SMAU BOLOGNA CHIUDE CON OLTRE 4000 PRESENZE

0

Chiude oggi la terza edizione di Smau Business Bologna che quest’anno si è svolto in contemporanea con Research to Business, il Salone della ricerca industriale: un unico appuntamento che ha avuto come protagonista l’innovazione tecnologica a 360 gradi, con ospiti del mondo della ricerca internazionale, registrando oltre 4.000 visitatori (+40% rispetto al 2010) e più di 5.300 registrati al sito www.smau.it, di cui il 60% imprenditori e manager e il 40% operatori del settore ICT. Tra gli stand è stato possibile toccare con mano le ultime novità tecnologiche presentate da oltre 280 espositori, tra cui i principali protagonisti del settore come Dell, Fastweb, Infor, Intel, Microsoft, Oracle, SAP, Telecom Italia, Zucchetti, e oltre 70 start up.

L’Amministratore Delegato di Smau, Pierantonio Macola ha così commentato l’appuntamento appena concluso: ”Questa edizione congiunta di Smau e Research to Business ha acceso i riflettori sull’eccellenza che contraddistingue la Regione Emilia Romagna nel favorire e sostenere la nascita e lo sviluppo di nuove imprese e che deve essere un esempio per l’intero Paese. In questo appuntamento bolognese abbiamo incontrato tanti giovani imprenditori e manager di imprese del territorio accomunati dalla consapevolezza che l’innovazione tecnologia sia la chiave per vincere la sfida imposta dal mercato. Il Premio Innovazione ICT Emilia Romagna ha voluto proprio conferire un riconoscimento a queste imprese che hanno saputo dare una svolta al proprio business grazie all’adozione di moderne tecnologie digitali, Valmex, Corradini, Eridania Sadam, Gruppo Essepienne, Prima Industries, Lamborghini sono le vincitrici dell’edizione bolognese del Premio, ora la nostra attività di sensibilizzazione del territorio e di valorizzazione delle eccellenze prosegue con l’edizione nazionale del Premio Innovazione ICT che si terrà a Milano nell’ambito di Smau 2011, dal 19 al 21 ottobre”.

In risposta, l’Assessore alle Attività produttive, Piano energetico e Sviluppo sostenibile, Economia verde, Edilizia, Autorizzazione unica integrata della Regione Emilia-Romagna, Gian Carlo Muzzarelli, afferma: “Dopo il successo di SMAU Business, in felice contemporanea con R2B, Research to Business, continueremo con rinnovata intensità a lavorare per una Regione sempre più moderna, capace di produrre nuove idee e nuovi prodotti, di essere trainante e non trainata. Questo successo è il segnale che il sistema regionale crede fortemente nell’innovazione e nell’opportunità di fare incontrare il mondo della ricerca industriale con le imprese come chiave per uscire dalla crisi, rafforzando la propria competitività ed attrazione a livello internazionale. I casi di successo, le conversazioni con rappresentanti delle istituzioni, relatori ed altri imprenditori, i premi per l’innovazione, sono stati momenti di incontro e confronto che hanno caratterizzato la manifestazione”.

Accanto al Premio Innovazione ICT Emilia Romagna, la mattinata di mercoledì 8 giugno ha visto consegnare una menzione speciale a Paolo Angelini, Presidente di Rete ICT – consorzio che aggrega operatori ICT del territorio emiliano romagnolo con l’obiettivo di rispondere in maniera efficace e puntuale alle moderne esigenze di informatizzazione delle imprese locali. A chiusura della mattinata Pierluigi Visci, Direttore del Resto del Carlino, ha consegnato il Premio Made in E.R. Premio Speciale per l’Innovazione alle tre start up più rappresentative del genio e dell’innovazione made in Emilia Romagna: Rsens, OL3 Solutions e ReMembrane. Le giovani imprese potranno partecipare gratuitamente a Smau Milano 2011 nell’area Percorsi dell’Innovazione e incontrare potenziali finanziatori a cui proporre i propri progetti innovativi.

Affollate anche le sale workshop che hanno affrontato le tematiche di maggiore rilievo in ambito ICT affrontate dai più autorevoli docenti e analisti da Gartner a School of Management Politecnico di Milano a SDA Bocconi School of Management: cloud computing, fatturazione elettronica, dematerializzazione dei documenti e gestione documentale, unified communication, business intelligence, CRM, sistemi gestionali integrati per citarne alcune. Molto seguite le arene Retail e Marketing Trends dove il dibattito si è focalizzato sulle opportunità offerte dall’e-commerce, sulla gestione del magazzino attraverso l’RFId, sulle applicazioni mobile per la gestione degli ordini, sui sistemi di pagamento elettronico, sulle opportunità del Marketing Digitale e ancora sull’utilizzo dei social network per la formazione e la didattica e per la ricerca e selezione del personale. Agli oltre 80 appuntamenti in programma nelle due giornate di evento hanno partecipato oltre 2.100 imprenditori e manager.

Tra gli stand l’attenzione dei visitatori è stata catturata dalle ultime novità dedicate al mondo delle imprese, dagli scanner e stampanti ultra veloci di Canon, alle nuove soluzione di Unified Communication di Fastweb, dai server progettati per dare il massimo in termini di prestazioni e riduzione dei consumi energetici e i software intelligenti per gestire in maniera automatica i dati di IBM, ai sistemi ERP di Infor, dalle tecnologie capaci di proteggere gli utenti dalla perdita dei dati presentate da Intel all’offerta in ambito cloud computing di Microsoft, dai sistemi hardware e software integrati di Oracle alle applicazioni gestionali, di business intelligence e CRM di SAP, fino alle soluzioni web per aziende, professionisti ed enti pubblici presentate da Zucchetti. Grande richiamo allo stand Telecom Italia per il mondo degli operatori ICT che hanno potuto scoprire il nuovo programma di affiliazione di Impresa Semplice, operazione che ha l’obiettivo di aggregare una nuova rete di Consulenti IT su tutto il territorio per raggiungere il più importante segmento produttivo italiano, le picole e medie imprese. Di grande interesse anche lo stand di Intel che, insieme ai suoi business partner, ha presentato le nuove tecnologie capaci di proteggere gli utenti dalla perdita dei dati e le nuove potenzialità offerte dalla grafica integrata dei chip di seconda generazione visibile anche sul video gioco in 3D presente nell’area espositiva.

Molte anche le curiosità e le chicche tecnologiche come Neo, il robot umanoide che allo stand di Dell si è esibito in danze scatenate, Wi tube, la lampada interattiva, multimediale che integra una connessione wireless per l’accesso ad Internet e la fruizione di contenuti web (podcast, webradio, informazioni) che funziona basandosi su una interazione basata su controllo vocale e su gesti dell’utente, oppure attraverso smartphone e, ancora, il software per la simulazione in realtà virtuale delle operazioni chirurgiche, e una start up che presentava uno spazio polisensoriale circolare, con riproduzione di suoni, odori e colori delle più belle spiagge esistenti destinato a sorgere nelle città più cosmopolite per rianimare gli stressati dalla velocità della vita.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook