Per le Filippine la solidarietà italiana si trasforma in elettricità e…

0

geodiswilsonPartirà domani, 9 luglio, dal porto di La Spezia la nave diretta all’isola di Bantayan nelle Filippine che GEODIS WILSON ITALIA, divisione Industrial Project, utilizzerà per trasportare le 3 unità della tecnologia OFF GRID che Oxfam Italia, organizzazione non governativa internazionale impegnata in oltre 90 Paesi nella lotta globale contro la povertà e l’ingiustizia, destinerà alle comunità maggiormente colpite dal tifone Haiyan nel novembre 2013.

La solidarietà rappresenta uno dei valori del Gruppo Geodis che già da diversi anni ha avviato un programma di Corporate Social Responsibility credendo fortemente che l’impegno a favore del proprio ecosistema si possa riflettere anche sull’attività quotidiana e contribuisca a creare valore per l’azienda e i suoi stakeholder.

I tre moduli, ciascuno delle dimensioni di 1,98 mt di larghezza e 1,91 mt di altezza, saranno trasportati in container di 40 piedi, dotati delle migliori misure di sicurezza e antifurto, che impiegheranno 50 giorni per raggiungere l’isola.

La divisione Industrial Project di GEODIS WILSON ITALIA  offre quindi un concreto contributo affinché le comunità più colpite possano, grazie all’impegno di Oxfam Italia, disporre di elettricità, produrre acqua potabile da qualsiasi fonte e idrogeno da utilizzare come gas per cucinare. Ad oggi, il 44% della popolazione filippina si approvvigiona da fonti pericolose come pozzi aperti, il 42% compra acqua e solo il 22% è collegato all’acquedotto con un sistema di acqua corrente. Inoltre, la maggior parte delle famiglie utilizza cisterne di raccolta dell’acqua che però non sono idonee per lo stoccaggio di acqua potabile.

La tecnologia OFF GRID, creata dalla Fabbrica del Sole di Arezzo, a partire dall’energia solare prodotta con pannelli fotovoltaici, consente di potabilizzare qualsiasi tipo di acqua, oltre a raccogliere e pulire l’acqua piovana. Ha la particolarità di essere molto economica, di facile gestione e manutenzione. Non richiede particolari competenze tecniche ed è quindi facilmente gestibile anche dalle comunità locali in aree remote. Con questo intervento, portato avanti grazie alla raccolta fondi realizzata con l’appello lanciato da AGIRE (Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze), si conta di riuscire a raggiungere almeno 2500 persone (circa 500 famiglie), facilitando l’approvvigionamento idrico e riducendo il costo che le famiglie più vulnerabili devono sostenere per avere a disposizione acqua pulita quotidianamente.

L’intervento di Oxfam nelle Filippine

Oxfam è stata una delle prime organizzazioni umanitarie ad essere intervenuta all’indomani del passaggio del tifone Haiyan dello scorso 8 novembre, che ha causato 6.190 morti, più di 4 milioni di sfollati e 14.1 milioni di persone bisognose di assistenza immediata. Dall’inizio dell’emergenza umanitaria Oxfam ha già raggiunto più di 740.000 persone con interventi di prima emergenza, distribuendo kit igienico sanitari e kit per la potabilizzazione dell’acqua. Oxfam ha inoltre lavorato fianco a fianco con le comunità, garantendo supporto nel gestire le infrastrutture igieniche e idriche,  e sostenendo il reddito di oltre 220 mila persone.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook