Smart City. Si è passati poi ad un rapido confronto tra Enzo Lavolta, Assessore all’Innovazione della Città di Torino e Presidente della Fondazione Torino Smart City, che ha presentato il progetto Smile, piano strategico per Torino Smart City e Antonella Galdi, Responsabile Innovazione di Anci che ha sottolineato come, nel contesto economico che l’Italia sta attraversando attualmente, lo sviluppo di progetti in chiave Smart City non può che passare da nuove e più virtuose modalità di collaborazione fra le istituzioni locali e le imprese. Si tratta di operare in termini di coprogettazione e identificazione di obiettivi comuni, affinché le (poche) risorse disponibili per gli investimenti, sia pubbliche che private, siano convogliate su interventi condivisi che rispondano realmente ai bisogni dei singoli territori. Antonella Galdi ha chiuso il suo intervento sottolineando come la città di torino sia stata particolarmente attenta a questo aspetto, ed è proprio per questo che sta ottenendo tali risultati.

A consegnare il premio è intervenuto Piero Fassino, sindaco di Torino e Presidente di Anci Piemonte, che ha affermato: “ Le sinergie tra la città di Torino e Smau sono evidenti, è in questa città che è nato il settore delle Telecomunicazioni ed oggi, qui in Smau è possibile trovar un gran fermento tra gli stand e una notevole partecipazione di imprese piemontesi. Venendo qui oggi ho trovato un humus fertile sia dal punto di vista scientifico, tecnologico, produttivo e commerciale che ci consente di valorizzare il nostro patrimonio di eccellenze piemontesi e di far fare un salto ulteriore al nostro progetto Smart City che ci vede come comune in prima linea su questo tema: sono oltre 400 le imprese che partecipano ai progetti smart city, insieme alla Fondazione Torino Wireless, Politecnico di Torino e Smart City, e molti dei quali sono stati presentati in questi due giorni di evento. Smau, ospitando tutti i soggetti che collaborano con la città alla realizzazione dei progetti Smart City ci ha dato la possibilità di socializzare e dare nuovo impulso alla nostra attività. In tutto questo contesto si inserisce Anci che con il suo Osservatorio che fornisce un prezioso supporto affinchè molti comuni, a partire da quelli piccoli, possano anch’essi partecipare alla realizzazione di  progetti sul proprio territorio. Tutti questi attori presenti oggi in Smau sono i veri protagonisti in grado di permettere al nostro Paese di compiere quel salto in termini di innovazione per essere concorrenziali a livello internazionale.

La mattinata di giovedì ha visto anche la consegna dello Smau Mob App Award il premio realizzato  collaborazione con la School of Management Politecnico di Milano  e dedicato alle applicazioni mobile che ha visto come vincitori 5 app per la categoria consumer: Clocklock, Pointstic, Go Bemoov, Authentica, Wired Italia e 2 app per la categoria Business: Gas to Go, l’app dell’azienda  di Snam e Payleven Italy dell’azienda Payleven Italiy.

Nella logica di raccontare le opportunità dell’agenda digitale alle imprese del Piemonte è stata fondamentale la collaborazione con Forum PA che oggi ha tenuto l’evento dal titolo “Forum Territoriale Piemonte: l’Agenda Digitale per la rimodernizzazione del Paese” in cui è avvenuto un confronto aperto tra Enti Centrali e Amministrazioni Territoriali della Regione.

Mercoledì invece è stata la giornata dedicata alle startup che, attraverso il Premio Lamarck ha celebrato le 3 startup più innovative dell’edizione piemontese di Smau: Biotechware, Bookolico e Where’s up? e alle imprese che, attraverso le tecnologie digitali hanno migliorato il proprio business, crescendo sul mercato. Il Premio Innovazione ICT Piemonte ha infatti consegnato un riconoscimento a Tnt Express, Metropolitana Milanese, M.T.M (CN) per un progetto realizzato con Sistemi Hs, business Partner di HP e  Intesa Sanpaolo. Una menzione speciale è stata poi consegnata all’Assessore alle Attività Produttive della Provincia di Torino Ida Vana per il progetto Brevetti to Business. Inoltre è stato consegnato un Premio Speciale Innovazione nel Retail alla società Intercomp di Verona per aver sviluppato totem innovativi per il mondo della grande distribuzione e per il retail.

Le startup e le eccellenze piemontesi incontrate in questa prima edizione di Smau Torino saranno portate in tour nelle prossime tappe del Roadshow Smau in Emilia Romagna il 5 e 6 giugno e a Milano dal 23 al 25 ottobre.

LE DICHIARAZIONI DEI PARTNER

“La prima edizione di SMAU Business Torino si rivela una tappa importante per presentare sul territorio soluzioni innovative e tecnologie all’avanguardia. Presso l’Infor Village abbiamo presentato le nostre soluzioni per il settore manifatturiero, fruibili anche in modalità cloud. Un’offerta, recentemente arricchita dalla piattaforma di enterprise collaboration di nuova generazione Infor Ming.le, che consente alle aziende di affrontare le sfide che il mercato odierno impone.”
Massimo Coghi, Account Manager Infor

“SMAU Business Torino si è confermata un’occasione importante per incontrare le aziende del territorio offrendo utili momenti di formazione sull’importanza dell’innovazione tecnologica a supporto del business. Insieme ai nostri Partner abbiamo approfondito il valore dei sistemi gestionali integrati e del CRM e attraverso i nostri workshop abbiamo aiutato i professionisti locali ad acquisire consapevolezza dei vantaggi offerti dagli innovativi paradigmi tecnologici del Cloud e della mobility per un’ottimale collaborazione e produttività”
Silvia Candiani, Direttore Marketing & Operations Microsoft Italia

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook