Gianni Alemanno a #Smau: Le città 2.0 si costruiscono con la partecipazione

0

E’ in corso la seconda giornata di Smau Roma dove si stanno presentando presso la nuova fiera di Roma tutte le più innovative tecnologie digitali per il business. Ospite ieri il Sindaco di Roma Gianni Alemanno che ha partecipato all’evento Smart City, dedicato alle città intelligenti, organizzato in collaborazione con ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e ha portato il suo saluto alle oltre 100 aziende espositrici. Nel suo giro tra gli stand la sua attenzione si è soffermata sulle startup e su tutte quelle tecnologie innovative per le città intelligenti.

Prima della premiazione che ha visto consegnare un riconoscimento alle 4 realtà del centro Italia che hanno sviluppato i progetti più innovativi di sviluppo delle città intelligenti, tra cui Roma Capitale, il Comune dell’Aquila, il Comune di Firenze e Roma TPL – Trasporto Pubblico Locale, Gianni Alemanno si è soffermato su quanto svolto dal Comune di Roma in ambito Smart City ”Sono qui con l’assessore alle attività produttive Bordoni per testimoniare il grande sforzo di innovazione tecnologica che si sta realizzando in questi anni per rendere sempre più semplice e fluido il rapporto tra cittadini e amministrazioni. Sono convinto che la partecipazione dei cittadini sia la chiave per la realizzazione concreta dei progetti di sviluppo delle città intelligenti. È vitale ormai la necessità di coinvolgimento e di partecipazione del singolo cittadino ed è responsabilità delle amministrazioni rispondere a queste esigenze con una nuova energia innovativa. Ed è principalmente di natura digitale questa nuova energia che dobbiamo mettere in campo. Siamo di fronte a un panorama di risorse sempre più scarse, viviamo giornalmente gravi problemi di crescita e riscontriamo nella comunità esigenze molto diverse e variegate da parte di gruppi molto diversi tra loro che popolano la nostra città. Soltanto giocando sulla scommessa digitale, possiamo riuscire a rispondere alle nuove esigenze dei cittadini e dare loro quel senso di partecipazione e di appartenenza che ci richiedono. Gli amministratori devono essere aiutati a orientarsi – e qui lo dico come Presidente del Consiglio Nazionale dell’ANCI – è importante conoscere quali siano reali le best practice per evitare di perdere tempo con progetti estemporanei che rischiano di generare grandi attese, che possono deludere. In tal senso vediamo l’importanza di eventi e riconoscimenti come questo di oggi. Roma ha scelto da tempo di avviarsi su questa strada digitale, anche se abbiamo dovuto recuperare un gap di ritardo molto forte. Il nostro primario sforzo è stato quello di dare un’infrastruttura innovativa e oggi tutta la nostra concentrazione è sullo sviluppo di Roma come smart city.”

In merito al riconoscimento ricevuto ieri nell’ambito di Smau Roma, il Sindaco Alemanno ha commentato: “La nostra offerta vuole mettere al centro il cittadino, offrirgli la possibilità di essere connesso quasi ovunque e accedere a tutti i dati che mette a disposizione la sua città in un’ottica di trasparenza, e, attraverso Carta Roma accedere ad una sorta di cittadinanza digitale. Il digitale è la via da seguire. Solo attraverso un salto tecnologico riusciremo a creare quel ponte tra amministrazione e cittadino, per un nuovo diritto di cittadinanza, per farlo sentire protagonista dentro una amministrazione trasparente come una casa di vetro. Per questo guardiamo con grande attenzione al mondo dell’imprenditoria giovanile e dell’università perché è anche da qui che può arrivare un profondo cambiamento in grado di rinnovare alla base anche la politica.”

Concorde anche Antonella Galdi, Responsabile Innovazione di ANCI che ha affermato: “L’innovazione applicata alla dimensione urbana rappresenta uno dei principali terreni sui quali si gioca la partita del possibile rilancio del nostro Paese. Sia le più recenti linee di indirizzo dell’Unione Europea sia numerose analisi internazionali certificano, infatti, come sia nel binomio città-innovazione tecnologica che è necessario investire prioritariamente per creare sviluppo nei sistemi territoriali di area vasta e nazionali. Nel contesto economico che l’Italia sta attraversando attualmente, questa azione di sviluppo non può che passare da nuove e più virtuose modalità di collaborazione fra le istituzioni locali e le imprese. Si tratta di operare in termini di coprogettazione e identificazione di obiettivi comuni, affinché le (poche) risorse disponibili per gli investimenti, sia pubbliche che private, siano convogliate su interventi condivisi che rispondano realmente ai bisogni dei singoli territori.”

Durante Smau Roma, allo stand di Roma Capitale, è possibile, inoltre, scoprire le agevolazioni e gli strumenti finanziari messi a disposizione delle imprese del Lazio e capire come poter aprire un’attività produttiva nel Lazio attraverso lo Sportello Unico delle Attività Produttive.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook