Il documentario “La scuola a casa” – diretto da Roberto Ronchi, regista e cameraman televisivo, in collaborazione con Mara Corradi, giornalista nel settore dell’architettura e del design – pone al centro dell’attenzione la difficile situazione che il mondo scolastico italiano si è trovato ad affrontare durante i mesi di lockdown.

Nel film si parla di una scuola primaria pubblica del quartiere Bovisa di Milano che ha cercato di affrontare il dramma della chiusura e dell’isolamento con la collaborazione, la comprensione e il dialogo: la scuola è così riuscita a diventare un nuovo punto di riferimento.

La narrazione, iniziata nel mese di febbraio, tratta una serie di interviste ai bambini, ai genitori ma anche agli insegnanti e al personale scolastico: dalle loro parole emergono temi quali l’integrazione, l’inclusione sociale e la relazione che esiste tra l’educazione e la sanità pubblica. Il documentario evidenzia il modo in cui la didattica è stata portata avanti giorno dopo giorno, nonostante le grandi difficoltà, fino a riscoprire la scuola come un esempio di società e le mura domestiche come un nuovo spazio per educare i propri figli.

L’idea di lanciare una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso – prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation – serve per finanziare le spese del documentario: la musica e la grafica insieme alla realizzazione dei sottotitoli in cinese e in arabo, le lingue più parlate dalle famiglie immigrate nel quartiere milanese della Bovisa. 

Tutti coloro che decideranno di contribuire con una donazione verranno ringraziati con alcune ricompense, come la visione in streaming del documentario, una foto ricordo con i registi o la proiezione pubblica del film.

Per maggiori informazioni: https://www.produzionidalbasso.com/project/la-scuola-a-casa/ 

Chiudi Popup
Seguici su Facebook