A SMAU Berlino Hevolus presenta soluzionidi mixed reality per la corporate open innovation

0

Azienda pugliese di respiro internazionale, specializzata in ricerca e sviluppo di business model innovativi per supportare la corporate open innovation di qualsiasi settore di mercato, Hevolus è già vincitrice di numerosi premi Smau per l’innovazione con diversi casi di successo tra cui i progetti per la multinazionale Würth Group e per l’italiana Maronese ACF, leader nell’arredo Made in Italy.
In occasione di SMAU Berlino 2018 Hevolus presenta al mercato tedesco le sue soluzioni tecnologiche di punta sviluppate per noti brand quali Natuzzi Worldwide, Veneta Cucine e Gessi e i nuovi progetti di ricerca in corso per il colosso Würth Group, tutte case histories all’insegna di un vero e proprio cambio di paradigma per aprire il business a nuovi mercati e impattare in modo significativo sulle esperienze di acquisto.
Tra queste il nuovo business model “Augmented Concept Store”, ideato per l’industria e il retail dell’arredo e già adottato da Natuzzi e Veneta Cucine, con cui Hevolus riconcepisce l’intero percorso del cliente dall’ingresso negli store di arredamento fino alla decisione di acquisto utilizzando le realtà immersive come massima espressione di comunicazione in termini emotivi, di attenzione e di ricordo.
Uno spazio dello showroom, allestito in modo minimal, libero da ingombri o arredi, una piattaforma all’avanguardia di mixed/virtual reality, un PC, un visore e due controller di movimento: queste le componenti “hardware” e “software” del progetto, per portare il consumatore a vivere una nuova realtà alla scoperta della collezione del brand.
Il sistema MR/VR Digital Pole, sviluppato da Hevolus e dal suo ecosistema tecnologico, ricrea tutte le ambientazioni di arredo in modalità mixed virtual reality con un livello di fedeltà visiva e percettiva elevatissimo: la realtà fisica si fonde perfettamente con la realtà virtuale e il visitatore, muovendosi all’interno di essa, può apprezzare dimensioni, proporzioni, design, cromie e dettagli stilistici dei modelli riprodotti virtualmente. Grazie ai controller di movimento, il sistema permette interazioni naturali e precise con i modelli rappresentati, che, su richiesta dell’utente, si “animano” mostrando le proprie informazioni: prezzo, varianti di forma, dimensioni, materiali e colori disponibili.
Al termine dell’esperienza in mixed reality, grazie al sistema Virtual Reality 360 Project il cliente potrà configurare insieme al rivenditore la soluzione d’arredo desiderata, immergersi nella simulazione virtuale dell’ambiente di progetto e infine vederlo ambientato direttamente a casa sua, semplicemente usando un visore VR in dotazione, uno smartphone e una app viewer di progetto.
In anteprima allo SMAU di Berlino 2018 Hevolus presenta inoltre i suoi progetti all’avanguardia basati sull’utilizzo della mixed reality con Hololens a supporto della open innovation di settori quali il design e l’ingegneria (co-creazione e prototipazione olografica), la manutenzione (teleassistenza e assistenza a distanza con Hololens), la logistica (presentazione, configurazione e gestione del ciclo manutentivo delle soluzioni logistiche Würth).

Rivolgendosi a tutte le fasce di età, le soluzioni Hevolus potenziano le strategie di marketing e commerciali e sono uno strumento strategico per aiutare i rivenditori ad aumentare le vendite, ridurre i tempi di decisione, accelerare gli ordini, razionalizzare i costi di gestione. Con un cliente coinvolto, entusiasta e convinto del proprio acquisto, il passaparola diventa virale.
“SMAU è il contesto ideale per presentare il nostro approccio strategico alla digital innovation, sempre basato su uno spirito di partnership che ci porta a condividere con i nostri clienti un percorso di crescita e sviluppo, intercettando le tecnologie e gli strumenti più originali per un’innovazione esponenziale dei processi di business e della customer experience” afferma Antonio Squeo, CIO di Hevolus.

Comments are closed.

Chiudi Popup
Seguici su Facebook