Domini .RU : Ministero Comunicazioni Russia consiglia lista registrar autorizzati per evitare problemi

0

puntoruIl Ministero delle Comunicazioni della Federazione Russa consiglia di registrare, alle aziende russe, i domini .ru presso registrar autorizzati dal Ministero. La lista comprende ventinove nomi di aziende autorizzate dal Ministero russo al vendere e registrare domini web locali. Il comunicato è riferito alle aziende russe, ma tuttavia interesserebbe tutte le aziende che hanno siti web che possono disporre ad esempio di un dominio .ru registrato, ad esempio in nazioni diversa dalla Russia.

Sempre secondo il comunicato stampa ( http://minsvyaz.ru/en/events/32544/ ) rilasciato dal Ministero delle Comunicazioni della Federazione Russa è consigliabile registrare domini .ru presso aziende certificate dal ministero, e dunque nella giurisdizione russa, onde evitare eventuali chiusure del servizio web di tipo unilaterale. Il Ministero precisa che la raccomandazione di spostare i propri domini .ru presso aziende accreditate dal Ministero, sarebbero conseguenti alle sanzioni USA in relazione alle note vicende legate alla Crimea e eventuali interruzioni di servizio da aziende non russe.

Giulio Gargiullo Online Marketing Manager da dieci anni impegnato fra Russia e Italia commenta la notizia: “E’ importante in questo momento assicurarsi, come suggerisce il Ministero della Federazione Russa, di registrare il proprio sito con estensione .ru presso la lista segnalata di registrar autorizzati dallo stesso Paese. Oltre ad essere una misura importante da approntare nella sicurezza dei siti, nel rispetto delle direttiva del Ministero russo, consente altresì una migliore fruizione del sito in lingua russa da parte dei cittadini della Federazione Russa.” Conclude Gargiullo: “Avere un sito web .ru registrato presso la giurisdizione russa e dunque presso i registrar autorizzati dal Ministero russo consente di evitare eventuali spiacevoli interruzioni di servizio da parte di registrar esteri, non autorizzati dalla Federazione Russa”.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook