A ROMA LA COPAGRI PER FAR SENTIRE LE SUE RAGIONI

0

“Abbiamo mandato un segnale forte al Governo per una giustizia economica in agricoltura, a partire dalla Capitanata”. COPAGRI di Foggia esprime soddisfazione per la partecipazione di oltre 150 produttori agricoli foggiani al sit in, tenutosi il 24 settembre, in piazza Montecitorio a Roma, nell’ambito della mobilitazione della Confederazione Produttori Agricoli a sostegno del settore agro-industriale, stretto nella morsa di una crisi senza precedenti. “La presenza di una forte rappresentanza della Capitanata alla manifestazione nazionale – afferma Luigi Inneo, presidente della COPAGRI di Foggia – ha evidenziato, ancora una volta, le difficoltà che il comparto agro-alimentare provinciale sta vivendo e testimonia la determinazione dei nostri produttori nel voler rilanciare il settore, scommettendo su qualità e innovazione”. COPAGRI ha indetto lo stato di mobilitazione nazionale “in conseguenza del drammatico quadro economico in cui sta sprofondando l\’intero sistema produttivo agricolo, con prezzi all\’origine in caduta libera e con ricavi che non coprono neanche i costi di produzione. Effetti sono la chiusura di molte aziende, una critica situazione reddituale per le famiglie e il rischio di un devastante impatto occupazionale”. Giovedì 1 ottobre la Copagri regionale è in piazza Ferrarese di fianco alla Prefettura a Bari. Il presidente della COPAGRI di Foggia esprime altresì apprezzamento per l’approvazione all\’unanimità da parte del Senato del ddl n. 1331 recante disposizioni in materia di etichettatura dei prodotti alimentari. “E’ un provvedimento che va nella giusta direzione e per il quale registriamo con favore l’impegno profuso dalla Senatrice foggiana, Colomba Mongiello”, rileva Inneo. E\’ stato stabilito che "per i prodotti alimentari non trasformati, l\’indicazione del luogo di origine o di provenienza riguarda il Paese di produzione ed eventualmente la zona di produzione dei prodotti. Per i prodotti alimentari trasformati, l\’indicazione riguarda il luogo in cui e\’ avvenuta l\’ultima trasformazione sostanziale e il luogo di coltivazione e allevamento della materia prima agricola prevalente utilizzata nella preparazione o nella produzione dei prodotti".

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook